Friday, January 28, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Azzurra Critelli e “Il nemico invisibile” un libro anticovid presentato in prima assoluta nazionale a Catanzaro

»Il nemico invisibile altro non è se non il corona-virus ormai nemico “numbero one” di tutti ed il libro tratta del periodo vissuto durante il lockdown.
Nella copertina ho voluto soprattutto inserire l’immagine di un bambino in quanto i bambini sono coloro i quali più di tutti ne hanno risentito del lock-down vissuto ormai da un biennio perché non hanno potuto vivere, come si dovrebbe, la loro infanzia.


di Massimo Brescia per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Azzurra Critelli è una giovane autrice catanzarese che è arrivata al suo esordio letterario con il volume “Il nemico invisibile”. Un tema di grande attualità che lei ha saputo trattare con rara maestria letteraria e decisa capacità espositiva. Abbiamo così ritenuto di dedicarle un’intervista a margine della presentazione del suo libro che è avvenuta nello scorso mese di dicembre 2021, con grande partecipazione di pubblico (entro il limiti imposti dalle normativa anti-covid). Evento che Azzurra ha dovuto rinviare, procrastinando l’attesa per quello che doveva essere un momento di grande gioia, per via delle note problematiche della pandemia che ha di fatto “vietato” qualsiasi evento che potesse aggregare persone in un ambiente chiuso come può divenirlo quello riservato alle conferenze culturali.

La cover del volume Il Nemico invisibile


Azzurra si sta impegnando in fatiche letterarie, ed è giunta alla sua prima uscita con questo suo libro di cui ha avuto modo, dai microfoni di Radio Ciak di esporre in sintesi narrando quello che costituisce la base della sua prima edizione libraria in tutti i sensi che potremmo evidenziare.
Poi è seguito, come anticipiamo in apertura, il battesimo a contatto col pubblico, quello del 12 dicembre, presso il seminario di San Pio X a Catan-zaro nel pomeriggio domenicale presso il seminario di San Pio X, luogo affascinante da scoprire per chiunque ami la storia e la cultura.
“Il nemico invisibile” è il titolo del libro, marcato Titani Editori, casa editrice “mamma” anche di Storie di Calabria diretta dal giornalista e scrittore Riccardo Colao e direttore del quotidiano l’Italiano.
Si lui, proprio lui che ringraziamo per l’impegno con cui tende ad aiutare chiunque abbia voglia, di entrare in questo settore particolarmente difficile.

L’autrice Azzurra Critelli
  • Azzurra cosa hai inteso trasmettere tramite le pagine di questa prima esordiente pubblicazione?
    »Il nemico invisibile altro non è se non il corona-virus ormai nemico “numbero one” di tutti ed il libro tratta del periodo vissuto durante il lockdown.
    Nella copertina ho voluto soprattutto inserire l’immagine di un bambino in quanto i bambini sono coloro i quali più di tutti ne hanno risentito del lockdown vissuto ormai da un biennio perché non hanno potuto vivere, come si dovrebbe, la loro infanzia.
  • Il bambino che ti ha ispirato è tuo nipote perché hai potuto godere della gioia di diventare zia.
    «Si in effetti i miei nipoti perché sono zia di tre bambini tra cui l’ultima nata durante il lungo lock-down».
  • Questo libro penso sia genuino, una scrittura genuina, un instatbook che dà la possibilità di aprire uno squarcio su quella che è stata la tua esperienza nel rapportarti su questa tragedia che ha colpito tutto il genere umano.
    «Sì la mia esperienza vissuta in quel periodo, esperienza che tutti abbiamo vissuto».
  • Si può assaporare un certo tono di ottimismo alla fi-ne della lettura di questo libro oppure c’è uno stimolo a riflettere su ciò che è capitato?
    «No assolutamente l’ottimismo deve sempre prevalere sulla negatività. Il mio obiettivo è quello di infondere speranza alla fine di questo libro per chi spero avrà l’onore di leggerlo».
  • In effetti trasmetti dell’energia positiva. Tu stai compiendo anche degli studi artistici…
    «Sì sto conseguendo la laurea specialistica in Scenografia presso l’accademia di belle arti di Catanzaro. Materia che mi affascina e che inten-do approfondire come tutto ciò che apprezzo.
    Anche l’accademia è una bella esperienza».
  • Le pagine del tuo libro dedicato alla lotta per il co-vid, che a livello psicologico abbiamo sostenuto, ed è dedicato soprattutto ai tuoi nipoti. Questo libro avrà sicuramente contribuito a dare una migliore dimen-sione alla tua identità. In che cosa ti ha arricchito la passione che ti spinge a scrivere?
    «Mi ha arricchito scrivere principalmente per la solarità dei miei nipoti che, come tutti i bambini, sono il sostegno a livello globale contro la lotta in tal caso al coronavirus ma in generale contro qualsiasi forma di pessimismo che possa esistere in questa società. Loro sono il sole che illumina sempre le giornate.
    Un libro dunque che ha l’obiettivo di scaturire le emozioni nei lettori.
    Si ha l’obiettivo di far emozionare e infondere speranza perché in effetti in fondo al tunnel c’è sempre la luce.
La pagina di Storie di Calabria dedicata all’esordio di Azzurra Critelli

Comments


Lascia un commento