Friday, October 22, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Bassetti: Via l’obbligo delle mascherine, un provvedimento di buon senso

Roma, mercoledì 23 giugno – Ieri sera, intervendo al programma Rai “Cartabianca”, il Ministro della Salute Speranza ha informato che:”…

By Saverio Fontana , in Cronaca Italiana , at 23/06/2021 Tag:, , , ,

Roma, mercoledì 23 giugno – Ieri sera, intervendo al programma Rai “Cartabianca”, il Ministro della Salute Speranza ha informato che:” Ho appena firmato un’ordinanza che permette di non usare la mascherina all’aperto dal 28 giugno. La mascherina è e resta uno strumento fondamentale. Ho appena firmato un’ordinanza dove si dispone che cade l’obbligo di usarla sempre all’aperto. Ma bisogna averla sempre con sé e usarla se non si può rispettare il distanziamento e se c’è rischio di assembramenti. Resta un punto fondamentale della nostra strategia”.

In seguito a questa importante e storica decisione, Il dott. Matteo Bassetti ha subito commentato sul suo profilo FB: “Finalmente un provvedimento di buon senso: via l’obbligo delle mascherine all’aperto e si passa alle raccomandazioni di dove usarle. Fine dei divieti e dagli obblighi che oggi non servono e inizio di una nuova convivenza con il virus fatta della conoscenza e della consapevolezza delle misure preventive. Dalla mascherina, ai distanziamenti, al lavaggio delle mani e alle vaccinazioni. Per le varianti che dire?

Bisogna dire che dobbiamo essere sufficientemente allertati e preoccupati di ciò che avviene in Inghilterra senza esserne terrorizzati. L’Inghilterra ha una storia molto diversa da quella italiana: a Londra, un cittadino su tre che cammina è indiano, è evidente che rispetto al nostro Paese hanno interscambi sociali, economici, culturali con l’India che noi non abbiamo ed il controllo è più difficile. Oltretutto, loro hanno avuto i cluster indiani che si sono inseriti all’interno della campagna vaccinale nel momento in cui hanno posticipato di molto la seconda dose del vaccino.

L’unica preoccupazione della variante delta è per chi non è vaccinato. Questa variante ha la capacità di contagiare molto più velocemente rispetto alle altre, quasi un 70%, darà maggiore aggressività in chi non è vaccinato. Il virus se bussa a 4 porte e le trova chiuse perché si è vaccinati, la quinta che trova aperta lì c’è da aver paura. I numeri saranno piccoli ma non possiamo permetterci di arrivare al 20% della popolazione che non sia coperta, è questo il messaggio che lancio a chi non vuole vaccinarsi. Chi decide di non farlo mette a rischio la propria salute e la propria vita a qualunque età”.

Saverio Fontana

Comments


Lascia un commento