Thursday, May 19, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Arzano: manifesti di morte per il Comandante Polizia municipale Biagio Chiariello.La solidarietà del Presidente Angpg Giuseppe Alviti

Sul grave episodio indagano i carabinieri. Il caso fa seguito ad un altro recente “avvertimento camorristico” su cui sta già lavorando la Procura. Aveva infatti subito minacce durante il censimento degli alloggi occupati abusivamente nella rione della 167 di Arzano, roccaforte dell’omonimo clan della camorra. Sull’ultima grave vicenda si indaga però a 360 gradi


dalla Redazione Napoletana del Quotidiano l’Italiano

ARZANO – All’interno del comando della Polizia locale è stato rinvenuto, affisso sul muro interno al parco macchine, un necrologio per il comandante Chiariello impegnato da tempo al ripristino della legalità e nella lotta contro il clan della 167. Un manifesto funerario con tanto di foto del comandante e con scritte frasi eloquenti: “È mancato all’affetto dei suoi cari. Il 10 marzo è deceduto il signor Biagio Chiariello”. Ancora: “Colonnello qui siamo ad Arzano no a Frattamaggiore qui il casino non ci piace”.

Concludendo: “i familiari e i parenti ne danno il triste annuncio”.

Sul grave episodio indagano i carabinieri. Il caso fa seguito ad un altro recente “avvertimento camorristico” su cui sta già lavorando la Procura. Aveva infatti subito minacce durante il censimento degli alloggi occupati abusivamente nella rione della 167 di Arzano, roccaforte dell’omonimo clan della camorra. Sull’ultima grave vicenda si indaga però a 360 gradi.

Sulla vicenda è intervenuto subito con parole di condanna, il presidente dell’Associazione nazionale guardie particolari giurate ,il noto attivista e sindacalista napoletano Giuseppe Alviti che esprimendo la propria vicinanza al Comandante condanna il vile episodio di chiaro stampo camorristico chiedendo più tutele per gli uomini in divisa che contrastano la delinquenza.

Comments


Lascia un commento