Saturday, September 24, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


A Catanzaro Fiorita lancia l’idea rivoluzionaria: “Detenuti e percettori del reddito di cittadinanza per ristabilire la pulizia nelle strade e nei quartieri”

“L’anatra zoppa” che non ha in consiglio comunale alcuna maggioranza su cui farsi sostenere sta saggiando quanto sia duro “lo scendere e il salire l’altrui scale”. Dal Partito Democratico, dal M5S, dalle liste che lo hanno sostenuto e persino da quelle che lo hanno poi aiutato per il ballottaggio, è tutto un continuo tirargli la giacchetta. Per accontentare tutti dovrà ampliare (paradossalmente) il numero degli assessorati almeno a “diciotto”


di Pasquale Talarico per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – La frenetica e compulsiva attività del neo sindaco Nicola Fiorita, che non è ancora riuscito a nominare la sua effettiva squadra di governo della Città, sta spaziando dalla caccia ai predatori di acqua a quella per la pulizia e l’ordine per le strade e per i quartieri urbani.

“L’anatra zoppa” che non ha in consiglio comunale alcuna maggioranza su cui farsi sostenere sta saggiando quanto sia duro “lo scendere e il salire l’altrui scale”. Dal Partito Democratico, dal M5S, dalle liste che lo hanno sostenuto e persino da quelle che lo hanno poi aiutato per il ballottaggio, è tutto un continuo tirargli la giacchetta. Per accontentare tutti dovrà ampliare (paradossalmente) il numero degli assessorati almeno a “diciotto”

Nicola Fiorita

A fronte di un incontro registrato a Palazzo De Nobili dove hanno partecipato: la Regione Calabria con i dipartimenti Tutela della Salute-Servizi Sociosanitari e Protezione Civile, l’ASP-Unità Operativa Igiene e Sanità Pubblica, il comando provinciale dei Vigili del Fuoco, l’Azienda Calabria Verde, l’Anas, il Gruppo Volontari Protezione Civile Comunale, la Verdidea srl, la Catanzaro Servizi SpA, il Comando di Polizia Locale e i Settori comunali competenti per materia.

A margine di questa riunione Nicola Fiorita ha reso pubblico i dettagli di un incontro avuto con la direttrice della casa circondariale di Catanzaro, Angela Paravati.

Dalla funzionaria direttiva ha ottenuto la disponibilità dell’Amministrazione Penitenziaria per l’utilizzo e l’impiego in lavori di pubblica utilità ambientale da far eseguire ai detenuti che possono aderire a questo tipo di iniziativa di recupero sociale. Ma le idee di Fiorita, in versione “Eta Beta” non si sono fermate a questa soluzione. Il neo sindacosi è detto molto disponibile a recuperare tutti i percettori di reddito di cittadinanza per destinarli ai lavori di pubblica utilità al fine di superare l’annoso problema degli operatori comunali che in un modo o nell’altro pur presenti in rganico non sono mai reperibili per svolgere i tanti compiti che gravano sul Comune.

Una buona notizia dunque per i suoi elettori, soprattutto quelli facenti capo all’area del Movimento 5 Stelle che avranno una ragione in più per sostenere l’utilità di questa misura di aiuto sociale. Una ottima notizia per i cittadini che magari non saranno penalizzati con aumenti delle tasse per la manutenzione delle parti comuni dei “Tre Colli” e dintorni.

Comments


Lascia un commento