Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro – Girone C – Il Catanzaro rotola dalla Turris e perde terreno dalle inseguitrici

Giannone, applica la dura lex dell’ex e risolve la disfida tra le due inseguitrici. Ora per i giallorossi catanzaresi si fa veramente dura per risalire la china


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

Battuta d’arresto per il Catanzaro del presidente Floriano Noto, che non da’ seguito alla vincente sfida interna con il Messina. Per i giallorossi era necessario vincere dopo le vittorie di giornata di Bari, Palermo e Monopoli ma la Turris si è dimostrata ancora una volta avversario ostico e difficile da affrontare. Uno a zero il risultato finale per i campani con goal di Giannone, in giallorosso dal 2018 al 2020. Al “Liguori” di Torre del Greco si affrontano due ottime squadre, la Turris e il Catanzaro appunto, desiderose di punti per alimentare la propria classifica. Avvio sprint della Turris con una doppia grande occasione dopo tre minuti.

Leonetti in area si libera del diretto avversario e calcia trovando l’opposizione di Branduani, ancora Leonetti sulla respinta serve Barutti che prova a concludere ma ancora il portiere giallorosso è attento e devia con i piedi in corner. Al 5′ colpo di testa di Leonetti che finisce di poco alto. Minuto 11 con la Turris ancora pericolosa grazie allo spunto di Barutti dalla sinistra, palla in mezzo per Giannone che colpisce la sfera con il ginocchio mandando alto da pochi metri. Clamoroso errore dell’ex giallorosso, capitano dei campani. Al 21′ prima sortita offensiva del Catanzaro con Tentardini che crossa in mezzo per Cianci sul primo palo, deviazione del 99 giallorosso ma Perina risponde presente e devia in angolo. Dopo un avvio difficile il Catanzaro sembra aver preso possesso del pallone e superato il forte avvio di frazione della Turris. Alla mezz’ora di gioco arriva il primo cartellino giallo del match per una dura entrata di Vandeputte su Ghislandi. Seguiranno anche quelli per Manzi e Gatti, a dimostrazione di una gara dalla grande verve agonistica. Al 40′ pericoloso destro di Esempio dalla destra dell’area di rigore. Il suo rasoterra finisce di poco a lato della porta difesa da Branduani.

E’ l’ultimo spunto degno di cronaca del primo tempo che finisce con il risultato ad occhiali. Nella ripresa ci prova subito il Catanzaro, al 51′, con una deviazione di Fazio da calcio d’angolo ma il difensore giallorosso non trova la porta. Un minuto dopo risponde la Turris con un’azione incredibile di Franco che disorienta un paio di avversari ma, invece di calciare, serve Leonetti che da pochi passi non c’entra la porta. Occasione sprecata per la Turris.  Mister Calabro cerca di sistemare l’assetto dei suoi inserendo Vazquez e Risolo per Carlini e Vandeputte. Al 57′ tiro a giro del “mascherato” Santaniello, un pò sottotono alla lunga tanto da esser sostituito all’ora di gioco, ma nessun pericolo per Branduani. Al 61′ Franco ispira ancora per Leonetti che non calcia ma cerca il passaggio nel mezzo, presa bassa di Branduani. A 20 dal termine il Catanzaro prova la carta Curiale, al posto di Cianci che si è battuto onorevolmente ma spesso troppo isolato. Al 71′ gran conclusione dalla distanza del solito Franco, dagli sviluppi di un corner, con Branduani che resta immobile ma il tiro è di poco fuori misura.  Al 76′ il vantaggio della Turris con un goal strepitoso dell’ex Giannone. Il capitano in maglia rossa avvia l’azione, serve Bordo che gli restituisce il pallone, controllo di destro e delizioso tocco sotto il sette di Giannone che supera Branduani. Esplode il “Liguori” e si fa dura per il Catanzaro. I giallorossi inseriscono Bayeye per dar spinta sulle fasce mentre Bruno Caneo concede la standing ovation a Giannone, al nono goal stagionale, inserendo Di Nunzio.

Poche emozioni nel finale con il Catanzaro che si getta a capo fitto alla ricerca del pari e la Turris che non sfrutta le ripartenze e gli spazi lasciati dagli ospiti. Al 94′ occasione per il Catanzaro con Bayeye in area di rigore ma finisce tutto in un nulla di fatto e al triplice fischio sono i padroni di casa a gioire. Per il Catanzaro è tempo di voltare subito pagina e pensare alla prossima sfida dove al “Ceravolo” arriverà la Juve Stabia dell’ex Felice Evacuo.

TABELLINO INIZIALE TURRIS – CATANZARO:

Turris (3-4-3): Perina; Manzi, Lorenzini, Esempio; Ghislandi (46′ Finardi), Bordo, Franco, Varutti; Giannone (81′ Di Nunzio), Santaniello (61′ Loreto), Leonetti (84′ Pavone). A disposizione:  Abagnale, Colantuomo, Zanoni, Palmucci, Iglio, Giofrè, D’Oriano, Sartore. Allenatore: Bruno Caneo

Catanzaro (3-4-1-2): Branduani; Martinelli, Fazio, Gatti; Tentardini (81′ Bayeye), Verna, Welbeck, Vandeputte (56′ Risolo); Carlini (56′ Vazquez); Bombagi (46′ Bearzotti), Cianci (69′ Curiale). A disposizione: Romagnoli, Nocchi, De Santis, Monterisi, Porcino, Cinelli, Ortisi. Allenatore: Antonio Calabro

Arbitro: Nicolò Marini della sezione di Trieste

Assistenti: Amir Salama di Ostia Lido – Marco Ceolin di Treviso

Quarto Ufficiale: Valerio Maranesi di Ciampino

Marcatori: 77′ Giannone (T)

Ammoniti: Manzi, Franco (T), Vandeputte, Gatti, Cianci (C)


Comments


Lascia un commento