Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Il Catanzaro a mitraglia e il vascello del Taranto affonda

Finisce tre a zero per i giallorossi una sfida mai in discussione e largamente dominata dalla squadra di casa, alla terza vittoria consecutiva. Prima del match una bella iniziativa della società del presidente Floriano Noto che ha personalmente omaggiato, insieme al DG Diego Foresti, la famiglia dell’ex portiere giallorosso Daniel Leone, prematuramente scomparso, con una maglia ricordo


di Lorenzo Fazio corrispondenza per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Bello, convincente ma soprattutto vincente il Catanzaro di mister Calabro che batte nettamente il Taranto degli ex Giovinco e Riccardi al “Nicola Ceravolo”. Finisce tre a zero per i giallorossi una sfida mai in discussione e largamente dominata dalla squadra di casa, alla terza vittoria consecutiva. Prima del match una bella iniziativa della società del presidente Floriano Noto che ha personalmente omaggiato, insieme al DG Diego Foresti, la famiglia dell’ex portiere giallorosso Daniel Leone, prematuramente scomparso, con una maglia ricordo.

La consegna della maglia ricordo da parte dei dirigenti dell’U.S. Catanzaro alla famiglia dell’ex portiere giallorosso Daniel Leone recentemente scomparso 

Tornando alla gara, il match parte subito con un avvio sprint del Catanzaro. Ci prova Bombagi con un buon inserimento in area su assist di Carlini ma è fallo in attacco. Applausi per i giallorossi dagli spalti in questo avvio con un Catanzaro ordinato in campo ed elegante nel palleggio. Welbeck recupera palla, inserimento perfetto di Verna che calcia di piatto destro verso l’angolino, Chiorra si oppone ma non può nulla su Cianci che la mette dentro a porta vuota. Ma l’assistente alza la bandierina, fuorigioco e goal annullato.

Prima del fischio d’inizio di Catanzaro – Taranto

Il Catanzaro disegna calcio in avvio con alcuni lanci perfetti di Martinelli dalle retrovie e di Welbeck in mezzo al campo oltre agli ispiratissimi Rolando e Vandeputte sugli esterni. Gran giocata di Rolando e cross per Bombagi che prova la conclusione volante ma viene contrastato da Benassai. Ancora fallo in attacco del 10 giallorosso. Assolo dalla sinistra di Vandeputte, rientra sul destro per calciare e palla a fil di palo. Calcio d’angolo per il Catanzaro, batte il solito Vandeputte per Scongamillo, che è forse l’ultimo a toccare, ma palla che finisce nettamente alta. Scambio Vandeputte-Rolando ancora da corner, il 23 giallorosso si libera alla conclusione che finisce di poco a lato.

Il Taranto si fa vedere in area giallorossa, cross dalla sinistra di Giovinco (fratello del più noto Sebastian, ex Juventus), Martinelli svirgola e favorisce il pallonetto di Labriola che finisce alto. Lo stesso Martinelli ci prova in fase offensiva con una conclusione al volo ma la palla è intercettata quasi sulla linea e poi facile preda di Chiorra. Ancora Giovinco a rendersi pericoloso, decisamente in palla dopo un avvio di gara con qualche errore in fase di palleggio, sfugge ancora a Martinelli che lo stende appena fuori area. Ammonito il capitano giallorosso  e punizione calciata dallo stesso Giovinco e deviata dalla barriera in angolo. Dal minuto 34 al 36 uno due micidiale del Catanzaro che prima si porta in vantaggio con Cianci e poi raddoppia con Vandeputte. Il goal del vantaggio nasce da un tiro di Vandeputte dalla distanza respinto da Chiorra, sulla ribattuta ci prova Bombagi ma a chiudere in rete è il bomber di Bari Vecchia, al suo secondo goal in giallorosso. Il raddoppio, invece, è l’ennesimo assolo di Vandeputte con uno splendido tiro a giro che finisce in fondo al sacco per la gioia dei tifosi sugli spalti.

Lo stesso Vandeputte ci proverà poco dopo di testa dagli sviluppi di un calcio di punizione, respinta miracolosa di Chiorra ma l’arbitro ravvisa il fuorigioco. Ultimo sussulto del primo tempo è una ghiotta occasione per il Taranto. Saraniti da solo in area ci prova con un tiro al volo ma è centrale e Branduani la mette in angolo. Si va al riposo sul due a zero per i padroni di casa. Ripresa che inizia con qualche buon fraseggio da entrambe le parti nei primi quindici minuti, ma entrambe le difese arginano bene gli spunti offensivi dei rispettivi reparti avanzati. Carlini per Vandeputte in area Taranto ma la conclusione dell’esterno giallorosso è alta e fuori misura. Occasione Taranto! Palla che attraversa tutta l’area di rigore dalla sinistra e doppia chance per Saraniti che, prima di testa e poi di piede, viene intercettato da Vandeputte, utilissimo anche in fase difensiva.

Il Catanzaro si fa pericoloso con Rolando dalla destra, ottimo cross per l’accorrente Bombagi che di testa centra la traversa. E’ sempre Giovinco il più pericoloso dei suoi, discesa dalla fascia destra e conclusione da fuori area. Branduani c’è e spedisce in angolo. Occasione per il Catanzaro. Vandeputte mette in mezzo la sfera per Vazquez che a porta vuota, ma contrastato in maniera decisiva, la manda alta di prima intenzione. Ma si rifarà “El Cabezon” giallorosso procurandosi un penalty dopo un ottimo pressing in area avversaria, costringendo l’ex Riccardi al fallo da rigore.

Lo stesso Vazquez si incaricherà della battuta, palla alla destra di Chiorra e corsa sotto la “Capraro” per il goal che chiude il match. Non ci saranno altre azioni degne di nota fino al triplice fischio, dopo quattro minuti di recupero. Per il Catanzaro la marcia è ben innestata e testa già proiettata al mercoledì di campionato dove Martinelli & Co. faranno visita al Latina.

Postazione riservata al Quotidiano l’Italiano in Tribuna Stampa al “Nicola Ceravolo” con la cartella delle formazioni delle due squadre scese in campo


SALA STAMPA: Fazio per il Quotidiano l’italianoIl suo Catanzaro vince e convince, complimenti per questa nuova vittoria Mister. Cos’è andato bene oggi, secondo lei, e cosa meno bene? E un suo pensiero sulle prove di Bombagi e Welbeck e sulle condizioni di Cianci, uscito a metà partita?

Mister Calabro: Sono contento delle prove di tutti, sulla prestazione di tutta la squadra, sulla prestazione di chi è entrato e sulla prestazione di chi è stato in panchina che non è stato utile nella gara ma si è prodigato a fare gruppo. Cianci si è bloccato con il collo a fine primo tempo e ho ritenuto opportuno sostituirlo.
Cianci, attaccante US Catanzaro: Una vittoria di gruppo, di carattere, l’abbiamo voluta a tutti i costi. Abbiamo intrapreso una strada importante, quindi bisogna continuare su questa strada senza abbassare la guardia. Il Taranto aveva subito finora tre goal. Era importante sbloccarla subito perchè sapevamo che si difendevano bene. Avevamo visto qualcosa in settimana e sapevamo dove colpirli. Ora sto bene, ho avuto la possibilità di giocare tre-quattro partite di fila, inizio a stare bene. Qui mi trovo benissimo, alla grande, e sono contento di questo.

CATANZARO – TARANTO 3 – 0 – IL TABELLINO

MARCATORI: 34′ Cianci, 36′ Vandeputte, 81′ Vazquez (rig.)
CATANZARO: Branduani, Scognamillo, Fazio, Martinelli (61′ De Santis), Rolando, Verna, Welbeck, Vandeputte (82′ Cinelli), Carlini (69′ Porcino), Bombagi (82′ Curiale), Cianci (45′ Vazquez)A disp.: Romagnoli, Tentardini, Monterisi, Ortisi, Risolo, Bearzotti, Gatti All.: Antonio Calabro
TARANTO: Chiorra, Riccardi, Zullo, Benassai, Ferrara (82′ De Maria), Labriola (59′ Santarpia), Marsili, Civilleri (59′ Bellocq), Pacilli, Saraniti, Giovinco (82′ Ghisleni)A disp.: Loliva, Antonino, Tomassini, Granata, Mastromonaco, Cannavaro, Italeng. All.: Giuseppe Laterza 
ARBITRO: Francesco Carrione di Castellammare di Stabia1° ASSISTENTE: Rosario Antonio Grasso di Acireale2° ASSISTENTE: Andrea Bianchini di Perugia QUARTO UFFICIALE: Valerio Maranesi di Ciampino
NOTE: Calci d’angolo 6-11 per il Taranto, Ammoniti: Martinelli e Cianci per il Catanzaro, Ferrara, Civilleri, Labriola, Pacillo e il DS Montervino per il Taranto, Recupero: 2′ p.t., 4′ s.t., Spettatori: 2.420 di cui 1626 paganti e 794 abbonati

Comments


Lascia un commento