Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Ad Avellino ancora un solo punto per il Catan…zero!

Finisce a reti inviolate il big-match della Lega Pro Girone C tra due club che non riescono a decollare e finiscono per accontentarsi di un punto per uno che non aiuta nessuno


di Lorenzo Fazio (per il Quotidiano l’Italiano)

Avellino – Nuovo pareggio per il Catanzaro di mister Calabro stavolta contro un’altra big del girone, l’Avellino dell’ex Piero Braglia. Quinto pari stagionale per i giallorossi che evidenziano nette difficoltà nel creare gioco e occasioni da rete nonostante una difesa solidissima. Zero a zero il risultato finale al “Partenio” ed entrambe le squadre che restano appaiate a metà classifica con 8 punti totali a ridosso della zona playoff.  Avvio di gara, diretta dal sig. Tremolada di Monza, con un calcio d’angolo a testa per le due squadre ma entrambi i palloni sventagliati nel mezzo vengono allontanati dalle rispettive retroguardie. Al 10′ il Catanzaro grida al goal con Vandeputte che batte Forte con una conclusione in area di rigore ma viene ravvisato il fuorigioco. L’Avellino raggiunge quota 4 corner fino al 15′ del primo tempo ma senza creare particolari pericoli a Branduani. Ci provano per il Catanzaro Bearzotti, conclusione difficile e lontana dallo specchio della porta, e Cianci, involato verso la porta tenta un assist sventato da Dossena. L’occasione più ghiotta è per il Catanzaro sui piedi di Verna che sbuca improvvisamente e si ritrova solo a solo con Forte che si oppone mentre sulla ribattuta Vandeputte viene anticipato miracolosamente da Bove che sventa tutto mandando in corner. Ci prova l’Avellino con una punizione di Aloi, Branduani respinge. Contatto in area Catanzaro tra Welbeck e Aloi, il pubblico chiede il rigore ma è un nulla di fatto. Finale di frazione intenso con qualche giallo di troppo da entrambe le parti. Occasione Avellino con Rizzo ma il suo tiro finisce sul fondo. Due minuti di recupero senza occasioni degne di nota e squadre che vanno al riposo. Nella ripresa buon avvio del Catanzaro con un cross di Porcino dalla sinistra, sponda di Vandeputte ma nessun attaccante è presente all’appello per la conclusione. Ancora i giallorossi pericolosi con una conclusione di Bearzotti, facile preda di Forte, e un colpo di testa di Vazquez che non centra la porta. Occasione Avellino con D’Angelo che di prima colpisce Scognamillo e sulla ribattuta si fa nuovamente ipnotizzare questa volta da Branduani. Inizia una girandola di sostituzioni da entrambe le parti, il pari serve a poco ad entrambe e si fa di tutto per portare a casa l’intera posta in palio. Ancora D’Angelo pericoloso con una conclusione volante che centra in pieno la traversa. Ultimo sussulto del match è ancora dei biancoverdi con una conclusione centrale di Carriero dagli sviluppi di un corner. Al triplice fischio è ancora risultato a occhiali. Campionato che non decolla per Avellino e Catanzaro, ma c’è il tempo per correre ai ripari e dare alla stagione il senso giusto.

IL TABELLINO DI AVELLINO – CATANZARO 0 – 0

AVELLINO (3-5-1-1): Forte; Ciancio, Dossena, Bove; Rizzo, Carriero, Aloi, D’Angelo, Mignanelli; Mastalli; Maniero. A disp.: Pane, Tito, Sbraga, Matera, De Francesco, Gagliano, Messina. All.: Braglia.

CATANZARO (3-5-2): Branduani; Scognamillo, Fazio, Martinelli; Bearzotti, Verna, Wellbeck, Vandeputte, Porcino; Cianci, Vazquez. A disp.: Nocchi, Romagnoli, Tentardini, De Santis, Curiale, Bombagi, Monterisi, Cinelli, Ortisi, Risolo, Carlini, Gatti. All.: Calabro.

Arbitro: Paride Tremolada della sezione di Monza. 

Ammoniti: Braglia (A, non dal campo), Porcino (C), Carriero (A), Wellbeck (C), Bove (A), Aloi (A), Tito (A).

Domanda di Lorenzo Fazio per “L’Italiano”:Mister, si sono evidenziate in questo avvio di stagione difficoltà nel creare gioco e occasioni. Cosa serve a questa squadra per dare una sterzata definitiva per spiccare il volo?

Calabro: È evidente, l’ho detto prima. Serve, se possibile, modificare qualcosa senza peggiorare ma cercando di migliorare perché quando modifichi qualcosa sai quello che stai lasciando ma non sai cosa stai trovando. Devo cercare di trovare qualcosa di diverso.

Comments


Lascia un commento