Friday, January 28, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Grande successo per la mostra (Le Stanze dell’Inconscio) dell’artista e Direttore artistico ferrarese Mario Tarroni tenutasi a Roma in piazza Farnese presso lo storico locale Camponeschi

di Gabriele Russo per il Quotidiano l’Italiano ROMA – L’evento voluto fortemente da banca Fineco, conta una serie di opere…


di Gabriele Russo per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – L’evento voluto fortemente da banca Fineco, conta una serie di opere tra pittura e scultura, circa cinquanta già inserite nella precedente esposizione che ha avuto luogo il 28 ottobre 2020 presso gli eleganti spazi della filiale di Lungotevere Michelangelo 9/a, Roma.

Tarroni, inoltre ha appena realizzato assieme al fratello, “Grazie – Roberto Capucci la ricerca della Bellezza”, una delle mostre più importanti di un padre della moda internazionale, che è stata patrocinata dal Pontificio Consiglio della Cultura e dalla Fabbrica di San Pietro, e ultimamente oggetto di copertina e leitmotiv dell’esclusiva rivista vaticana “Culture e Fede” (vol. XXIX, 2021, n. 2).

         All’evento svoltosi a piazza Farnese hanno partecipato vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e dell’ imprenditoria, tra i quali: Il Prof. Achille Bonito Oliva, uno dei più importanti critici d’arte italiani, Anna Maria Borsatti, direttrice della Galleria La Pigna, il Regista Luca Verdone, il Dott. Marcus Beresford, Marketing Manager di Royal Domus International, Maria Sofia Potrasova Presidente della Fondazione Andrey Potrasov, la Fashion Designer Eleonora Altamore, accompagnata dal Prof. Luca Filipponi, Presidente dell’Art Festival di Spoleto, Mons. Alberto Tricarico, Nunzio Apostolico, Eva Lacertosa Presidente dell’associazione Progetto Italia Eccellenze Italiane, Mons. Jean Marie Gervais, Prefetto Coadiutore del Capitolo Vaticano e Presidente di Tota Pulchra. Il Dott. Luigi Quaranta, Private Banker, La Principessa Stella Enescu Camelia, l’architetto Fabio Strina, il Marchese Giovambattista Scuticchio Foderaro,Presidente della Fondazione Urbe Foundation, accompagnato dalla Signora Lara Reihl e tanti altri…

         “La mostra nacque – precisa, in ultimo, ancora Tarroni – da un’idea delineata in un mio incontro col “mostro sacro” della critica d’arte Philippe Daverio, scomparso poco più d’un anno fa, e con Mons. Gervais”.

         L’esposizione ritornerà fruibile al pubblico presso la sede di Lungotevere Michelangelo e proseguirà all’incirca fino la prima metà del 2022.

Dott. Gabriele Russo, Direttore Responsabile Tota Pulchra News

Comments


Lascia un commento