Thursday, May 19, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


7,7 miliardi di euro inviati in patria dagli immigrati in Italia. Rimesse 2021 vicine al record storico. Continua crescita dal 2017. In testa i Paesi asiatici: Bangladesh, Pakistan, Filippine. Cala l’Est Europa

Confronto 2011-2021. Confrontando la distribuzione delle rimesse nel 2021 con quella di dieci anni fa, emerge un profondo cambiamento. Nel 2011 vi era una minore frammentazione, con il 70% delle rimesse concentrato verso soli 7 Paesi (e un terzo solo verso un Paese). Nel 2021, invece, i primi 7 Paesi raggiungono poco più del 50% delle rimesse, e nessun Paese supera il 12%.


dalla Redazione Economica e Finanziaria de Quotidiano l’Italiano

Lo studio della Fondazione Moressa, istituto di ricerca creato e sostenuto dalla CGIA di Mestre, su dati Banca d’Italia, fotografa la situazione alla fine del 2021.

Rimesse mondiali in aumento dopo l’emergenza Covid-19. Secondo la Banca Mondiale[1], la pandemia ha portato un calo delle rimesse solo nel secondo trimestre 2020. Complessivamente, il 2020 aveva registrato un calo di appena -1,7% rispetto al 2019. Nel 2021, la ripresa economica ha determinato un aumento complessivo del +7,3% rispetto al 2020[2].

7,7 miliardi dall’Italia. Le rimesse inviate dagli immigrati residenti in Italia a sostegno delle famiglie nei Paesi d’origine sono in costante aumento dal 2017. Il volume complessivo si avvicina al picco massimo registrato nel 2011 (8 miliardi). Nel 2021 registrano un +12,2% rispetto all’anno precedente e un +46,3% rispetto al 2016. Anche l’incidenza sul PIL torna a crescere (0,44%).

Primi i Paesi asiatici. Il primo Paese di destinazione è il Bangladesh con 873 milioni di euro (11,3% del totale). Seguono Pakistan e Filippine. Calano invece i flussi verso l’Est Europa, in particolare Romania (-8,5%), Ucraina (-8,0%) e Moldavia (-7,3%). In questo caso è probabile che la riapertura delle frontiere abbia fatto ripartire i viaggi su strada degli immigrati, che spesso portano con sé regali o denaro per la famiglia. Durante il lockdown, invece, l’invio di denaro era rimasto l’unico strumento di sostegno.

Confronto 2011-2021. Confrontando la distribuzione delle rimesse nel 2021 con quella di dieci anni fa, emerge un profondo cambiamento. Nel 2011 vi era una minore frammentazione, con il 70% delle rimesse concentrato verso soli 7 Paesi (e un terzo solo verso un Paese). Nel 2021, invece, i primi 7 Paesi raggiungono poco più del 50% delle rimesse, e nessun Paese supera il 12%.

Media pro-capite 125 euro al mese. Osservando il rapporto tra rimesse e popolazione residente per ogni Paese d’origine[3], mediamente, ciascuno dei 5,2 milioni di residenti stranieri ha inviato 125 euro al mese in patria. Osservando le prime 20 comunità straniere presenti in Italia, i valori massimi si registrano tra i cittadini del Bangladesh (460 euro medi pro-capite). Il Senegal è il secondo Paese più attivo, con 370 euro al mese pro-capite. Generalmente, le comunità asiatiche sono mediamente molto attive: oltre al Bangladesh, anche India, Filippine e Pakistan inviano mediamente più di 200 euro al mese.

Quasi un quarto da Roma e Milano. Oltre un quinto delle rimesse parte dalla Lombardia (1,75 miliardi). La seconda Regione è il Lazio, con 1,13 miliardi. Seguono Emilia-Romagna, Veneto e Toscana, tutte con più di 600 milioni di euro inviati nel 2021. A livello di singole Province, Roma supera di poco Milano. Quasi un quarto di tutte le rimesse italiane parte da queste due città. Seguono Napoli e Torino, rispettivamente con 364 e 268 milioni di euro.

Secondo i ricercatori della Fondazione Leone Moressa, “le rimesse rappresentano la prima forma di sostegno degli immigrati allo sviluppo dei paesi d’origine. Anche nell’anno della pandemia, nonostante il calo dell’occupazione, gli immigrati hanno continuato a sostenere le famiglie in patria. I flussi sono addirittura aumentati, parallelamente alla riduzione delle possibilità di movimento”.

VEDI TABELLE ALLEGATE

Serie storica delle rimesse inviate dall’Italia (Miliardi euro)

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Serie storica dell’incidenza rimesse / PIL

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Rimesse inviate dall’Italia per Paese di destinazione (2021)

Primi 20 PaesiRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
Bangladesh87311,3%+21,1%+72,2%
Pakistan5977,7%+34,2%+186,0%
Filippine5917,6%+29,0%+69,2%
Romania5647,3%-8,5%-30,4%
Marocco5487,1%+25,3%+94,8%
Senegal4936,4%+17,3%+69,5%
India4055,2%+4,1%+41,5%
Georgia3194,1%+21,2%+224,7%
Sri Lanka3174,1%-11,3%+24,1%
Ucraina2803,6%-8,0%+87,4%
Perù2763,6%+12,2%+31,8%
Nigeria2112,7%-10,4%+476,3%
Albania1902,5%+9,1%+47,5%
Ecuador1772,3%+12,1%+30,1%
Rep. Dominicana1542,0%+14,1%+40,4%
Moldavia1431,9%-7,3%+78,3%
Tunisia1051,4%+28,5%+96,8%
Brasile1021,3%+26,4%-7,6%
Mali931,2%+37,4%+261,0%
Colombia911,2%+16,3%+25,6%
Totale7.736,5100,0%+12,2%+46,3%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Rimesse pro-capite mensili degli immigrati in Italia (2021)

Primi 20 Paesi per residenti stranieri in Italia, valori in euro

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Rimesse inviate dall’Italia per Regione di invio (2021)

RegioniRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
Lombardia1.752,322,7%+11,9%+44,0%
Lazio1.127,114,6%+16,0%+39,3%
Emilia Romagna790,610,2%+9,8%+66,5%
Veneto635,68,2%+6,2%+42,6%
Toscana607,07,8%+14,2%+21,8%
Campania554,77,2%+14,3%+67,2%
Piemonte477,26,2%+6,4%+50,6%
Liguria287,63,7%+11,5%+47,1%
Sicilia285,53,7%+13,6%+32,6%
Puglia283,73,7%+19,7%+65,6%
Marche181,92,4%+8,9%+66,8%
Friuli Venezia Giulia144,71,9%+13,3%+70,0%
Calabria137,61,8%+16,2%+39,2%
Trentino Alto Adige134,31,7%+13,2%+85,5%
Sardegna100,31,3%+28,3%+41,3%
Abruzzo97,71,3%+14,1%+34,5%
Umbria84,61,1%+2,2%+30,0%
Basilicata32,60,4%+12,7%+61,3%
Molise11,80,2%+12,2%+20,0%
Valle d’Aosta9,50,1%+1,1%+8,6%
Totale7.736,5100,0%+12,2%+46,3%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Rimesse inviate dall’Italia per Provincia di invio (2021)

Prime 10 ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
Roma964,612,5%+17,9%+38,1%
Milano859,811,1%+14,0%+40,5%
Napoli363,64,7%+16,1%+73,1%
Torino268,13,5%+6,2%+56,8%
Brescia229,43,0%+10,3%+45,9%
Firenze206,72,7%+14,1%+25,2%
Bologna203,52,6%+8,6%+53,3%
Genova166,82,2%+9,8%+45,4%
Bergamo162,12,1%+10,2%+43,5%
Verona154,02,0%+2,6%+42,4%
Totale7.736,5100,0%+12,2%+46,3%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Appendice – dettaglio provinciale (NORD-OVEST)

ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
PIEMONTE477,2100,0%+6,4%+50,6%
ALESSANDRIA42,89,0%+11,8%+35,9%
ASTI15,93,3%+7,4%+21,0%
BIELLA11,92,5%+4,1%+32,4%
CUNEO63,613,3%+7,5%+59,2%
NOVARA49,810,4%+2,2%+52,1%
TORINO268,156,2%+6,2%+56,8%
VERBANO CUSIO OSSOLA10,52,2%+5,3%+32,4%
VERCELLI14,63,1%+8,2%+25,0%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
VALLE D’AOSTA9,5100,0%+1,1%+8,6%
AOSTA9,5100,0%+1,1%+8,6%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
LOMBARDIA1.752,3100,0%+11,9%+44,0%
BERGAMO162,19,3%+10,2%+43,5%
BRESCIA229,413,1%+10,3%+45,9%
COMO57,73,3%+7,7%+36,7%
CREMONA35,02,0%+8,1%+38,8%
LECCO32,81,9%+9,9%+32,3%
LODI23,71,4%+15,0%+49,6%
MANTOVA72,34,1%+10,3%+53,9%
MILANO859,849,1%+14,0%+40,5%
MONZA-BRIANZA111,66,4%+9,8%+52,4%
PAVIA53,03,0%+5,6%+49,9%
SONDRIO12,80,7%+7,5%+53,3%
VARESE102,15,8%+12,0%+62,6%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
LIGURIA287,6100,0%+11,5%+47,1%
GENOVA166,858,0%+9,8%+45,4%
IMPERIA36,012,5%+16,3%+28,6%
LA SPEZIA45,615,9%+16,9%+107,8%
SAVONA39,013,6%+9,1%+27,1%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Appendice – dettaglio provinciale (NORD-EST)

ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
TRENTINO ALTO ADIGE134,3100,0%+13,2%+85,5%
BOLZANO80,359,8%+15,1%+112,8%
TRENTO54,140,2%+10,5%+55,7%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
VENETO635,6100,0%+6,2%+42,6%
BELLUNO10,81,7%+4,1%+27,6%
PADOVA112,717,7%+7,8%+59,7%
ROVIGO19,73,1%+8,3%+37,2%
TREVISO96,515,2%+5,0%+46,9%
VENEZIA126,619,9%+11,4%+25,4%
VERONA154,024,2%+2,6%+42,4%
VICENZA115,318,1%+5,2%+48,8%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
FRIULI VENEZIA GIULIA144,7100,0%+13,3%+70,0%
GORIZIA31,621,8%+16,1%+77,4%
PORDENONE37,225,7%+9,6%+62,8%
TRIESTE23,116,0%+17,5%+75,5%
UDINE52,836,5%+12,6%+68,7%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
EMILIA ROMAGNA790,6100,0%+9,8%+66,5%
BOLOGNA203,525,7%+8,6%+53,3%
FERRARA47,96,1%+4,7%+74,6%
FORLI’-CESENA57,27,2%+7,4%+72,7%
MODENA125,215,8%+8,4%+65,2%
PARMA85,510,8%+14,6%+72,8%
PIACENZA57,67,3%+14,1%+79,8%
RAVENNA55,57,0%+7,3%+42,5%
REGGIO EMILIA104,813,3%+13,0%+95,3%
RIMINI53,46,8%+9,9%+68,1%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Appendice – dettaglio provinciale (CENTRO)

ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
LAZIO1.127,1100,0%+16,0%+39,3%
FROSINONE21,91,9%+12,2%+45,7%
LATINA103,89,2%+4,1%+55,4%
RIETI7,20,6%+1,3%-5,6%
ROMA964,685,6%+17,9%+38,1%
VITERBO29,72,6%+8,7%+41,0%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
MARCHE181,9100,0%+8,9%+66,8%
ANCONA80,544,3%+8,7%+86,2%
ASCOLI PICENO14,17,8%+2,1%+22,4%
FERMO12,77,0%+8,7%+5,2%
MACERATA41,823,0%+11,7%+45,4%
PESARO E URBINO32,718,0%+9,2%+144,1%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
TOSCANA607,0100,0%+14,2%+21,8%
AREZZO51,38,5%+12,9%+40,5%
FIRENZE206,734,1%+14,1%+25,2%
GROSSETO30,35,0%+12,8%+53,4%
LIVORNO44,07,2%+8,9%+33,5%
LUCCA41,06,8%+9,3%+13,2%
MASSA CARRARA21,63,6%+22,5%+80,1%
PISA75,812,5%+13,3%+37,4%
PISTOIA32,25,3%+11,8%+41,5%
PRATO71,411,8%+26,1%-23,0%
SIENA32,75,4%+8,6%+31,1%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
UMBRIA84,6100,0%+2,2%+30,0%
PERUGIA62,674,0%+2,5%+30,5%
TERNI22,026,0%+1,4%+28,3%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Appendice – dettaglio provinciale (SUD)

ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
ABRUZZO97,7100,0%+14,1%+34,5%
CHIETI15,315,7%+8,3%+6,0%
L’AQUILA27,027,7%+10,7%+42,8%
PESCARA31,131,9%+18,2%+63,7%
TERAMO24,224,8%+16,9%+19,5%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
MOLISE11,8100,0%+12,2%+20,0%
CAMPOBASSO8,168,8%+12,7%+22,0%
ISERNIA3,731,2%+11,1%+15,7%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
PUGLIA283,7100,0%+19,7%+65,6%
BARI94,533,3%+19,6%+58,2%
BARLETTA-ANDRIA-TRANI11,94,2%+6,7%+19,8%
BRINDISI23,78,3%+22,3%+105,2%
FOGGIA61,121,5%+23,3%+70,2%
LECCE55,319,5%+17,8%+59,9%
TARANTO37,213,1%+19,9%+89,4%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
CAMPANIA554,7100,0%+14,3%+67,2%
AVELLINO16,22,9%+9,2%+62,4%
BENEVENTO9,61,7%+8,7%+19,6%
CASERTA76,113,7%+11,6%+64,0%
NAPOLI363,665,5%+16,1%+73,1%
SALERNO89,116,1%+10,7%+55,9%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
CALABRIA137,6100,0%+16,2%+39,2%
CATANZARO20,214,7%+18,3%+27,9%
COSENZA42,230,7%+17,0%+45,7%
CROTONE9,36,7%+14,2%+26,1%
REGGIO CALABRIA59,243,0%+15,4%+43,8%
VIBO VALENTIA6,84,9%+14,3%+21,9%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
BASILICATA32,6100,0%+12,7%+61,3%
MATERA16,951,9%+17,6%+99,6%
POTENZA15,748,1%+7,9%+33,6%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

Appendice – dettaglio provinciale (ISOLE)

ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
SICILIA285,5100,0%+13,6%+32,6%
AGRIGENTO20,17,0%+21,9%+40,0%
CALTANISSETTA9,43,3%+18,6%+23,2%
CATANIA58,520,5%+12,9%+11,1%
ENNA3,51,2%+8,8%-7,2%
MESSINA42,815,0%+4,8%+26,9%
PALERMO75,826,5%+13,2%+48,5%
RAGUSA31,110,9%+17,0%+52,1%
SIRACUSA20,97,3%+11,8%+23,2%
TRAPANI23,38,2%+25,1%+58,6%
ProvinceRimesse 2021 (Mln euro)Distrib. %Var. % 2020-21Var. % 2016-21
SARDEGNA100,3100,0%+28,3%+41,3%
CAGLIARI47,046,9%+33,0%+492,3%
SUD SARDEGNA7,37,3%+32,7%-68,3%
NUORO5,85,8%+21,9%-34,9%
ORISTANO4,44,4%+11,1%+5,9%
SASSARI35,835,7%+25,2%+32,8%

Elaborazioni Fondazione Leone Moressa su dati Banca d’Italia

NOTA METODOLOGICA

  • I dati sulle rimesse dei lavoratori immigrati in Italia riportano i trasferimenti di denaro all’estero regolati tramite istituti di pagamento o altri intermediari autorizzati senza transitare su conti di pagamento intestati all’ordinante o al beneficiario (regolamento in denaro contante). (fonte: Banca d’Italia).
  • I valori degli anni precedenti al 2021 sono rivalutati utilizzando l’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati al netto dei tabacchi (FOI), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ai sensi dell’art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392.
  • I valori degli anni precedenti al 2021 sono ricalcolati periodicamente dalla Banca d’Italia a seguito di verifiche effettuate presso alcuni segnalanti.
  • Per il calcolo dei valori pro-capite si assume che tutte le rimesse verso un determinato paese siano inviate da cittadini di quella nazionalità residenti in Italia. Sono considerati tutti i residenti, indipendentemente da età, genere, situazione occupazionale.
  • Nella serie storica, le province della Sardegna sono calcolate considerando l’attuale suddivisione (5 Province)

[1] https://blogs.worldbank.org/peoplemove/global-remittance-flows-2021-year-recovery-and-surprises

[2] Il rapporto è stato pubblicato a Novembre 2021, per cui i dati 2021 si basano su stime previsionali a partire dai dati parziali disponibili.

[3] Si parte dall’ipotesi che tutte le rimesse verso un determinato paese siano inviate da cittadini di quella nazionalità residenti in Italia. Sono considerati tutti i residenti, indipendentemente da età, genere, situazione occupazionale.

Comments


Lascia un commento