Saturday, September 25, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Il Catanzaro “tiki-taka” si sbarazza del Catania con un gol di Monterisi

Il Catanzaro batte il Catania e prolunga la sua avventura in Coppa Italia Lega Pro

By L'Italiano , in Sport , at 15/09/2021 Tag:, , ,


di Lorenzo Fazio

(nostro inviato al Ceravolo di Catanzaro per il Quotidiano l’Italiano)

Catanzaro – In una gara equilibrata al “Nicola Ceravolo” alla fine la spunta il Catanzaro di mister Antonio Calabro contro un Catania volenteroso nel match valido per il secondo turno di Coppa Italia.

In un pomeriggio ventilato e davanti a pochi intimi sugli spalti, a decidere il match è un preciso colpo di testa di Monterisi in pieno recupero che regala la vittoria al Catanzaro.

Prima del fischio d’inizio di Catanzaro-Catania

Ma passiamo alla cronaca del match. Il Catanzaro inizia bene in fase di impostazione e ci prova con un colpo di testa di Bombagi mentre il Catania risponde con una punizione di Piccolo che finisce alta. Strepitosa azione del Catanzaro in stile “tiki taka” con un doppio scambio avviato da Risolo che porta al tiro Cianci la cui conclusione sorvola i pali. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo pericoloso colpo di testa di Monterisi che finisce di poco alto, preludio di quello che sarà il colpo vincente a fine gara. Gli ultimi due sussulti del primo tempo sono un tiro deviato di Biondi per il Catania che finisce in corner e un assolo di Bombagi con bella conclusione a giro ben respinta da Sala. Termina zero a zero la prima frazione di gioco con la direzione di gare del Sig. Vergaro di Bari a tratti in stile inglese con varie azioni di gioco al limite nella zona nevralgica del campo lasciate scorrere. La ripresa inizia con un dubbio contatto in area ai danni di Bombagi ma l’arbitro non vede nulla di irregolare.

Una fase del match tra Catanzaro e Catania risolto con la vittoria dei giallorossi

Il Catania si fa vivo dalle parti del debuttante Nocchi, ex Juventus U23, con una rovesciata salvata sulla linea da Welbeck e seguente conclusione alta di Zanchi. Il più pericoloso del Catanzaro è Bombagi che ben due volte sfiora il goal. La prima con una conclusione in area respinta da Sala mentre la seconda con un tiro dalla distanza deviato da un difensore ospite e messo al sicuro in angolo da Sala. Il Catanzaro continua a spingere alla ricerca del goal con una meravigliosa punizione di Bearzotti che trova la testa di Gatti, colpo di testa del 44 giallorosso e palla che sfiora il palo e finisce sul fondo. Calabro prova la carta Vazquez che darà gran vivacità all’attacco giallorosso e da entrambe le parti inizierà una girandola di sostituzioni per assestare gli assetti di gioco e provare a vincere la gara. Due neo entrati saranno i più pericolosi, Vazquez per il Catanzaro e Ceccarelli per il Catania. “El Cabezon” del Catanzaro ci prova con un tiro dalla distanza facile preda di Sala e poi con un colpo di testa nel finale poi proseguito con un tiro cross di Verna. Ceccarelli, invece, si beve in area un difensore giallorossa e solo un grande intervento gli impedisce la gioia del goal. Quando sembra tutto avviato ai tempi supplementari dagli sviluppi di un calcio d’angolo l’incornata vincente di Ilario Monterisi che fa saltare il popolo giallorosso accorso allo stadio in questo mercoledì di Coppa. Vittoria e passaggio del turno archiviati per il Catanzaro che domenica sarà di scena al “Renzo Barbera” a Palermo mentre per il Catania match di cartello contro il Bari al “Massimino” sempre domenica alle 14.30,

Lorenzo Fazio

(nd.d.) A margine dell’incontro vinto dal Catanzaro contro il Catania che dimostra ulteriormente la buona intelaiatura della compagine affidata dal presidente Noto al trainer Calabro, desideriamo evidenziare come il Palermo che veniva da una battuta d’arresto tarantina, sia riuscito addirittura a battere la capolista Monopoli. Ebbene si tratta di un segnale preciso che fortifica le nostre prime impressioni su questo torneo avvincente ma imprevedibile che si svolge nel Girone C della Lega Pro.

Al momento non ci sono ancora posizioni definite o club che possano essere visti come “out-sdider” e qualsiasi squadra può spingersi in alto e tornare ai vertici della piramide come se nulla fosse.

Onore al Catanzaro che pur non avendo marciato a pieno ritmo ha comunque conservato la sua fisionomia e ha macinato gioco, occasioni e incamerato punti.

La sfida di Palermo assume un aspetto particolare poiché la piazza rosanero ha sete di riprendere quota in classifica e ha tutte le carte in regola per consentire all’astuto Calabro di giocarsi le molteplici chance. Il Catanzaro incontra problemi con le squadre che si difendono strette e che puntano tutto sullo scontro fisico ma ne ha molti di meno se gioca contro formazioni che mirano ad attaccare più che a difendersi. Quella di Filippi è una di queste. Non dobbiamo insegnare nulla a chi svolge onorevolmente la sua professione e le nostre sono solo considerazioni giornalistiche e nulla di più. Se tutto dovesse andare come nei piani del coach giallorosso, di cui apprezziamo la franchezza e la buona volontà, l’impegno e la serietà con cui affronta le situazioni, siamo certi che a Palermo il Catanzaro potrà cogliere buoni risultati e sorprendere. (Riccardo Colao)

IL TABELLINO DI CATANZARO – CATANIA

Catanzaro-Catania 1-0 
Marcatore: 47′ st Monterisi
CATANZARO: Nocchi, De Santis, Monterisi, Gatti, Bearzotti, Welbeck, Risolo, Ortisi, Tentardini, Bombagi, CianciA DISPOSIZIONE: Romagnoli, Branduani, Curiale, Verna, Vazquez, Fazio, Scognamillo, Porcino, Vandeputte, Carlini, RolandoALLENATORE: Antonio Calabro
CATANIA: Sala, Biondi, Izco, Piccolo, Greco, Albertini, Monteagudo, Ropolo, Cataldi, Moro, ZanchiA DISPOSIZIONE: Stancampiano, Pino, Ercolani, Rosaia, Ceccarelli, Pinto, Sipos, Frisenna, BiancoALLENATORE: Francesco Baldini

Comments


Lascia un commento