Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Festival della Musica a Viterbo con Maria Primerano che apre “i Bemolli blu”

dalla Redazione Viterbese del Quotidiano l’Italiano Ha inaugurato il Festival di musica classica “I Bemolli sono blu”, a Viterbo nella…


dalla Redazione Viterbese del Quotidiano l’Italiano

Ha inaugurato il Festival di musica classica “I Bemolli sono blu”, a Viterbo nella bellissima chiesa del Gesù, su un prestigioso pianoforte a coda Steinway & Sons, Maria Primerano, la cardiologa-scrittrice catanzarese, questa volta in veste di pianista. Molta l’emozione creatasi tra il pubblico partecipante che ha ascoltato attentamente le raffinate musiche di Erik Satie e di Francesco Cilea proposte, tanto da dimenticare, il fotografo del Festival, per la suggestione creatasi, di scattare le foto durante l’esecuzione della prima Gymnopedie di Satie. E’ trascorsa così un’ora e venti, tra suggestive sfumature timbriche, malinconia, sensualità, pezzi lirici e brillanti, che la Primerano ha dedicato a sua madre, Flora Paonessa, scomparsa da poco, e che ha intrecciato con la lettura di qualche riga dal pamphlet su Amedeo Modigliani, scritto ultimamente e a quest’ultima dedicato, madre attenta, dolce e premurosa, pittrice e insegnante d’arte. Bellissime le pagine relative alle Gnossiennes di Satie ove, nella sesta, in particolare, la pianista ha suggerito di voler vedere, tra le note, l’Arlecchino di Picasso che irrompe nella scena teatrale e danza tra mille bagliori e sfumature di blu, sprigionando luminosità, malinconia , magia. In tema con il nome del Festival “I bemolli sono blu” anche il look della Primerano: abito in taffeta’ bluette e comode pantofole di visone blu, che hanno destato curiosità e moltissimo apprezzamento. Il concerto è stato presentato dal giornalista Rai Marco Silenzi e dalla stessa pianista che ha illustrato la genesi e il significato delle musiche proposte. Particolarmente soddisfatto il maestro Sandro De Palma, direttore artistico di questo Festival promosso dall’Associazione musicale Muzio Clementi. Il giorno successivo è seguita l’esibizione dell’ Ambasciatore Straordinario Plenipotenziario del Giappone in Italia Hiroshi Oe. “Solo per passione” il titolo delle prime due serate del Festival, intendendo con ciò che i primi due pianisti – Maria Primerano e l’Ambasciatore Hiroshi Oe – sono due illustri personaggi della società civile che, pur svolgendo nella vita un’altra professione, hanno sempre mantenuta alta la passione per la musica. Il Festival proseguirà con altri 25 prestigiosi concerti.

Nelle foto di Bruno Fini Maria Primerano e il Maestro Sandro De Palma e col giornalista RaiMarco Silenzi a Viterbo.

Comments


Lascia un commento