Wednesday, August 17, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


E’ in edicola il nuovo numero di “Storie di Calabria”

All’interno lo speciale servizio con tutti i nominativi dei cittadini firmatari abitanti nel quartiere lido che chiesero l’autonomia amministrativa da Catanzaro Città


dalla Redazione Centrale del Quotidiano l’Italianno

ROMA – Puntuale come sempre è pervenuto in tutte le edicole il nuovo numero del 2022 del periodico trimestrale “STORIE DI CALABRIA”, edito dalla nostra stessa casa editrice, e diretto da Riccardo Colao.

Tra le grandi firme presenti sul numero quelle dell’on. Fortunato Aloi, della scrittrice Carla Benincasa, dei cultori di storia e collezionismo come Gioacchino Concolino, Vanni Clodomiro, Franco Delfino, Antonio Ianniceli, Rocco Liberti (sensazionale il suo articolo conclusivo sul clero di Oppido Mamertina), Salvatore Scalise, Vittorio Sorrenti (con la sua particolarissima attenzione ai dialetto e vernacoli bruzi).

E poi ancora le recensioni bibliografiche critiche di Daniela Rabia (Lena Lombardo, Enrico Cuomo, Sara Maria Serafini e altri). Gli interventi di Beniamino D’errico, Lorenzo Fazio, Roberto Giordano, Romano Scaramuzzino, Pasquale Talarico con una forbita citazione sullo scritto poetico di Antonio Nania, vice presidente Consolidal, e le sensazionali immagini dei fratelli Renato e Roberto Zavaglia.

La cover del primo numero del 2022 di Storie di Calabria

All’interno tra le tante documentazioni e ricerche, il ricordo del professor Antonio Gesualdo, purtroppo improvvisamente scomparso nel 2021 all’età di 83 anni e dell’addio commosso offerto dalla sua città d’origine: l’antica Badolato.

Un numero della rivista, come sempre collezionabile e consultabile senza alcuna scadenza di tempo visti gli argomenti storici e culturali che non hanno riferimenti all’attualità.

100 pagine di pura storia calabrese attraverso articoli ben scritti e autorevolmente firmati.

Tra questi segnaliamo quello a firma del giornalista e scrittore Antonio Bressi che rievoca una storia centenaria quasi dimenticata: quella dei catanzaresi nati e vissuti nel quartiere di Marina che si batterono per ottenere l’indipendenza amministrativa dal capoluogo. Uno per uno sono citati tutti i “patrioti” del Lido che si batterono per creare una cittadina tutta propria. Storie di Calabria come quelle del segretario del PNF Scorza che partecipò all’ultima seduta del Gran Consiglio del 25 luglio 1943 determinante la caduta del cav. Benito Mussolini e di tutto il fascismo. Testimonianze vive e palpitanti come quelle narrate da Salvatore Scalise che rievoca l’approdo e l’avanzata in Calabria da parte delle forze “alleate” e in particolare quelle “canadesi” dopo l’8 settembre del fatidico 1943.

E per i catanzaresi la descrizione della Vita e dei Miracoli del loro Santo Protettore: San Vitaliano, a firma del grande Mauro De Felice.

Altre segnalazioni per il libro di Beniamino D’Errico con il suo “Turismo Emozionale in Calabria (Natura, Storia, Cultura, Miti, Leggende”, quello di Azzurra Critelli “il Nemico Invisibile”, “Cropani” di Luigi Loprete,

E ancora “il restauro del busto reliquario di San Bruno” a cura di Lorenzo Fazio. Romano Scaramuzzino che rievoca lo scrittore Berto, veneto di nascita e calabrese di adozione, Massimo Brescia che intervista l’autrice Azzurra Critelli per il suo primo libro d’esordio “Il nemico invisibile”…

Descrivere tutte le “perle” racchiuse in Storie di Calabria avrebbe necessità di spazi maggiori e allora vi invitiamo a volerlo richiedere nelle edicole oppure alla nostra casa editrice. Storie di Calabria …la Calabria come non l’avete mai letta!

Comments


Lascia un commento