Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Fossato Serralta assegna la Cittadinanza Onoraria al Ministro Vittorio Colao

16 ottobre 2021 nel ridente centro della Pre Sila catanzarese il ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale nel Governo Draghi riceverà la Cittadinanza Onoraria dalle mani del Primo Cittadino dott. Domenico Raffaele


di Riccardo Colao (direttore del Quotidiano l’Italiano)

ROMA – La notizia ufficiale giunge in Redazione direttamente dal Gabinetto del sindaco di Fossato Serralta, dott. Domenico Raffaele, ridente centro della Pre-Sila, luogo originario della famiglia Colao che per tante generazioni ha visto la presenza di uomini illustri, notai, giudici, sindaci, podestà, avvocati) che hanno onorato con il loro impegno civico il Comune dalle origini antichissime. La cerimonia avrà luogo nella giornata di sabato 16 ottobre con inizio alle ore 16.

Una vista aerea del centro di Fossato Serralta ricostruito nel dopoguerra

La storia di Fossato Serralta coinvolge quella di Taverna (nella Magna Grecia l’antica Trischene) l’ancor più nota cittadina della avanguardia silana catanzarese.
Nell’anno 981, Taverna fu distrutta, e con essa, distrutto anche il Borgo Casale. I superstiti di Casale, optarono di rifugiarsi sulla collina denominata per l’appunto “Serra Alta“, morfologicamente a mo’ di sella circondata da pendii impervi. Sul costone diedero vita a fortificazioni difensive tracciando scavi (trincee), e dando vita per l’appunto al paese denominato Fossato Serralta.
Feudo dei Ruffo fino al 1464, epoca in cui passò al demanio regio. Fossato Serralta fu, per lungo tempo, Capoluogo, ed una delle tre “Università” sorte dalla distruzione di Trischene; ebbe giurisdizione sui borghi vicini come Pentone, Sorbo San Basile, Maranise, Savuci e Noce. Pentone si distaccò da Fossato Serralta nel 1838 e Sorbo San Basile nel 1850. Noce tra il 1943 e il 1946, fu completamente distrutta e scomparve, in conseguenza di alluvioni.
Maranise piccola frazione di Fossato, nel corso del secolo scorso fu sede notarile, nel borgo primeggiava l’industria della concia delle pelli e quella della filanda della lana, nonché la manifattura dei cestai.

Il Palazzo dell’Amministrazione Comunale di Fossato Serralta

La Famiglia Colao, da studi araldici eseguiti e rintracciabili fin dove è stato possibile approfondire, è presente in tale ambito territoriale a partire dal 1560 col capostipite Giuseppe (proprietario terriero) dal quale poi discendono tutti i successivi rami.

Vittorio Colao, figlio di un fossatese e di madre bresciana, ha visto la luce a Brescia, si è laureato alla Università Bocconi acquisendo poi un Master in Business Administration alla Harvard University. Ha svolto il servizio militare come Sottotenente dell’Arma dei Carabinieri, ma si è formato come Allievo Ufficiale di Complemento degli Alpini, frequentando il 116 Corso AUC della SMALP di Aosta. Ha iniziato la sua carriera lavorando a Londra presso la banca d’affari Morgan Stanley. Ha lavorato poi per dieci anni negli uffici di Milano della società McKinsey & Company.

Il Ministro dott. Vittorio Colao prossimo Cittadino Onorario di Fossato Serralta

Nel 1996 è nominato direttore generale di Omnitel Pronto Italia (oggi Vodafone Italia). Nel 1999 è amministratore delegato di Vodafone Omnitel (divisione italiana). Nel 2001 è diventato CEO regionale di Vodafone per l’Europa meridionale. Nel 2002 è stato membro del consiglio di amministrazione della società, e nel 2003 èstato nominato CEO regionale per Europa meridionale, Medio Oriente e Africa.

Nel 2004 ha lasciato Vodafone per la carica di amministratore delegato di Rizzoli Corriere della Sera – RCS MediaGroup, incarico che ha ricoperto fino al 2006. Quindi nell’ottobre dello stesso anno è rientrato in Vodafone quale vice amministratore delegato a capo della divisione Europa.

Il 29 luglio 2008 ha sostituito Arun Sarin come amministratore delegato di Vodafone, primo ed unico italiano a dirigere un’azienda internazionale di proprietà estera (britannica in particolare).

Nel 2015 è stato amministratore non esecutivo di Unilever.

Tre anni dopo, il 15 maggio 2018 Vittorio Colao ha annunciato le dimissioni dal Vodafone Group mentre dal 2019 ha fatto parte del comitato direttivo (Board of Directors) della società di telefonia wireless Verizon.

Nell’aprile 2020 il governo Conte II lo ha incaricato di presiedere la Task Force della cosiddetta “Fase 2” per la ricostruzione economica del Paese dopo la pandemia di COVID-19 del 2019-2021. Incarico per il quale non ha percepito alcun compenso di natura economica,

Il 13 febbraio 2021 è stato nominato Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale nel Governo Draghi.

Vittorio Colao Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale
nel Governo Draghi

Il 16 ottobre, come già annunciato, il Comune di Fossato Serralta che conta 590 cittadini residenti ne avrà uno in più, sia pure onorario ma di grande prestigio.

Complimenti all’Amministrazione Comunale presieduta dal dinamico sindaco dott. Domenico Raffaele che con questo gesto ha inteso riallacciare quel legame di affetto e di fratellanza civica, storica, indissolubile che lega da secoli la famiglia Colao con Fossato Serralta.

Riccardo Colao

Comments


Lascia un commento