Thursday, June 30, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


I sindacati dei tassisti: “Incontro Draghi-Uber? Gravissimo. I lavoratori invece sono snobbati”

“Ad oggi, a sedici mesi dall’insediamento del Governo Draghi nessuno a livello istituzionale ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori del mondo taxi, nonostante numerose e reiterate richieste di confronto e due inevitabili fermi nazionali di categoria, per chiedere la conclusione dell’iter normativo di riforma del comparto già avviato nel 2019, ed in particolare la regolamentazione dell’attività delle piattaforme di intermediazione digitale”.


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

“Riteniamo gravissima, se confermata, l’indiscrezione relativa ad un possibile incontro tra l’attuale presidente del Consiglio Mario Draghi e il ceo mondiale di Uber ed il suo staff, avvenuto poche ore prima della presentazione alla stampa dell’accordo tra ItTaxi e la nota multinazionale californiana”. È quanto dichiarano in una nota Ugl-taxi, Federtaxi-Cisal, Usb-taxi, Uritaxi, Ati-taxi, Unimpresa, Fast Confsal-taxi, Tam, Claai, Satam, Or.s.a.-taxi, Uti e Atlt.

“Ad oggi, a sedici mesi dall’insediamento del Governo Draghi nessuno a livello istituzionale ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori del mondo taxi, nonostante numerose e reiterate richieste di confronto e due inevitabili fermi nazionali di categoria, per chiedere la conclusione dell’iter normativo di riforma del comparto già avviato nel 2019, ed in particolare la regolamentazione dell’attività delle piattaforme di intermediazione digitale”.

“Nella Costituzione repubblicana troviamo i sindacati ma non le multinazionali straniere: che il rappresentante di una di esse, che non paga un centesimo di tasse in Italia e spesso ha violato le norme dei Paesi in cui agisce, riportando anche numerose condanne, possa essere ricevuto presso la Presidenza del Consiglio, tra l’altro nel pieno di una pretesa quanto ingiustificata riforma del settore, mentre i rappresentanti dei lavoratori sono snobbati, se confermato, sarebbe gravissimo”, è la conclusione dei sindacati di categoria dei tassisti.

Comments


Lascia un commento