Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Conclusa a Cesenatico la prima tappa della 31ª edizione del Gran Premio Nuvolari, la manifestazione internazionale di regolarità per auto storiche più tecnica d’Italia, che come ogni anno riunisce il gotha dei classic enthusiasts insieme a vetture dal fascino intramontabile per celebrare il mito del “Grande Tazio”

Dopo la partenza di rito nella splendida cornice offerta da Piazza Sordello a Mantova, le prove crono all’Autodromo di Modena e i suggestivi paesaggi sulle colline romagnole, oggi il Gran Premio Nuvolari entra nel vivo. La seconda tappa, in quella che rappresenta la giornata più intensa della gara, vede un percorso rinnovato: gli equipaggi infatti partiranno da Rimini verso Urbino, per proseguire poi verso il passo di Bocca Serriola, Città di Castello, fino a Magione, all’Autodromo dell’Umbria, la casa degli appassionati di pilotaggio e motori del centro Italia e lungo il Lago Trasimeno, concedendosi un break nel prestigioso Golf Club Lamborghini di Panicale.


dalla Redazione Sportiva del Quotidiano l’Italiano

Cesenatico – Si è conclusa ieri sera a Cesenatico la prima tappa della 31ª edizione del Gran Premio Nuvolari, la manifestazione internazionale di regolarità per auto storiche più tecnica d’Italia, che come ogni anno riunisce il gotha dei classic enthusiasts insieme a vetture dal fascino intramontabile per celebrare il mito del “Grande Tazio”, sportivo leggendario, che più di ogni altro ha segnato la storia dell’automobilismo del XX secolo. 

Dopo la partenza di rito nella splendida cornice offerta da Piazza Sordello a Mantova, le prove crono all’Autodromo di Modena e i suggestivi paesaggi sulle colline romagnole, oggi il Gran Premio Nuvolari entra nel vivo. La seconda tappa, in quella che rappresenta la giornata più intensa della gara, vede un percorso rinnovato: gli equipaggi infatti partiranno da Rimini verso Urbino, per proseguire poi verso il passo di Bocca Serriola, Città di Castello, fino a Magione, all’Autodromo dell’Umbria, la casa degli appassionati di pilotaggio e motori del centro Italia e lungo il Lago Trasimeno, concedendosi un break nel prestigioso Golf Club Lamborghini di Panicale. Seguiranno controlli a timbro a Castiglione del Lago, Cortona e in Piazza Grande, nel cuore di Arezzo.  

La classifica provvisoria al momento vede in testa: primi Moceri e Pizzuto (n.99), alla guida di una Fiat 508C del 1939. Al secondo posto segue la coppia Turelli, terzo classificato l’equipaggio n.47 Patron e Clark, seguiti da Fontanella e Covelli, su una Lancia Lambda Spyder del 1927 e al quinto posto la coppia composta da Bellini e Tiberti (n.85). 

L’attraversamento di un centro storico – ©Stefano Molinari

Nel pomeriggio gli equipaggi percorreranno le strade del Viamaggio verso l’Adriatico. La Repubblica di San Marino accoglierà la carovana con l’ultimo gruppo di prove cronometrate della giornata. Il controllo a timbro si terrà in Piazza della Libertà, all’apice del Monte Titano. Nel tardo pomeriggio, l’arrivo a Rimini, lungo l’iconica passerella di Piazza Tre Martiri. La serata di Gala si svolgerà nella meravigliosa cornice del Grand Hotel di Rimini*****, impareggiabile location d’allure felliniana. 

Domani, domenica 19 settembre, gli equipaggi si dirigeranno di ritorno verso Mantova. Prenderà così il via la tratta più decisiva per decretare i vincitori, che dovranno destreggiarsi tra le ultime ed insidiose sfide. Le prove cronometrate di Meldola apriranno l’ultima tappa del Gran Premio Nuvolari, seguite dal passaggio dalla Scuderia di Formula 1 Alpha Tauri di Faenza. Dopo lo scenografico transito da piazza Ariostea a Ferrara, gli equipaggi rientreranno in terra mantovana. I controlli a timbro di Bondeno, Poggio Rusco, San Giacomo, Bondanello ed il pranzo nella magnifica abbazia di San Benedetto Po chiuderanno la competizione. Dopo 1.100 km Piazza Sordello a Mantova abbraccerà nuovamente i concorrenti per la parata d’arrivederci.  

Schierate in piazza – ©Stefano Molinari

Nell’anno che segna il ritorno alla convivialità e alla socialità, il Gran Premio rappresenta un’occasione unica per poter ammirare da vicino queste iconiche vintage car che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale. Il mito del “Grande Tazio” è sempre forte e presente e con il Gran Premio rivive ogni anno, grazie ai numerosi appassionati che condividono le emozioni di un viaggio straordinario a bordo di veri e propri capolavori di storia, meccanica e design.  

Organizzata dalla Scuderia Mantova Corse, che quest’anno celebra 40 anni di appassionata ed instancabile attività, la manifestazione di regolarità è riservata ad automobili di interesse storico costruite fino al 1976, nel rispetto delle normative F.I.AF.I.V.A.ACI Sport ed ACI Storico. 

L’evento in onore del “Grande Tazio” gode dell’importante patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Mantova, dei Comuni di Mantova, Cesenatico, Rimini, Urbino, Arezzo, Cortona, Ferrara, San Benedetto Po e della Repubblica di San Marino. 

Il Gran Premio è tradizionalmente organizzato grazie al contributo di prestigiosi sponsor: l’austriaca Red Bull “Main Partner” leader mondiale delle bibite energetiche, che anche quest’anno farà rivivere il mito di Tazio Nuvolari, TAG Heuer, “Official Timekeeper Partner”, dal 1860 eccellenza dell’industria orologiera svizzera e l’italianissimo Gruppo Finservice, “Technical Partner”, importante service company nel settore della finanza agevolata. 

Da sottolineare anche il ritorno dell’iniziativa di ecologizzazione denominata “GPN Green”, che vede dall’anno scorso Mantova Corse impegnata nei confronti di un approccio più consapevole in campo di tutela e sostenibilità. 

Classifica aggiornata dopo la prima tappa – 17 settembre 

Moceri – Pizzuto n.99 FIAT 508 C 1939 
Turelli – Turelli n.63 FIAT 508 S Sport Coppa Oro 1934 
Patron – Clark n.47 FIAT 514 MM 1931 
Fontanella – Covelli  n.21 LANCIA LAMBDA Spider 1927 
Bellini – Tiberti n.85 FIAT 508 C  1937 
Vesco – Bacci n.96 BMW 328 1939 
Belometti -Vavassori n.33 LANCIA LAMBDA Spider Casaro 1929 
Sala – Cioffi n.84 LANCIA APRILIA  1937 
Riboldi – Riboldi n. 55 FIAT 508 S 1933 
10 Passanante – Moretti n.2 FIAT 508 C  1937 

I dettagli della 31ª edizione 

Presenze: 267 gli equipaggi confermati al via, provenienti da Paesi di tutto il mondo. 

Periodo di ammissione delle vetture: dagli esordi fino al 1976. 

Percorso: questa 31ª edizione propone un percorso di circa 1.100 km tra le bellezze centro-settentrionali italiane, attraversando paesaggi suggestivi di Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana. 

Equipaggi Speciali: la mitica auto di Tazio Nuvolari prenderà simbolicamente parte alla manifestazione con il numero 1 a bordo della Alfa Romeo 6C 1750 Gran Sport del 1930, la gloriosa auto con cui 91 anni fa il mantovano volante vinse la Mille Miglia. 

L’evento in onore di Nuvolari è la terza prova del Campionato Italiano Grandi Eventi di ACI Sport, del quale fanno parte anche la Coppa Milano Sanremo, la Coppa d’Oro delle Dolomiti e la Targa Florio Classica. 

L’arrivo sotto l’arco del traguardo – ©Stefano Molinari

Comments


Lascia un commento