Thursday, July 29, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Poste Pay fai da te? Ahiaiaiai! A Catanzaro tarantella infinita per una utente, con difficoltà di deambulazione, spedita da uno sportello all’altro senza che sia trovata una soluzione

Da chi viene formato il personale addetto alla assistenza clienti? Perché rispondono in modo diverso?

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Rubriche , at 08/07/2021 Tag:, , , , ,

di Francesco Polimonti (dalla redazione catanzarese)

A Catanzaro, capoluogo della regione con il minor indice di Pil nazionale accade anche questo. Riceviamo e pubblichiamo una segnalazione da parte del Delegato Regionale, il giornalista Pasquale Talarico, del Movimento Nazionale Difesa Consumatori che si sta occupando del caso.

Ma ecco quel che è accaduto dalla diretta voce della dottoressa Anna Maria Cuffaro, protagonista, sfortunata e involontaria del caso: “

“Telenovela Poste Italiane Nel corso di tre anni ho subito per due volte truffe online sulla Postepay Evolution…..La prima volta mi sono dovuta recare a Sulmona per il processo perché avevano individuato chi mi aveva truffata ……Ho speso più di quanto mi hanno sottratto dalla carta pertanto,quando mi hanno truffata tre mesi fa una seconda volta non ho fatto denuncia anche perché purtroppo sono ammalata e non deambulo in modo autonomo per cui mi risulterebbe impossibile presenziare ad un processo.Contatto il numero verde di assistenza clienti Postepay e mi consigliano di ritirare dalla carta il contante rimasto e di chiedere in sostituzione una nuova carta con lo stesso IBAN per evitare di andare all’ufficio postale.Da allora mille telefonate al numero verde per attivare la nuova carta e mi viene detto che può attivarla mio figlio all’ufficio postale con delega.All’ufficio postale rispondono che non è possibile per cui pur avendo difficoltà di deambulazione mi reco personalmente in ufficio….Sorpresa…mi viene detto che essendo una carta sostitutiva deve essere attivata dal numero verde …..Contattato il numero verde mi viene detto che è bloccata perché su consiglio dell’operatore avevo ritirato il contante per cui mi suggeriscono di mandare mio figlio allo sportello con delega per fare un versamento….Dopo una fila interminabile perché non erano più disponibili ticket di prenotazione , l’impiegato dice che devo recarmi personalmente in ufficio….Ennesima telefonata al numero verde e stavolta mi viene detto che non si può fare alcuna operazione con delega….Domanda…Da chi viene formato il personale addetto alla assistenza clienti? Perché rispondono in modo diverso? Mi sono alterata perché Non sono in condizioni di andare avanti ed indietro dall’ufficio postale perché purtroppo non sono autosufficiente e sto facendo terapie in ospedale che non mi consentono di essere in forma…..Un consiglio ai posteri…….non utilizzare carte prepagate postepay e non utilizzare i servizi degli Uffici Postali”.

Attendiamo le scuse della Direzione Provinciale delle Poste Italiane e quanto meno una risposta da chi ha gestito così maldestramente questo rapporto penalizzante per chi l’ha vissuto e per quanti che come noi sperano che qualcosa possa ancora funzionare in Italia e in Calabria in particolare.

Francesco Polimonti

Comments


Lascia un commento