Saturday, September 25, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Sarà presentato il 7 agosto a Fossato Serralta il volume scritto da Alessandro Calogero con Luciano e Rosario Dornetti sul tema Santa Maria delle Serre, la Chiesa e la Storia tra il ‘500 e il ‘900

di Pasquale Talarico (dalla redazione catanzarese del Quotidiano l’Italiano) “Con la pubblicazione di questo libro edito dalla Titani Editori –…


di Pasquale Talarico (dalla redazione catanzarese del Quotidiano l’Italiano)

Con la pubblicazione di questo libro edito dalla Titani Editori – ha dichiarato Luciano Dornetti presidente della Proloco Fossato 2000, e coautore dell’opera assieme ad Alessandro Calogero e Rosario Dornetti – “sponsorizzato dal  comune di Fossato Serralta, sono state messe in luce la storia delle chiese in ambito del territorio di Fossato Serralta tra il XVI e il XX secolo, in particolare del capoluogo Fossato Serralta e delle frazioni Maranise, Savuci, Noce (oggi ricadente nel territorio del comune di Sorbo San Basile) e della chiesa di Santa Maria della Misericordia o delle Serre. La storia che è emersa è una storia affascinante e coinvolgente, raccontata da Alessandro Calogero che ne è l’autore, anch’egli figlio di Fossato Serralta, che è stato abile e capace con la sua cultura di storico, ad unire tanti frammenti di storie passate consegnando al lettore un testo gradevole da leggere per la sua scorrevolezza  e nel contempo un racconto testimoniato da documenti, da avvenimenti,  da luoghi ormai sopiti nella memoria, ma che comunque anche se piccola, hanno fatto la storia  di donne e di uomini che hanno lasciato il segno nel nostro territorio, e che meritano di essere riportante con nuovo vigore alla luce“.

A Fossato Serralta – comune della Pre sila distante solo 17 km dal capoluogo, con l’impegno della “Proloco Fossato 2000” che da diversi anni si è impegnata nella rivalutazione delle tradizioni e della storia del proprio territorio, non ultima in ordine di tempo, ma di grande importanza, la ricerca  condotta sui caduti di Fossato Serralta nelle due Guerre Mondiali, sostenuta anche da un’amministrazione comunale ben guidata dall’ottimo sindaco Domenico Raffaele

La ricerca degli studiosi locali e si è concentrata sulla storia e le origini dei luoghi di culto, sino ad arrivare alla pubblicazione di un libro documentale sugli edifici attualmente ancora esistenti e su altri dei quali non ne rimane che qualche traccia e qualche rudere. L’opera è un pretesto per rinnovare la memoria e di informare chi è totalmente all’oscuro delle vestigia del passato. Prodotto col sostegno del sodalizio di promozione turistica servirà anche a raccogliere fondi, infatti, al netto delle spese il ricavato andrà  promuovere il restauro della statua  lignea dedicata a San Francesco di Paola, santo patrono del comune.  

La copertina del libro che verrà presentato il 7 agosto alle ore 18 in piazza a Fossato Serralta

La statua – secondo quanto appreso dal presidente Luciano Dornetti risulterebbe “il più antico simulacro dedicato al santo taumaturgo, allo stato attuale e secondo quanto leggibile dalla data incisa risalirebbe a 32 anni dopo alla santificazione che è datata il 1º maggio 1519, a soli dodici anni dalla morte di san Francesco, durante il pontificato di Papa Leone X (al quale predisse l’elezione al soglio pontificio quando era ancora bambino), evento particolarissimo per i suoi tempi.

San Francesco è il santo Protettore del comune di Fossato Serralta ed è venerato anche all’estero tra i tanti emigrati che hanno lasciato in passato il paese.

Comments


Lascia un commento