Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Il Comune di Catanzaro ringrazia il Quotidiano l’Italiano e annuncia l’apertura dei servizi telematici anche alle altre modalità prima escluse

L’URP del Comune catanzarese: ringrazia per la segnalazione! Riteniamo che i tanti lettori che avevano notato e sollecitato la disfunzione a riguardo dell’accesso alla piattaforma dema, detentori degli altri “pass” autorizzati per l’accesso ai servizi possano – almeno per il momento – sperare di poter utilizzare la CIE e la CNS anche se privi dello spid.


dalla Redazione Catanzarese del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Dopo la pubblicazione del nostro servizio il Comune di Catanzaro ha preso le misure e ha comunicato di aver avviato le procedure per adeguare il servizio “dema.comunecatanzaro.it” anche alle altre modalità d’ingresso previsto dalle vigenti leggi sull’innovazione e sulla trasformazione tecnologica.

Ecco il testo della mail pervenuta alla redazione centrale del nostro quotidiano l’Italiano, inviata dall’URP del Comune catanzarese: “Si ringrazia per la segnalazione!
Si fa presente che il Comune di Catanzaro è stato uno dei primi comuni della Calabria ad aderire al Sistema Pubblico per l’Identità Digitale (SPID) per l’accesso ai servizi online per il cittadino, firmando la convenzione con AGID nell’ottobre del 2020.
Per quanto riguarda la CIE (che per tipologia può essere in alternativa alla CNS), è stata già sottoscritta la convenzione con il Ministero dell’Interno ed è stata avviata la federazione per l’adesione allo schema “Entra con CIE”; come da roadmap prestabilita si stanno effettuando gli ultimi test nell’ambiente di pre-collaudo e tra qualche giorno sarà possibile utilizzare questo ulteriore sistema di autenticazione di accesso ai servizi on-line dell’Ente, che necessita, rispetto allo SPID, oltre che alla Carta di Identità Elettronica, anche di un dispositivo lettore di smart-card o di uno smartphone dotato di tecnologia NFC!

Si coglie l’occasione di far presente, che questo Ente già da qualche anno ha intrapreso un percorso di innovazione digitale, definendo una struttura specifica denominata Servizi Informatici e Transizione al Digitale, che ha avviato una serie di passi importanti per favorire la diffusione dei servizi digitali sia all’interno dell’Amministrazione che nei confronti della cittadinanza; a titolo esemplificativo, si è aderito alle seguenti piattaforme abilitanti:
– SPID
– CIE (in via di completamento)
– App-IO (è stata già firmata la convenzione con PagoPA e a breve saranno pubblicati diversi servizi di utilità per il cittadino fruibili direttamente dallo smartphone)
– ANPR
– PagoPA
– Conservazione Digitale
– SIOPE+

oltre alle principali infrastrutture previste dal Piano Triennale di AGID – Presidenza del Consiglio dei Ministri, come ad esempio il CloudPA (principio del cloud first) e il SPC (Sistema Pubblico della Connettività).

Per quanto riguarda l’impossibilità di contattare nessuno attraverso il centralino, si fa presente che questi è sempre presidiato negli orari d’ufficio, e nel caso di linee intasate è stata predisposta a suo tempo una informativa musicale che invita l’utente ad attendere il proprio turno.
Settore Servizi Finanziari Ufficio Servizi Informatici e Transizione Digitale”

Pertanto riteniamo che i tanti lettori che avevano notato e sollecitato la disfunzione a riguardo dell’accesso alla piattaforma dema, detentori degli altri “pass” autorizzati per l’accesso ai servizi possano – almeno per il momento – sperare di poter utilizzare la CIE e la CNS anche se privi dello spid.

Ringraziamo il Comune di Catanzaro per la presa d’atto e per la buona volontà con la quale ci ha informato relativamente a questa vicenda. Per il momento, ma solo per il momento, è tutto da Catanzaro!.

Pasquale Talarico

Comments


Lascia un commento