Saturday, September 25, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Giochi Paralimpici Tokyo 2020 la squadea italiana conta cinque bergamaschi: conosciamoli!

di Romano Scaramuzzino (dalla redazione bergamasca del quotidiano l’Italiano) Iniziano il 24 agosto di quest’anno, a Tokyo, i Giochi Paralimpici…


di Romano Scaramuzzino

(dalla redazione bergamasca del quotidiano l’Italiano)

Iniziano il 24 agosto di quest’anno, a Tokyo, i Giochi Paralimpici 2020. La squadra italiana si presenta con 115 atleti di cui cinque sono bergamaschi.

Martina Caironi, Oney Tapia, Giulia Terzi, Matteo Bonacina, Gianpaolo Cancelli, questi sono i loro nomi. Uomini e donne che con coraggio,  passione e determinazione, competono in queste gare. Così come tutti gli altri loro compagni, tra i più noti Beatrice Vio.

Ma, di questi atleti bergamaschi, vogliamo sapere qualcosa in più.

Martina Caironi, in rappresentanza degli atleti bergamaschi

La Caironi, nata ad Alzano Lombardo (BG) il 13 settembre del 1989 e già vincitrice di due medaglie d’oro e una d’argento, nei precedenti Giochi, nei 100 metri categoria T42, sempre in questa specialità dell’atletica leggera, la vedremo, in questi giorni, in  azione

Oney Tapia, nato a l’Avana, il 27 febbraio del 1976, oggi atleta italiano e adottato dalle terre bergamasche e residente a Sotto il Monte (BG),  affronterà i suoi avversari nella gara del lancio del disco, categoria F11.

La Terzi, invece, originaria di  Melzo, provincia di Milano e nata il 14 agosto del 1995, da tempo è residente  ad Arzago (BG).  Giuliana, già grande protagonista nelle competizioni precedenti, la vedremo in piscina a misurarsi con le sue concorrenti.

Bonacina, di Bergamo, nato il 3 agosto del 1984, lo vedremo concentrato a scoccare le sue frecce appunto nella specialità del tiro con l’arco divisione compound.

Infine l’atleta Cancelli, nato a Bergamo il 17 gennaio del 1968, anche lui in gara con il tiro con l’arco.

Vogliamo specificare, per chi non lo sapesse, che nei giochi paralimpici moderni, le categorie vengono evidenziate con una sigla, composta da una lettera e da due numeri.

Intendiamo, visto l’argomento poco conosciuto, con quest’articolo introdurre lo sport paralimpico per poi ampliarlo in seguito.

Magari,  con l’occasione di festeggiare qualche medaglia che, sicuramente i nostri atleti, bergamaschi, italiani tutti, non ci faranno mancare.

I Giochi si concluderanno giorno 5 settembre prossimo.

Comments


Lascia un commento