Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Roma: a Tor Bella Monaca Salvini si “tuffa” nel bagno di folla oceanica

Matteo Salvini ha scelto Tor Bella Monaca, una delle periferie di Roma, per chiudere la campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative che il prossimo 3 e 4 ottobre sceglieranno il sindaco della Capitale.


 Michetti primo al ballottaggio e Lega la sorpresa delle elezioni

di Brunetto Fantauzzi (per il Quotidiano l’Italiano)

ROMA – E’ tutto un tripudio per il Centro destra per l’abruzzese marsicano Enrico Michetti, destinato ad una buona e sana conduzione della Capitale d’Italia

Matteo Salvini ha scelto Tor Bella Monaca, una delle periferie di Roma, per chiudere la campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative che il prossimo 3 e 4 ottobre sceglieranno il sindaco della Capitale.

Mentre la leader di Fratelli d’Italia, on. Meloni conquistava Monteverde, Salvini teneva il comizio di chiusura a Tor Bella Monaca., periferia romana tra le più difficili da gestire per chiunque.

Il leader della Lega è convinto della bontà della scelta di Enrico Michetti:

 “Non solo è il candidato giusto, ma la cosa importante è che sarà il sindaco giusto per Roma.

In bocca al lupo perché con Simonetta Matone ti aspettano 5 anni di duro lavoro.

 Non c’è nessuna separazione, nella Lega, le separazioni sono altrove. C’è una sola Lega che è al governo e ottiene risultati.

 Noi siamo qui per gridare che Tor Bella Monaca, come Corviale, Primavalle, San Basilio, non sono delinquenti e spacciatori ma una maggioranza di persone perbene, famiglie, mamme, bambini., lavoratori onesti e qualificati

 Abbiamo deciso di non stare nei salotti buoni frequentati da Calenda, Gualtieri, Raggi e qualche cinghiale

“Sono convinto che – ha detto Salvini davanti alla folla romana – Michetti arriverà al ballottaggio con un grande vantaggio sulla sinistra e la Lega sarà la sorpresa di queste elezioni per il comune di Roma.

 Michetti avrà 10 punti in più del secondo, e la Lega prenderà molti più voti di quanto qualche giornalista di Repubblica o del Fatto scrive.

 All’onestà noi vogliamo aggiungere la competenza, ce la ricordiamo ancora Virginia Raggi che diceva ‘onestà-onestà’. Ma l’onestà non basta. Lascio il futuro di Roma in mano a voi, da romano di adozione, mi rifiuto di pensare a Roma in mano di incapaci di Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, non possiamo permettercelo.

Comments


Lascia un commento