Friday, August 12, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


La giornalista Rai Giorgia Cardinaletti debutterà alla conduzione dell’edizione serale del Tg1 a partire dal 20 giugno

Classe 1987, nativa di Fabriano, con nonno di origini calabresi e catanzaresi in particolari, dopo essere stata allieva alla Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia, si è “laureata” come giornalista professionista, superando i relativi esami ed è attualmente iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio.


di Riccardo Colao (Direttore del Quotidiano l’Italiano)

ROMA – La notizia è ufficiale e siamo doppiamente lieti per apprenderla e per divulgarla. In breve: da lunedì 20 giugno Giorgia Cardinaletti, giornalista Rai e già conduttrice della Domenica Sportiva nelle edizioni condotte con Alessandro Antinelli, debutterà alla conduzione dell’edizione serale del Tg1.

Quest’affermazione personale non è stata ben accettata da alcuni parassiti (ci son pure quelli facenti rima con farabutti) che hanno svoltato, aderendo nelle file del Movimento 5 Stelle (guadagnando stipendi parlamentari e favorendo i redditi di cittadinanza ad altrettanti nullafacenti). Così è accaduto che sui social e soprattutto sul giornale diretto da pluricondannato (per diffamazione a mezzo stampa) Marco Travaglio sia partita una campagna di aggressione mediatica per colpire in qualche modo la credibilità e la professionalità di Giorgia Cardinaletti ponendo in dubbio le sue grandi, incntestabili qualità di comunicazione mediatica e di competenza giornalistica.

Per far capire l’aria che tira, ai nostri lettori, riproduciamo alcuni passi di questa rarissima perla di servizio giornalistico a firma di un signor nessuno che non ha neppure avuto il coraggio di apporla:

Da anni è un volto in grande ascesa, il suo nome torna ciclicamente alla vigilia delle presentazioni dei palinsesti estivi e autunnali, in veste di possibile conduttrice di UnoMattina: come molto spesso accade, la fanta-tv non si concretizza mai. Riservatissima e allergica al gossip, da anni è legata a Francesco Caldarola, capo autore del talk politico di Rai3, Agorà. Nel 2021 fece infuriare i “no vax” realizzando per il Tg1 un servizio in cui ripercorreva la giornata tipo di un non vaccinato, dalla colazione al bar al lavoro, dalla palestra al ristorante. Il risultato? Offese e insulti di ogni tipo nei suoi confronti. E ci fu persino chi minacciò lo sciopero del canone“.

Chi è invece realmente Giorgia Cardinaletti?

Classe 1987, nativa di Fabriano, con nonno di origini calabresi e catanzaresi in particolari, dopo essere stata allieva alla Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia, si è “laureata” come giornalista professionista, superando i relativi esami ed è attualmente iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio.

Tra i primi incarichi quello di inviata e conduttrice nella redazione di Rai News 24. Poi il salto nel bel mondo della Formula 1 quando dal 2016, trasferitasi a Rai Sport, è stata inviata sulle piste mondiali dei Gran Premi, quindi conduttrice di Pole Position. La passione e la competenza le hanno consentito di arrivare a dirigere il più longevo e noto dei programmi storici della Radio Televisione Italiana, La Domenica Sportiva, dove è stata affiancata da Alessandro Antinelli per ben due stagioni consecutive,

La grinta e la telegenia della giornalista Giorgia Cardinaletti uno dei volti più noti della Rai

Nel 2019 è entrata a far parte della redazione del Tg1 e l’anno successivo, nel 2020, ha condotto Dentro il Festival, la conferenza stampa del Festival di Sanremo, in onda su RaiPlay. Da Sanremo ha proseguito con il seguitissimo Via delle storie, in onda da gennaio 2022 in seconda serata su Rai1. Lo speciale programma di approfondimento, è “nato per capire quel che sta accadendo nella società, nella vita comune”, ed è stato considerato un po’ il sequel di Sette storie, il programma in onda sempre in quella fascia e condotto dal direttore Monica Maggioni (che ha grande stima e considerazione della collega giornalista) fino alla nomina al vertice del Tg1. Da anni è un volto in grande ascesa, il suo nome torna ciclicamente alla vigilia delle presentazioni dei palinsesti estivi e autunnali, in veste di possibile conduttrice di UnoMattina e sicuramente prima o poi Giorgia Cardinaletti centrerà anche questo obiettivo, almeno noi glielo auguriamo in tutta sincerità

Ma cos’é che ha scatenato l’invidia e la delusione di alcuni “nani”, politicamente parlando, con in tasca il tesserino “5Stelle” ma sulla via della non rielezione in parlamento già tra dodici mesi?

Una specie di baraonda confusionaria quanto sia Francesco Giorgino, che Emma D’Aquino e Laura Chimenti si sono rifiutati di occuparsi della rassegna stampa alle 6.30 del mattino. La direttrice Monica Maggioni non ha potuto far altro che traslocarli virtualmente dall’edizione delle 20 a quella delle 13.30. Questa decisione che per i “ben pensanti” (tanto per dire) dei pentastellati e del quotidiano come “il Fatto” che li sostiene non è stata considerata accettabile e ha innescato polemiche, azioni legali e un effetto domino nelle stanze del tg dell’ammiraglia Rai. Ovvio che tutto questo non può essere considerato come un trampolino per lanciare campagne aggressive o denigratorie nei riguardi di Giorgia Cardinaletti, come di nessun altro giornalista che risponde ai suoi doveri di professionista e che non deve rendere conto a nessuno men che meno a “deputati farfalle” con grande opportunismo per ricavare onori e men che meno per erogare oneri, producendo illazioni e falsità. La pura verità sta nel fatto semplice: i tre posti rimasti vacanti alla conduzione dell’edizione di punta dovevano pur essere attribuiti e la scelta finale di Monica Maggioni è ricaduta su Elisa Anzaldo, Alessio Zucchini e, appunto, sulla Cardinaletti, con buona pace di Giorgini, dei 5 Stelle e de “il Fatto”.

Riccardo Colao

Giorgia Cardinaletti

Comments


Lascia un commento