Sunday, June 13, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Mattarella: il risparmio può concorrere alla ripartenza

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è fortemente preoccupato per la profonda crisi economica e sanitaria che attanaglia il nostro…

By wp_3751190 , in Cronaca Italiana , at 13/11/2020

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è fortemente preoccupato per la profonda crisi economica e sanitaria che attanaglia il nostro paese. Per questo motivo è sempre pronto a stimolare le forze produttive e a cercare di contribuire alla realizzazione di un ritrovato clima di fiducia.

A tal fine, in occasione della scorsa Giornata Mondiale del Risparmio, ha inviato al Presidente dell’Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio S.p.A., Francesco Profumo, il seguente messaggio:


«Questa Giornata si tiene durante una crisi profonda, che richiede misure urgenti per salvaguardare il presente e, soprattutto, il futuro della nostra società. Il risparmio, tradizionale patrimonio del nostro Paese – la cui tutela è sancita dalla Costituzione – può concorrere alla ripartenza.
La grave situazione economica e le preoccupazioni per la diffusione dei contagi hanno indotto un sensibile aumento del tasso di risparmio di famiglie e imprese. Queste risorse, se adeguatamente utilizzate, potranno contribuire a sostenere una rapida ripresa di consumi e investimenti, una volta domata la pandemia e ridotta l’incertezza sulle prospettive future.
È indispensabile creare le condizioni utili a ristabilire un clima di fiducia.
La robusta risposta delle Autorità monetarie e fiscali, nazionali ed europee, va in questo senso: ha prevenuto i rischi di instabilità del sistema finanziario, limitato i danni economici e avviato innovativi strumenti comuni.
La gestione dell’emergenza deve, sapientemente, saper aprire la strada a un progetto condiviso di crescita sostenibile e inclusiva, utilizzando le risorse rese disponibili anche in ambito europeo per gli indispensabili investimenti in infrastrutture, materiali e immateriali, riducendo i divari, per un Paese che torni a offrire opportunità, per un futuro dignitoso, specie alle giovani generazioni.
A fronte di un inaccettabile aumento delle diseguaglianze, è ancora più apprezzabile l’impegno delle fondazioni, che si sono mobilitate con interventi aggiuntivi nell’interesse della collettività, dei soggetti più deboli e dei settori più colpiti.
Con questo spirito rivolgo ai partecipanti un cordiale augurio di buon lavoro».

Saverio Fontana

Comments


Lascia un commento