Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Suicidio AssistitoPro Vita & Famiglia: «Proposta di legge alla Camera il 25 ottobre, persino in Olanda è reato, ma in Italia si vuole legalizzare»

Nel mondo su 194 paesi solo sette hanno legalizzato il suicidio assistito. Quello che viene presentato come un diritto è in realtà una grande sconfitta per tutta la società


dalla Redazione Romana del Quotidiano l’Italiano

ROMA – Ottobre – La capigruppo di Montecitorio ha deciso di calendarizzare per il prossimo 25 ottobre l’arrivo in Aula della proposta di legge sul suicidio assistito. Proprio in queste ore ci giunge notizia che in Olanda è stato arrestato Jos van Wijk, il presidente della Coöperatie Laatste Wil, un’associazione che promuove il suicidio assistito, con l’accusa di partecipare a un’organizzazione criminale, poiché il suicidio assistito è illegale.

«Persino in Olanda, che purtroppo rappresenta la patria dell’eutanasia, dove si somministra la morte in modo spregiudicato ai bambini, ai malati di mente e persino a “chi è stanco di vivere”, ci si è resi conto che consentire il suicidio assistito comporta il rischio di grossi abusi ai danni di persone fragili, malate e anziane», ha commentato Toni Brandi, presidente di Pro Vita & Famiglia.

«Forse dovremmo interrogarci sul perché nel mondo su 194 paesi solo sette hanno legalizzato il suicidio assistito. Quello che viene presentato come un diritto è in realtà una grande sconfitta per tutta la società che non è in grado di dare alternative sopprimendo il sofferente, invece di sopprimere la sofferenza applicando finalmente la legge 38 sulle cure palliative. Una vera è propria “cultura dello scarto” di cui anziani e malati fanno le spese», ha proseguito Jacopo Coghe, vicepresidente di Pro Vita & Famiglia.

«Chiediamo ad alta voce ai politici di tutti gli schieramenti di fermare questo testo di legge che stenderebbe una coltre mortifera sulla nostra già tanto vessata Italia», ha concluso Toni Brandi.

Comments


Lascia un commento