Thursday, June 30, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Ettore Rosato presidente di Italia Viva e la sua attività politica e parlamentare

“Non basta aprire una finestra e annunciare l’abolizione della povertà, come hanno fatto i grillini. Con messaggi culturalmente sbagliati e demagogici, con il reddito di cittadinanza, non si risolve il problema” ….”Nella nostra scelta di non voler entrare in un’area politica con i 5stelle c’è la coerenza di chi già ci ha provato e ha compreso, in pochi mesi di governo insieme nel Conte 2, di essere incompatibile con loro su tutto”


dalla Redazione Parlamentare del Quotidiano l’Italiano

di Ivan Trigona

Non basta aprire una finestra e annunciare l’abolizione della povertà, come hanno fatto i grillini. Con messaggi culturalmente sbagliati e demagogici, con il reddito di cittadinanza, non si risolve il problema

“Non basta aprire una finestra e annunciare l’abolizione della povertà, come hanno fatto i grillini. Con messaggi culturalmente sbagliati e demagogici, con il reddito di cittadinanza, non si risolve il problema” Così il presidente di Italia Viva Ettore Rosato intervistato da Daniele Capezzone per la pagina social de “La Verità”. “La povertà si combatte con strumenti adeguati, mettendo a disposizione più risorse di quante sono state disposte per il reddito di cittadinanza se necessario, ma incentivando anche al lavoro non con il mero assistenzialismo”.

Nella nostra scelta di non voler entrare in un’area politica con i 5stelle c’è la coerenza di chi già ci ha provato e ha compreso, in pochi mesi di governo insieme nel Conte 2, di essere incompatibile con loro su tutto

“Nella nostra scelta di non voler entrare in un’area politica con i 5stelle c’è la coerenza di chi già ci ha provato e ha compreso, in pochi mesi di governo insieme nel Conte 2, di essere incompatibile con loro su tutto: dalla giustizia, all’economia, dal reddito di cittadinanza alle riforme istituzionali”. Così il presidente di Italia Viva Ettore Rosato intervistato da Daniele Capezzone per “La Verità”. “Già nel febbraio del 2020 infatti eravamo pronti a presentare mozione di sfiducia al ministro della giustizia Bonafede. Con la pandemia ci abbiamo rinunciato, perché la priorità del Paese in quel momento era affrontare l’emergenza”

Servono più soldi per sostenere famiglie e lavoratori e strumenti per rilanciare le imprese, già fortemente indebitate durante il Covid, che vanno aiutate a costruire posti di lavoro

“Servono più soldi per sostenere famiglie e lavoratori e strumenti per rilanciare le imprese, già fortemente indebitate durante il Covid, che vanno aiutate a costruire posti di lavoro, a sostenere le loro produzioni, a non perdere quote di mercato in un momento in cui i costi dell’energia le rendono meno competitive” Così a Skytg24 il presidente di Italia Viva Ettore Rosato “A fronte della forte inflazione e di un’economia in sofferenza per le conseguenze del Covid e della guerra ci vuole una risposta forte che può dare solo un Paese coeso. Anche in quest’anno di campagna elettorale ci deve essere da parte  dei partiti, nella legittima opposizione e nella maggioranza, un’assunzione di responsabilità e coerenza nell’appoggiare il governo perché si continui a lavorare per sostenere l’economia  e aiutare le famiglie e le imprese

La guerra commerciale che la Russia  ha aperto con Ue e Occidente non è certo inaspettata, è la conseguenza naturale del conflitto ucraino e dell’adozione delle sanzioni.

“La guerra commerciale che la Russia  ha aperto con Ue e Occidente non è certo inaspettata, è la conseguenza naturale del conflitto ucraino e dell’adozione delle sanzioni. Da una parte c’è la battaglia del grano, con cui Putin pensa di poter prendere il mondo per fame e dall’altra quella del gas con cui ricatta l’Europa. Sotto questo punto di vista il nostro Paese si è preparato in tempo portando le risorse al 52% grazie alla diversificazione degli approvvigionamenti e scegliendo di investire anche sull’uso di energie alternative oltre che sull’acquisto di due navi per la rigassificazione. Siamo sulla strada giusta, ma come anticipato già dal Presidente Draghi e dal ministro Cingolani passeremo attraverso passaggi non facili, che richiedono unità nel Paese per un lavoro di squadra”.

Ettore Rosato Presidente di Italia Viva

Più che un campo largo mi sembra un campo minato

“Più che un campo largo mi sembra un campo minato”. Risponde così il presidente nazionale di Italia Viva Ettore Rosato alla trasmissione “Un giorno da pecora” alla domanda sul campo largo con dentro tutti proposto da Letta. “Sulla giustizia, sulle infrastrutture, sul reddito di cittadinanza e l’assistenzialismo, sul lavoro, sul fisco la pensiamo in maniera diversa rispetto ai grillini…. Il Pd scelga cosa vuole fare, se la pensa come i 5 Stelle è giusto si allei con loro, se invece del giustizialismo sceglie il garantismo, quello scritto nella Costituzione, se invece dell’assistenzialismo sceglie lo sviluppo, allora è più utile che stia con l’area riformista” conclude.

Comments


Lascia un commento