Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Scompare a 93 anni, Teresa la madre dell’on.le Gianni Alemanno

Poi l’8 luglio è giunta la mia sentenza in Cassazione, tutte le inchieste si sono ridotte a niente e lei, raggiunto il suo ultimo obiettivo, la sua soddisfazione finale, ha cominciato ad andarsene. Questa è la sua storia, fatta di amore, di generosità infinita, di coraggio indomabile, la storia di mia madre Teresa.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Politica Italiana , at 17/11/2021 Tag:, , , ,

di Gianni Alemanno

ROMA – Mamma Teresa è andata in cielo. È terminata ieri una lunga vita di 93 anni di amore e di lotta per la propria famiglia. Cominciata con la nonna Paola e il nonno Alfio, socialista che pagò il prezzo delle sue idee, continuata sotto le incursioni degli aerei aglo-americani nel cielo di Gallipoli, insieme alle sue sorelle maggiori Lina e Titina e al fratello più piccolo Giovanni.

Fino a quando si innamorò e sposò Pino, ufficiale dell’esercito 16 anni più grande di lei, pronto a partire verso il Nord sui confini settentrionali dell’Italia nella guerra fredda. Ogni anno un trasferimento: Bari (dove sono nato io e mia sorella Gabriella), Casarsa, Udine, Padova, Piacenza, Bolzano, Torino.

La signora Teresa con il piccolo Gianni

E lei pronta con i bauli e le valigie in mano a seguire il suo uomo e a portare la sua famiglia. E, fra tutte queste prove, arriva un’altra figlia, Antonella, che muore a pochi anni, il suo angelo in paradiso. Il Generale Alemanno va in pensione e la famiglia si trasferisce a Roma all’alba degli anni ‘70, termina la guerra del marito e comincia quella del figlio.

Le risse sotto scuola in cui lei provava a mettersi in mezzo, poi le perquisizioni in casa e i mitra spianati della Digos affrontati con coraggio, come tante altre mamme di destra in quegli anni. Infine le file per portare al figlio i pacchi a Rebibbia per dieci lunghi mesi.Nel frattempo Pino si ammala e per più di quindici anni è tutto sulle spalle di Teresa.Arrivano i nipoti Edoardo e Manfredi e le altre grandi soddisfazioni, mai neanche sperate: la Camera dei deputati, il Ministero delle Politiche agricole e il Comune di Roma, la figlia dirigente di punta nelle Agenzie fiscali. Poi, ancora, le amarezze: le inchieste, le accuse, addirittura per associazione mafiosa, tutta la famiglia coinvolta.

La mamma e il padre dell’on. Alemanno, generale Pino

Un lungo calvario durato sette anni, stringendo i denti, arrabbiandosi ascoltando i telegiornali, contando i tantissimi che abbandonavano o addirittura tradivano.Ma Lei sapeva che tutto questo sarebbe finito, glielo dicevano Sant’Antonio e tutti i suoi cari che gli parlavano dal Cielo. E non mollava in attesa della Giustizia che doveva arrivare.

Una bella immagine della famiglia Alemanno

Poi l’8 luglio è giunta la mia sentenza in Cassazione, tutte le inchieste si sono ridotte a niente e lei, raggiunto il suo ultimo obiettivo, la sua soddisfazione finale, ha cominciato ad andarsene. Questa è la sua storia, fatta di amore, di generosità infinita, di coraggio indomabile, la storia di mia madre Teresa.

Gianni Alemanno

Una delle ultime immagini della signora Alemanno

La Direzione e la Redazione del Quotidiano l’Italiano porgono le più sentite condoglianze all’on. Gianni Alemanno per la perdita della cara Mamma

Comments


Lascia un commento