Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Beatrice e Maurizio la love story tra Corona Reale e Cinema “povero ma bello” che fece scalpore e scandalo a fine anni ’60

La love story tra l’attore-divo del cinema “Povero ma bello” e la Principessa di sangue reale “Titti” figlia de Re di Maggio


di Brunetto Fantauzzi (Quotidiano l’Italiano)

Roma – Un amore turbinoso, osteggiato e tormentato quello che riempie le cronache rosa del 1967: Beatrice, la figlia minore di Umberto II e Maria Josè di Savoia, si innamora di un attore molto popolare, forse il più amato del tempo: Maurizio Arena.

Fu una storia che colpì l’Italia e che riempì le copertine dei rotocalchi di allora, ansiosi di raccontare questa strana ma affascinante relazione: per giorni e notti i due venivano seguiti da sciami di fotografi che cercavano di sorprenderli in atteggiamenti amorosi. L’appassionante e controversa storia, poi sfociato in odio-amore tra Maurizio Arena e Maria Beatrice di Savoia, conosciuta dalla cronaca come la “principessa Titti”, appassionò l’estate del 1967 perché fu un amore fatto di passioni intense e scatenato e che affascinava gli Italiani per la novità della storia, quasi da favola rovesciata.

Italiano Arena e Beatrice di Savoia – Ostia (Roma), 1967

Nelle favole di solito c’era un principe che si innamorava della ragazza del popolo, qui invece era lei la principessa che si innamora di un uomo del popolo, ma non un uomo qualsiasi perché Maurizio Arena era l’incarnazione del macho, del fusto, come si diceva allora: non è un caso che Maurizio era uno dei personaggi di punta della “Dolce Vita” e che di lui si era parlato di relazioni anche con Lind Christian, ex di Tyrone Power. L’Italia si innamorò di lui grazie soprattutto alla trilogia di Dino RisiPoveri ma belli”, “Belle ma povere” e “Poveri milionari”, in cui incarnava il tipo del romano di estrazione popolare, giovane, aitante, il bel “borgataro” dai modi forse burberi ma dal cuore grande.

Luis Rafael Reyna marito di Beatrice di Savoia.
La somiglianza con Maurizio Arena è impressionante

Come resistergli? E infatti Maria Beatrice di Savoia, ultima figlia del re d’Italia Umberto II e di Maria José, in esilio dopo il Referendum del 2 giugno 1946, si innamorò perdutamente di lui. Furono la coppia regina di quel periodo ma la loro passione fu talmente bruciante che finì tra polemiche e attacchi feroci.

Qualche anno dopo, comunque, Titti riuscirà a trovare il grande amore con il diplomatico Luis Reyna Corvalán y Dillon dal quale avrà anche tre figli: Rafael Reyna e di Savoia, morto suicida a soli 24 anni, Patrizio Reyna e di Savoia e Azaea Reyna e di Savoia. Anche con Luis Reyna, però, non troverà del tutto la pace visto che fu ucciso in Messico nel 1999. Nel frattempo, però, la storia con Arena continuava a far parlare perché in alcune interviste spiegò di essere stata soggiogata dall’attore: «A Casal Palocco, nella sua villetta, finii per sentirmi un oggetto. – disse – L’ambiente mi faceva schifo, lui mi disgustava: quell’uomo non mi piaceva affatto, mi era rimasto impresso per la sua volgarità».

Una copertina di Gente che raffigura Beatrice di Savoia

A “Domenica In” nel 1985 arrivò addirittura a dire: «Tra me e Maurizio non c’è stato nessun rapporto sentimentale né di altra natura». Dichiarazioni che fecero infuriare gli eredi di Arena (morto nel 1979 a soli 45 anni) al punto da denunciare la donna portandola in Tribunale dove venne condannata a pagare un risarcimento milionario. Maurizio Arena era un amico di noi cronisti e con noi si confidava spesso.

Era uno del popolo e voleva molto bene a noi giovanissimi che cominciavamo ad occuparci della cronaca rosa dei vip e ci prometteva confidenze ed esclusive. La loro storia fu una delle grandi storie che seguii agli inizi della mia carriera, e non poteva essere altrimenti perché era impossibile non appassionarsi alla storia dell’attore borgataro e della principessa.

Beatrice di Savoia e Maurizio Arena all’aeroporto di Roma

Comments


Lascia un commento