Saturday, October 16, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Dal 21 giugno Italia in area bianca tranne Valle d’Aosta in gialla

Roma, domenica 20 giugno – In tutta Italia l’incidenza delle persone contagiate da Sars Covid19 è al di sotto dei…

By Saverio Fontana , in Cronaca Italiana Politica Italiana , at 20/06/2021 Tag:, , ,

Roma, domenica 20 giugno – In tutta Italia l’incidenza delle persone contagiate da Sars Covid19 è al di sotto dei 50 per 100.000. Anche la pressione sui servizi ospedalieri si conferma al di sotto della soglia critica così come l’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici, 0,69. Risultati importanti che consentono una relativa tranquillità ma l’attenzione deve rimanere alta perché varianti che presentano una maggiore trasmissibilità ha portato ad un inatteso aumento dei casi in altri paesi europei. E’ necessaria, quindi, una elevata copertura vaccinale ai fini della prevenzione di ulteriori recrudescenze di episodi pandemici.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 18 giugno 2021, ha firmato una nuova Ordinanza, che entrerà in vigore da lunedì 21 giugno, che dispone il passaggio delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Sicilia, Toscana e Provincia Autonoma di Bolzano in area bianca.

Il 99% del bel paese è quindi in zona bianca, tranne la Valle d’Aosta che è ancora gialla ma senza coprifuoco.

Cosa cambia per le regioni che passano in bianco?

“I bar, i ristoranti e le altre attività di ristorazione sono aperti e sono consentite senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio, che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. All’aperto non ci sono limiti di persone ai tavoli, tra i quali deve esserci comunque il distanziamento di un metro, mentre nei bar e nei ristoranti al chiuso potranno sedere allo stesso tavolo massimo sei persone salvo che siano tutti conviventi. Resta invece il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina, sia all’aperto sia al chiuso”.

Saverio Fontana

Comments


Lascia un commento