Friday, October 7, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


E’ Mons. Claudio Maniago, Vescovo di Castellaneta, il nuovo Pastore della comunità diocesana catanzarese

E’ nato a Firenze. Nominato, dal Consiglio Episcopale Permanente della CEI, presidente del Centro di Azione Liturgica (CAL). Il 28 ottobre 2016 papa Francesco lo nomina membro della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Il 12 luglio 2014 è nominato Vescovo di Castellaneta. Dal 29 novembre 2021 è Arcivescovo di Catanzaro-Squillace.


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – La diocesi di Catanzaro-Squillace ha il suo nuovo Arcivescovo! E’ Mons. Claudio Maniago, Vescovo di Castellaneta da luglio 2014, il nuovo Pastore della comunità diocesana calabrese. A darne l’annuncio ieri, nella Basilica dell’Immacolata di Catanzaro, è stato l’amministratore apostolico Mons. Angelo Raffaele Panzetta, che ha guidato con semplicità e paterno affetto la diocesi in questi mesi burrascosi dopo le dimissioni di Mons. Bertolone. La nomina di Papa Francesco del nuovo Vescovo per la diocesi catanzarese è un soffio benedicente del Signore per una comunità reduce da un anno travagliato dagli avvenimenti sul Movimento Apostolico e la seguente rinuncia del precedente Arcivescovo alla guida della diocesi. Suggestiva e profetica l’immagine amatoriale scattata il giorno della nomina di Mons. Maniago in cui un meraviglioso arcobaleno si espande sul Palazzo Arcivescovile e una colomba, che rappresenta lo Spirito Santo, a volare su di esso. Un’immagine che sembra molto di più che un caso ma un segno di benedizione del Signore. Alle 12.00 di ieri, si è dato quindi lettura della nuova nomina e anche il saluto alla diocesi di Mons. Maniago, letto dal cerimoniere della diocesi Don Raffaele Zaffino. “Il Santo Padre mi chiama a servire il popolo di Dio in questa terra calabrese così ricca di fede, di tradizione, di carità, testimoniata da tanti santi e sante, beati e beate. Assicuro a voi tutti la mia disponibilità a spendermi con tutto il cuore in questo tempo di grandi prove ma anche di grandi opportunità. Voglio camminare insieme a voi”. Queste sono alcune parole del saluto inviato da Mons. Maniago alla sua nuova comunità e ce ne sono state altre di vicinanza agli ultimi e ai sofferenti oltre ai saluti ai vescovi calabresi, alle autorità civili e militari e, ovviamente, a tutti i fedeli della comunità catanzarese. L’insediamento del nuovo Arcivescovo è fissato per il 9 gennaio 2022. Una Chiesa particolare che aspettava col cuore il suo nuovo Pastore. Il tempo di Avvento del Signore porta alla Chiesa di Catanzaro-Squillace il nuovo Vescovo, non si poteva desiderare da Dio regalo più bello. Ora è tempo di continuare a sognare e a camminare nel Signore, come detto dallo stesso Maniago, valorazzindo ogni carisma per sperimentare la presenza di Dio in mezzo a noi. 

Monsignor Claudio Maniago nuovo arcivescovo di Catanzaro e Squillace

Profilo biografico di Mons. Claudio Maniago

Nato l’8 febbraio 1959 a Firenze, dopo la maturità classica entra nel seminario maggiore frequentando lo studio teologico fiorentino. Alunno dell’Almo collegio Capranica, ha conseguito la licenza in liturgia presso la Pontificia Università di Sant’Anselmo. Il 19 aprile 1984 riceve l’ordinazione sacerdotale. Dal 1987 al 1994 è Rettore del Seminario minore diocesano, Direttore del Centro Diocesano Vocazioni e membro del Consiglio pastorale diocesano e assistente ecclesiastico del Serra Club. Nel 1988 diviene cerimoniere dell’arcivescovo di Firenze e comincia ad insegnare Liturgia presso la facoltà teologica dell’Italia centrale; nel 1991 è nominato Direttore dell’Ufficio Liturgico diocesano e membro della commissione ordinandi. Nel 1994 diviene pro-vicario generale dell’arcidiocesi metropolitana, moderatore della curia arcivescovile e canonico onorario della chiesa cattedrale di Firenze. Nel 2001 è nominato Vicario generale dell’arcidiocesi fiorentina. Il 18 luglio 2003 papa Giovanni Paolo II lo nomina Vescovo ausiliare di Firenze assegnandogli la sede titolare di Satafi. L’8 settembre 2003, ad appena 44 anni, è consacrato vescovo dal cardinale Silvano Piovanelli (è il vescovo più giovane d’Italia). Nel 2008 l’Arcivescovo Giuseppe Betori lo conferma Vicario generale dell’arcidiocesi. Il 12 luglio 2014 papa Francesco lo nomina vescovo di Castellaneta. Il 14 settembre 2014, Festa della Esaltazione della Santa Croce, Mons. Claudio Maniago inizia il suo ministero episcopale nella Diocesi di Castellaneta. Il 21 maggio 2015 la Conferenza Episcopale Italiana, riunita in Assemblea generale, lo elegge presidente della Commissione Episcopale per la Liturgia (CEL), ricoprendo l’incarico fino al 26 maggio 2021. Il 3 ottobre 2015 viene inoltre nominato, dal Consiglio Episcopale Permanente della CEI, presidente del Centro di Azione Liturgica (CAL). Il 28 ottobre 2016 papa Francesco lo nomina membro della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Il 12 luglio 2014 è nominato Vescovo di Castellaneta. Il 29 novembre 2021 è nominato Arcivescovo di Catanzaro-Squillace.

 Il cielo sopra il Palazzo della Curia di Catanzaro il giorno della nomina (l’arcobaleno e una colomba sono la benedizione di Dio per la nuova nomina) e l’Arcivescovo Claudio Maniago

Comments


Lascia un commento