Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Euro 2020 al via con una grande Italia

Roma, 12 giugno – “We are the people we’ve been waiting for”, canta Bono mentre il cielo di Roma viene…

By Saverio Fontana , in Cronaca Italiana Sport , at 12/06/2021 Tag:, ,

Roma, 12 giugno – “We are the people we’ve been waiting for”, canta Bono mentre il cielo di Roma viene illuminato da un incantevole spettacolo pirotecnico.

“Siamo le persone che stavamo aspettando”.

Euro 2020, ieri sera, è iniziato così, con  una coloratissima cerimonia d’apertura, a giugno 2021, per la prima volta nella storia in un anno dispari, ma è iniziato. Grazie ai sacrifici fatti, alle vite perse, ai vaccini, l’Europa è riuscita a mettere all’angolo la pandemia. La partita ancora è lunga ma siamo sulla strada giusta.

Le emozioni forti partono con il “Nessun dorma” intonato dal grande Andrea Bocelli e continuano con gli inni nazionali cantati a gran voce dalle squadre di Italia e Turchia e, soprattutto, dal pubblico che finalmente ha potuto, dopo un anno e mezzo, colorare di nuovo gli spalti, seppur in numero ridotto.

Alle 21:00 il calcio d’inizio  è una liberazione per tutta l’Europa e il mondo intero.

L’Italia prende subito in mano le redini del gioco e la Turchia fa quello che ci si aspettava. Squadra ben organizzata, difesa arcigna e pronta a tentare il colpo della fortuna in contropiede. Gli azzurri, ben preparati dal CT Roberto Mancini, non consentono ripartenze e tentano con calma e organizzazione di scardinare la difesa turca. Una sola emozione con un tiro a giro del numero 10 Insigne.

La svolta avviene ad inizio secondo tempo, Di Lorenzo sostituisce sulla fascia destra Florenzi e inizia a martella a colpi di dribbling e cross. Sull’altra fascia fa la stessa cosa Spinazzola. Sostenuti a centrocampo da Barella e Jorginho in stato di grazia i tre attaccanti, Insigne, Immobile e Berardi giocano un numero incredibile di palloni. Scambi veloci e spettacolari.

La Turchia crolla. La sua grande organizzazione nulla può contro un Italia solida, spettacolare, imprevedibile e dalla grande personalità.

La partita si sblocca al 53’ quando Berardi mette un cross alcentro e Demiral, per impedire a Immobile di colpire mette goffamente il pallone nella sua porta.

Gli azzurri continuano ad attaccare senza sosta. Al 66’ Spinazzola costringe il portiere Cakir ad una respinta corta e Immobile, rapidissimo mette dentro.

Al 79’ è l’apoteosi, destro a giro di Insigne e i turchi sono al tappeto.

L’Italia ha dimostrato a tutti di essere forte e che sarà una protagonista di questo europeo. Il cammino, però, è lungo e bisognerà vederla all’opera con squadre che attaccano e, soprattutto, con quelle che hanno una grande esperienza in queste competizioni.

Certo un inizio così spettacolare non l’aveva mai nessuna nazionale italiana prima, nemmeno quelle che poi hanno vinto i mondiali o l’unico europeo.

Avanti Italia.

Saverio Fontana

Foto FIGC

Comments


Lascia un commento