Saturday, September 25, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Serie C – Girone C. La portaerei Catanzaro affonda l’incrociatore Virtus Francavilla

Buona la prima del Catanzaro che travolge la Virtus Francavilla e conquista i tre punti partendo bene nel torneo di serie C girone C edizione 2021-22


L’editoriale del direttore di Riccardo Colao – (Quotidiano l’Italiano)

Catanzaro – Agosto 2021 – Al Ceravolo in un pomeriggio di fine estate (la più calda del Secolo) la portaerei US (Army) Catanzaro affonda l’incrociatore Virtus Francavilla con un perentorio 3 a 1. Si chiude qui la prima buona “class action” dei giallorossi di Calabria e di Calabro.

La personalissima sensazione, assistendo, in diretta alle fasi di quest’incontro, è paragonabile a quella dell’aver visto giocare il gatto con il topo… Anzi più precisamente di aver ammirato le aquile calare sugli animaletti del bosco che tentavano di tutto (senza riuscire) pur di sfuggire agli artigli rapaci dei padroni di casa.

Grande, immenso è stato Vazquez che ha dimostrato di non essere un brodino riscaldato (come qualche criticonzolo in pensione aveva tentato di connotarlo) ma di possedere armi e bagagli giusti per scardinare qualsiasi difesa nemica. E Vazquez non si è risparmiato. Ha corso per tutto il tempo che gli è stato concesso di restare sul rettangolo verde, ha infilato due palloni (il primo con una spettacolare acrobazia e il secondo con una carambola deliziosa) garantendo sprint spumeggiante e voce tuonante alle polveri giallorosse.

La portaerei dell’US (Army) Catanzaro ha così acquisito i primi tre punti ,prendendo il largo già dalla prima giornata, con una tripletta che avrebbe potuto essere secca se il solito “pirla” arbitrale spedito sui “Tre Colli” per far carriera non avesse regalato un rigore agli ospiti e non ne avesse negato uno (con doppio stop di mani in piena area di rigore).

I ragazzi di mister Calabro sono stati sempre e comunque in vantaggio e il terzo gol merito di Vandeputte ha colpito e affondato definitivamente le velleità del vascello francavillese che ammainato bandiera è tornato malconcio e speronato nel porto pugliese.

Il Catanzaro ha mostrato i muscoli e schierato le sue potenzialità che sono effettivamente enormi e tangibili. Non sarà facile contrastarlo a patto che non si incontri durante la navigazione direttori di gara incapaci e inadatti a dirigere match di serie C.

L’arbitro dell’incontro, un profugo battente residenza nella provincia siciliana che in Trinacria è largamente conosciuta come “provincia babba” e che evitiamo di citare per non pubblicizzarlo oltre misura, ha ignorato falli plateali e atteggiamenti provocatori, rischiando di farsi sfuggire dalle mani la gestione della battaglia navale che si è svolta al Ceravolo, quando si è rischiato di assistere a scontri più vicini alla Kick boxing che al Soccer.

Lo scriviamo subito e senza mezzi termini. Anzi lo sosteniamo “a tutta forza”: non ci stiamo più a sopportare il “Can Can” che sezioni arbitrali regionali maggiormente “piazzate” impongono o subiscono per scelte cervellotiche… ai danni di società serie, onorevoli e ligie ai regolamenti e alle disposizioni federali. Non ci stiamo perché, testimoni nei precedenti tornei, abbiamo assistito agli scippi e alle rapine in cui il Catanzaro è stato più volte derubato del “prodotto interno lordo” e di quello guadagnato in trasferta per manifesta incapacità arbitrale. Abbiamo pazientato per tre campionati consecutivi ed è gioco forza denunciare tutto e tutti senza alcun timore reverenziale…

La Società e i suoi dirigenti hanno lavorato bene e sia per quantità che per qualità sarà possibile migliorare da qui a dicembre. Chi criticherà questa gestione troverà risultati ottimali che smentiranno anche i gufi più “gufosi” e pretestuosi. Il campionato è appena partito.. Sarà come al solito lungo e logorante e la tifoseria ha già dimostrato di voler bene a questo Catanzaro “made in Calabria e firmato Calabro” scoprendo i nuovi beniamini …

La Portaerei US (Army) Catanzaro ha sparato (centrando l’obiettivo dei tre puntazzi iniziali) i suoi primi colpi e si appresta ad affondare (non ha importanza se in casa o fuori casa) le prossime marinerie battenti bandiera biancorossa, rossoblù, azzurre, verdi, gialle, a pallini o a stelle e strisce che siano.

Venghino signori venghino, stringetevi, anzi stringiamoci intorno ai colori della Città del Vento… La sua voce porterà ovunque l’eco delle prossime battaglie navali e, dopo, questa prima prova siamo certi che a garrire negli orizzonti del torneo 2021-22 sarà propria la bandiera giallorossa!

Da Catanzaro l’editoriale sportivo di Riccardo Colao – Direttore del Quotidiano l’Italiano
Il dettaglio di Catanzaro Virtus – Francavilla

A parte seguirà il servizio del nostro corrispondente da Catanzaro giornalista Lorenzo Fazio, inviato per l’occasione al Ceravolo

Comments


Lascia un commento