Saturday, October 1, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Il Presidente di Italia Viva Ettore Rosato nel suo intervento in Aula alla Camera dopo l’informativa del premier Mario Draghi sulla situazione in Ucraina.

“Le sanzioni costano ne siamo consapevoli, non solo alla Russia, ma anche a tutti noi, lo vediamo sulle bollette e lo vedono le imprese quotidianamente, ma le sanzioni sono il primo strumento che le democrazie hanno per agire. Servono non solo per indebolire l’economia, ma anche per mostrare all’opinione pubblica russa che l’isolamento politico costa , che quello che viene raccontato dalla propaganda non è vero. Le sanzioni sono uno strumento forte ed utile e dobbiamo continuare su quella strada.”


dalla Redazione Parlamentare del Quotidiano l’Italiano

ROMA – “Parole condivise, nette e chiare, quelle di Draghi oggi alla Camera, utili per l’aula e per i cittadini che si interrogano su una guerra che fa paura, di cui non conosciamo confini e fine. Importante per questo dare un messaggio al Paese di coesione, far vedere che istituzioni e governo parlano con una voce sola.”
 “Dobbiamo avere chiaro quali sono i motivi che hanno scatenato questa guerra, solo in questo modo potremo trovare le risposte necessarie per spingere Putin a sedersi ad un tavolo di pace. l problema non era certo l’accerchiamento presunto della Russia da parte della Nato, basta guardare una cartina geografica per rendersi conto che la Russia non è mai stata accerchiata, piuttosto il problema era la democrazia ai confini europei della Russia, quella democrazia che le dittature temono più di qualsiasi altra cosa. Nella storia russa lo abbiamo visto a Praga e Budapest, non c’erano i T72 ma i T34 o i T55, ma i motivi erano uguali. E poi non nascondiamoci che alla base dell’invasione c’è stata una motivazione economica, il Donbass è una terra ricca di materie prime e la Russia ha invaso per conquistare terra e ricchezza. Per questo l’Ucraina ha legittimamente reagito per difendere la sua terra  e l’Europa è intervenuta per difendere la democrazia.”
“Le sanzioni costano ne siamo consapevoli, non solo alla Russia, ma anche a tutti noi, lo vediamo sulle bollette e lo vedono le imprese quotidianamente, ma le sanzioni sono il primo strumento che le democrazie hanno per agire. Servono non solo per indebolire l’economia, ma anche per mostrare all’opinione pubblica russa che l’isolamento politico costa , che quello che viene raccontato dalla propaganda non è vero.  Le sanzioni sono uno strumento forte ed utile e dobbiamo continuare su quella strada.”
A margine della riunione odierna a Montecitorio: estratti del discorso del Presidente di Italia Viva Ettore Rosato nel suo intervento in Aula alla Camera dopo l’informativa del premier Mario Draghi sulla situazione in Ucraina.

On. Ettore Rosato

Comments


Lascia un commento