Sunday, August 14, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


“Unidiversità: per una informazione leggera, il nuovo progetto educativo degli Unfluencer

un gruppo di sei giovani con oltre 2 milioni di followers, che propongono argomenti affrontati da diversi punti di vista. Hanno da poco lanciato il progetto “UNIDIVERSITÀ: PER UN’IN-FORMAZIONE LEGGERA”, che prevede l’utilizzo di più media come Instagram, Facebook, Tiktok e Twitch, nuova piattaforma considerata la tv del futuro, dove ogni domenica gli Unfluencer trasmettono live dal loro canale e all’interno del quale si svilupperanno format monotematici


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

Gli Unfluencer sono un gruppo di sei giovani con oltre 2 milioni di followers, che propongono argomenti affrontati da diversi punti di vista. Hanno da poco lanciato il progetto “UNIDIVERSITÀ: PER UN’IN-FORMAZIONE LEGGERA”, che prevede l’utilizzo di più media come Instagram, Facebook, Tiktok e Twitch, nuova piattaforma considerata la tv del futuro, dove ogni domenica gli Unfluencer trasmettono live dal loro canale e all’interno del quale si svilupperanno format monotematici.

Unidiversità sarà un vero e proprio Tour live e anche in streaming nelle scuole e Università per creare un network a livello nazionale.

Unidiversità è un modello educativo e prevede una novità mai vista prima nel mondo della comunicazione. Si parlerà di Campagne di Unfluencer Marketing per stimolare il pubblico ad un comportamento etico e socialmente utile.

In una società dove la formazione presenta diverse lacune dovute alla mancanza di interesse da parte delle istituzioni verso le esigenze dei più giovani, all’interno di un modello di società liquida, definita così da Bauman, per rispondere alla flessibilità nell’affrontare i problemi quotidiani, Unidiversità rappresenta la soluzione a queste problematiche. Un modello di divulgazione POP che renderà i giovani protagonisti dell’insegnamento verso i più piccoli, come custodi di conoscenza e “sentinelle” nei confronti degli adulti che sempre più confusi cercano di comprendere il nuovo linguaggio dei loro figli.

Un progetto transmediale che coinvolge un vasto pubblico di diverse generazioni.

Si parla di Sociale con un linguaggio POP utile al quotidiano in senso olistico così da unire più punti come unicità del singolo essere, diversità della singola persona per arrivare alla comprensione delle cose semplici e importanti dell’universo come il rispetto, l’ascolto e la compassione.

L’originalità della formula è rendere leggero il peso della conoscenza e delle riflessioni che ne derivano. Ironia e semplicità sono gli ingredienti base per proporre materie come Linguistica, Storia, Filosofia, Scienze, Arte e Nuove tecnologie.

I sei ragazzi, che provengono da diverse regioni, il 27 aprile 2022 si sono incontrati per la prima volta a Milano, per un primo progetto in collaborazione col Museo Leonardo3 di Milano.

·         Andrea Nuzzo, (@nootso) ideatore della pagina Sii come Bill, diventato un Cult Meme e un Magazine registrato al Tribunale di Roma,

·         Benedetta Colombo, (@benedetta.artefacile) laureanda in beni culturali, gira il mondo dei musei come fossero luoghi mondani,

·         Veronica Repetti, (@linguisticattiva) arrogante comunicatrice e irriverente accademica, laureata in Lettere e Scienze linguistiche,

·         Giacomo Panozzo, (@giacomo.panozzo) studia la Storia con la S maiuscola all’università UNIMI, per poi divulgarla sui social in modo divertente,

·         Marco Andrea Teti, (@iamkangeon) la sua materia è la Geologia, che studia all’Università di Cagliari,

·         Valentina Pano, (@sonomelaidi) studentessa di filosofia presso l’Università Statale di Milano, parla di vita ed emozioni, ma anche di attualità e società.

Andrea Nuzzo

Andrea è conosciuto come il papà di Sii come Bill, progetto avviato nel 2015 che gli ha fatto raggiungere milioni di persone. Dopo l’uscita del Magazine e del romanzo, ha deciso di metterci la faccia e iniziare a creare contenuti anche sui suoi profili personali: gli piace condividere riflessioni sull’attualità (con particolare focus sul rapporto tra società e mondo digitale) e curiosità di cui pochi sono a conoscenza all’interno del format “TG 7 cose” che lo ha reso conosciuto su TikTok e Instagram. https://billover.it/posts/andrea-nuzzo/

Benedetta Colombo (@benedetta.artefacile)

il progetto di Benedetta ha due punti chiave: lei si chiama Benedetta e l’arte è facile. Sulla prima parte non c’è molto da spiegare. Il secondo punto è logico: come fa qualcosa di così vicino e intimo all’esperienza umana a non essere facile? Hanno provato in tutti i modi a renderla difficile, con i paroloni e non permettendo di scherzarci sopra, ma l’arte è qualcosa di talmente intimo all’esperienza di tutti noi che non ci sono riusciti! https://billover.it/posts/benedetta-colombo-artefacile/

Marco Andrea Teti (@iamkangeon)

facevo domande impossibili agli adulti ho avuto la passione per la scienza, ed ora vorrei diventare quell’adulto da cui avrei voluto una risposta da bambino. Studio Geologia presso l’Università di Cagliari e sono sul web dal 2017, quando iniziai con un progetto travel vlog in giro per l’Europa. Ora sono qui, con la volontà di instillare la curiosità nella mente delle persone e farle appassionare alle scienze raccontandovi curiosità.”

https://billover.it/posts/marco-andrea-teti/

Valentina Pano (@sonomelaidi)

Studia filosofia, è attratta dalle parole di filosofi e poeti, voci che viaggiano controcorrente e riescono a penetrare quella realtà che definisce “troppo frenetica, tanto da ridurre la vita ad una corsa in cui non ci si ferma quasi mai a pensare”. Sui social condivide le sue riflessioni, parla di vita ed emozioni ma anche di attualità e società, creando uno spazio di riflessione dentro al quale potersi confrontare.

Giacomo Panozzo (@giacomo.panozzo)

Giacomo è stato da sempre appassionato delle storie, in generale. Quelle delle persone, quelle dei luoghi, quelle dei libri, quelle vere e quelle inventate, qualsiasi storia la deve conoscere, per raccontarla. Proprio per questo ora sta studiando la Storia, con lan S maiuscola, all’università e ne parla sui social in modo divertente e coinvolgente

Veronica Repetti (@linguisticattiva)

Veronica è amante delle parole, arrogante comunicatrice e irriverente accademica. Ha consacrato la sua vita allo studio della linguistica, che troppo spesso viene relegata all’ambito accademico, nonostante la lingua sia una delle facoltà che meglio ci caratterizza come umani. Le lingue possono essere ponti o muri: lei vuole essere il collegamento tra questa materia così specialistica e la realtà di ognuno di noi. https://billover.it/posts/

Comments


Lascia un commento