Tuesday, December 7, 2021
Quotidiano Nazionale Indipendente


Elezioni in vista a Catanzaro: Vito Bordino lancia il sasso e non nasconde la mano

Auspico che la figura del Sindaco che da ogni parte sarà individuata rivesta le caratteristiche di competenza, di conoscenza, di amore per la Città, di sensibilità, di serietà e di autentica cultura politica. Da attento osservatore delle dinamiche che si stanno succedendo e dalla evoluzione delle stesse se tutto ciò che ho paventato avverrà vedrà alla fine si un vincitore ma vedrà inesorabilmente la disfatta della Città.


dalla Redazione Catanzarese del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – “In vista delle elezioni comunali di Catanzaro della prossima primavera sembrerebbe che siano in atto “guerriglie politiche tra gruppi di potere”. Sembrerebbe che si stiano affilando le armi sia nel centro destra che nel centro sinistra. Sembrerebbe che anche l’occasione del rinnovo del Consiglio Provinciale del 18 dicembre voglia  essere una tappa per questi fini e  essere considerata una sorta di conta per definire equilibri che nulla hanno a che vedere con la Politica ma della prevalenza ovvero della prevaricazione fra gruppi di potere” – ha così esordito Vito Bordino della nCDU/Federazione Popolare Democratici Cristiani – per poi proseguire ancora sulla scia intrapresa.

Vito Bordino Vito Bordino – nCDU/Federazione Popolare Democratici Cristiani

“Si va da ogni parte all’incetta di candidature per le liste ma nessuna ombra di un progetto politico serio di rilancio della Città capoluogo. Sembrerebbe che anche stavolta vogliano prevalere le solite liturgie, gli incontri salottieri, il mercanteggiamento sui nomi dei potenziali candidati a Sindaco. Sembrerebbe che voglia prevalere l’assetto degli equilibri di potere. Sembrerebbe che a discapito della Città possano prevalere le rivendicazioni di questo o quel partito per designare il candidato Sindaco con l’unico criterio dell’appartenenza. Auspico che tutto ciò non accada perché ne subirebbe Catanzaro.

Auspico che la Città si svegli – ha precisato Bordino – e che ognuno al di là delle proprie appartenenze e convinzioni politiche voglia essere protagonista di una stagione di cambiamento reale. Auspico che ogni cittadino catanzarese voglia impegnarsi anche direttamente e scendere in pista per difendere la sua Città dall’assalto alla diligenza.  

Auspico che la figura del Sindaco che da ogni parte sarà individuata rivesta le caratteristiche di competenza, di conoscenza, di amore per la Città, di sensibilità, di serietà e di autentica cultura politica. Da attento osservatore delle dinamiche che si stanno succedendo e dalla evoluzione delle stesse se tutto ciò che ho paventato avverrà vedrà alla fine si un vincitore ma vedrà inesorabilmente la disfatta della Città.

E allora se davvero si vuole il bene di Catanzaro tutti mettano da parte gli interessi di parte, si faccia prevalere la qualità nelle liste e si coinvolgano i cittadini nella scelta del candidato Sindaco attraverso le primarie laddove ognuno rappresenti le proprie idee, le proposte e il programma con cui intende guidare la Città del futuro.

Il nostro unico interesse, senza retorica e infingimenti, è la Città cui siamo legati da sempre e che vorremmo contribuire a migliorare. Mettiamoci in testa una volta per tutte che la Città è dei catanzaresi e non dei potenti o pseudo tali di turno. Facciamo si che si apra un ampio confronto e non solo fra i soliti noti e che prevalga il primato della partecipazione e della Politica. Noi ci siamo e saremo vigili acché non avvenga impunemente che pochi mettano le mani sulla Città“. ha così concluso Vito Bordino della nCDU/Federazione Popolare Democratici Cristiani

Comments


Lascia un commento