Monday, September 26, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


“Catanzaro ha bisogno di un Sindaco di spessore morale, di comprovata levatura professionale, competente e con le idee chiare, con una proposta politica credibile e rispondente alle esigenze della Città”

Vito Bordino segretario nel Nuovo Centro Democratico Unito:”un Sindaco che corrisponda a tali caratteristiche per la sua Rinascita e, senza se e senza ma, ha un solo nome: Valerio Donato, “con tutti senza compromessi”. Decisa la data del voto: 12 giugno


dalla Redazione Catanzarese del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Salvo ulteriore sorprese la battaglia elettorale per il rinnovo delle cariche di Sindaco e del Consiglio Comunale nel capoluogo di regione che si svolgeranno nella giornata del 12 giugno potrebbe “giocarsi” tra due candidati sindaci già al primo turno venendo a mancare il terzo o il quarto candidato.

Gli schieramenti certi al momento in cui scriviamo sono due: quello del centro sinistra “puro” sotto l’egida dei Dem che sponsorizzano il candidato trombato alle scorse elezioni alias Franco Fiorita (concorse con la lista Cambiaventi classificatasi al terzo posto) e quella di “centro” con diramazioni a destra e a manca del prof. Valerio Donato sostenuto dai catanzaresi che credono sia più importante la scelta dell’uomo che quella ideologica.

In questo contesto Vito Bordino segretario nel Nuovo Centro Democratico Unito pare non aver alcun dubbio in proposito. Ecco quello che ha dichiarato tramite la nota stampa giunta in tarda serata presso la nostra redazione: “Catanzaro ha bisogno di un Sindaco di spessore morale, di comprovata levatura professionale, competente e con le idee chiare, con una proposta politica credibile e rispondente alle esigenze della Città. Un Sindaco capace di proiettare con concretezza la Città al futuro e assieme corrispondere alle criticità attuali. Catanzaro ha bisogno di un Sindaco che corrisponda a tali caratteristiche per la sua Rinascita e, senza se e senza ma, ha un solo nome: Valerio Donato, “con tutti senza compromessi”, nell’esclusiva interesse della Città. Il nCDU e tanti altri amici daremo il massimo del nostro contributo e sicuramente questa battaglia a giugno prossimo sarà vincente e sopratutto sarà la Città ad essere vincente. Con la piena consapevolezza che le parole e i discorsi strumentali che si susseguono non sminuiscono minimamente la validità della proposta politica di Donato. Sono anzi il sintomo dello spauracchio e, oseremmo dire, della paranoia che attraversa alcune frange della politica cittadina o pseudo tale.” Così ha concluso Vito Bordino – Segr. Prov. nCDU

Comments


Lascia un commento