Tuesday, October 19, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Leiten, Punggl, Stein, Angra: Nals Margreid propone tre vini bianchi e un rosso come benvenuto all’autunno 2021

La cantina altoatesina Nals Margreid coltiva la propria uva con cura, passione e umanità e la lavora con le tecniche più evolute. Nascono così vini autentici che ben raccontano il territorio d’origine.


dalla Redazione Enogastronomica del Quotidiano l’Italiani

Forte dei suoi 160 ettari di vigne da sogno, che si estendono da Nalles a Magrè, la cantina altoatesina Nals Margreid coltiva la propria uva con cura, passione e umanità e la lavora con le tecniche più evolute. Nascono così vini autentici che ben raccontano il territorio d’origine. 
Nalles (BZ), – Per dare il benvenuto alla stagione autunnale, la cantina vitivinicola altoatesina Nals Margreid propone quattro etichette ben rappresentative del territorio d’origine e ricche di profumi e sapori: Leiten Gewürztraminer 2020Punggl Pinot Grigio 2019Stein Sauvignon 2020 Angra Pinot Noir 2020; rispettivamente tre bianchi e un rosso che, per complessità, struttura e gusto ben si adattano alle basse temperature in arrivo. 
Leiten Gewürztraminer 2020
100% Gewurztraminer. Il mosto viene lasciato a fermentare per circa tre settimane in serbatoi di acciaio e, prima di essere imbottigliato, matura per altri cinque mesi circa su lieviti fini. Dal pranzo alla cena, Leiten è il vino giusto. Informale con i suoi profumi di ananas e kiwi, rosmarino e spezie, può ravvivare un light lunch a bordo piscina, può essere un allegro aperitivo con gli amici e può dare intensità e interesse a una cena in coppia. Rotondo e succoso di frutta esotica, sinuoso e versatile, è un prodotto che fa del piacere la sua arma di seduzione. Servito a una temperatura di 10°-12° C, il piacere aumenta se degustato con asparagi e uova o con una passatina di ceci e gamberi.
Punggl Pinot Grigio 2019
100% Pinot Grigio. Il mosto viene lasciato a fermentare per circa tre settimane in botti di legno da 30hl e matura, infine, per 8 mesi su lieviti fini. In Punggl troviamo tutta la freschezza e l’eleganza dei vini delle Alpi, un gioco di suggestioni ed emozioni che ricordano la montagna e il Mediterraneo e proiettano la mente dalle grandi altitudini al mare: un viaggio dei pensieri alla ricerca di terre inesplorate. I profumi sono quelli dolci e balsamici della purea di albicocca, del litchi e del timo fresco e l’assaggio regala pienezza e profondità con acidità e sapidità ben in risalto. Servito a una temperatura di 10°-12° C, stuzzica l’abbinamento con dolmades e souvlaki, pietanze tipiche della tradizione greca.
Stein Sauvignon 2020
100% Sauvignon Blanc. Il mosto fermenta per tre settimane in serbatoi di acciaio; prima dell’imbottigliamento, il vino matura per cinque mesi su lieviti fini. Il tripudio degli aromi, l’esotismo e gli spigoli. Stein non è un vino liscio e, ad ogni assaggio, svela il suo carattere indomito e di personalità. Ricco di sensazioni olfattive come erbe aromatiche, agrumi, chinotto, litchi e sambuco, in bocca esplode per spessore e sapidità, croccantezza e un’avvolgente spalla acida. E conquista per qualità e forza di gusto. Servito ad una temperatura di servizio di 10°-12° C e abbinato al pollo alla paprika o a una zuppa piccante di Sichuan, diventa un’esaltante e intrigante esperienza per il palato.
Angra Pinot Noir 2020
100% Pinot Noir. Il mosto fermenta in cisterne di acciaio con delicati rimontaggi, seguono fermentazione malolattica e maturazione per sette mesi in botti di legno da 40 hl. Pochi vini accarezzano i sensi con una tale intensità e solleticano la nostra fantasia, narrando storie di opulenza e regalità, senza mai rinunciare alla compostezza ed eleganza tipiche del vitigno. Le sensazioni sono quelle del velluto e il piacere ha la sostanza di un sogno. I profumi sono netti e decisi di lampone e ciliegia con una nota di pepe nero sul finale. All’assaggio è pieno, succoso, fresco e di buona persistenza. Temperatura ideale di servizio di 16°-18°, perfetto nell’abbinamento con pasta alla genovese o fegato di vitello alla romana.

Comments


Lascia un commento