Friday, June 18, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


La staffetta di “Cucina ciò che ciò”…“Dietro un piatto o una ricetta ci sono delle persone, c’è tutto un mondo, una storia, un territorio che avevamo dimenticato”

Durante il lockdown 79 persone appassionate di cucina e del territorio, provenienti da quattro continenti diversi e in rappresentanza di…


Durante il lockdown 79 persone appassionate di cucina e del territorio, provenienti da quattro continenti diversi e in rappresentanza di quindici nazioni, per due mesi hanno dato vita a una esperienza unica di cucina “ Ciochecio”.

Su Facebook, infatti, si sono alternativamente passati la staffetta pubblicando ognuno la propria ricetta, corredata di spiegazione, foto e storia del territorio di provenienza della stessa. Da ciò è nato, dunque, il libro La staffetta di cucina ciò che ciò, Edizioni Zem, cui figura anche la Calabria con una sua ricetta molto semplice fatta di ingredienti locali- La frittata con la cipolla di Tropea- grazie alla scrittrice catanzarese nonché cardiologa Maria Primerano. Il libro, simpaticissimo, è nato da un’idea di Marisa Saggiotto, veneta, operatrice della Comunità Wigwam di Cologna Veneta nonché presidente di Sezione Fidapa San Bonifacio in Veneto, con la partecipazione della nota food blogger Benedetta Rossi che scrive nella prefazione “Dietro un piatto o una ricetta ci sono delle persone, c’è tutto un mondo, una storia, un territorio che avevamo dimenticato”.

Una bella esperienza, un’idea condivisa da Marisa Saggiotto con Roberto Ferretti, Yoko Moriyama e Claudio Porchia e poi sviluppata con tantissime amiche e amici con “La staffetta di cucina ciocheciò“, una staffetta on-line di storie, cucina, relazione durante il primo lockdown.Nel libro si ritrova una cucina semplice, sostenibile, genuina e salutare, che utilizza prodotti locali, freschi e stagionali, che combatte gli sprechi, che favorisce la relazione e la socializzazione tra i membri della famiglia e della comunità. Una cucina comune in tutto il mondo, sia pure nella diversità dei prodotti impiegati e nelle differenti modalità di preparazione, in grado di unire persone di diversa cultura e provenienza geografica.

Una filosofia di cucina che rappresenta una concreta risposta alle problematiche ambientali ed economiche sollevate dall’emergenza legata al Covid 19.

La cardiologa scrittrice Maria Primerano

Comments


Lascia un commento