Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Whirlpool conferma i licenziamenti: 321 famiglie in mezzo alla strada Giuseppe Alviti (Fnl) il governo deve dimettersi in primis il ministro Di Maio che aveva assicurato la soluzione positiva della vicenda

Nel corso della prossima settimana è previsto un nuovo incontro sulla vertenza Whirlpool, nel frattempo Giorgetti esporrà a Draghi la situazione nei dettagli e verranno dettate le linee guida da seguire. Nel frattempo, a conti fatti, 321 operai saranno licenziati e ciò vuol dire 321 famiglie senza stipendio, che non sanno cosa accadrà. Le lettere di licenziamento sono congelate fino al 22 ottobre, ma da quella data potranno essere consegnate.


dalla Redazione Napoletana del Quotidiano l’Italiano

NAPOLI – Il Governo si è arreso, ha dovuto arrendersi. Non è bastato il confronto durato ben 17 ore al Mise per convincere Whirlpool a fare un passo indietro e restare a Napoli, dove possiede una delle sue industrie di eccellenza e più profittevoli.

La scelta di chiudere lo stabilimento non ha senso, a meno che la multinazionale non abbia già deciso di realizzare le lavatrici in un’altra nazione, dove può pagare meno i dipendenti e magari garantendo meno diritti, per aumentare il profitto.

Nel corso della prossima settimana è previsto un nuovo incontro sulla vertenza Whirlpool, nel frattempo Giorgetti esporrà a Draghi la situazione nei dettagli e verranno dettate le linee guida da seguire. Nel frattempo, a conti fatti, 321 operai saranno licenziati e ciò vuol dire 321 famiglie senza stipendio, che non sanno cosa accadrà. Le lettere di licenziamento sono congelate fino al 22 ottobre, ma da quella data potranno essere consegnate.

Dura posizione del noto sindacalista napoletano Giuseppe Alviti leader Federazione nazionale Lavoratori: “E’ Una sconfitta dello Stato” – e incalza ancora – “questo dimostra che siamo sotto un governo a dittatura padronale senza nessuna tutela per la dignità del lavoratore ” e conclude invocando le dimissioni dell esecutivo tutto in primis del ministro Bambino Di Maio che da sempre viene a fare passerella politica sulle spalle dei lavoratori Whirlpool per poi venderli a meno di trenta danari”

Giuseppe Alviti leader Federazione nazionale Lavoratori

Comments


Lascia un commento