Friday, August 12, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Catanzaro: festeggiato San Vitaliano, il Patrono della Città

La consegna e l’imposizione del Pallio all’Arcivescovo per mano del Nunzio Apostolico, però, rappresenta il cambiamento, voluto qualche anno fa dallo stesso Papa Francesco, per rendere visibile con maggiore evidenza la relazione degli Arcivescovi Metropoliti con la loro Chiesa locale, dando così la possibilità a tutti di poter partecipare al Rito di imposizione e anche particolarmente ai Vescovi delle Diocesi suffraganee.


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – E’ grande festa nella città di Catanzaro per la solennità di San Vitaliano, patrono della città e dell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace. Il Santo Patrono tanto amato dai catanzaresi  viene celebrato nella Basilica dell’Immacolata di Catanzaro con il solenne pontificale presieduto dall’Arcivescovo Mons. Claudio Maniago insieme al clero dell’Arcidiocesi e l’importante presenza, in nomine Summi Pontificis, del Nunzio Apostolico per l’Italia e per la Repubblica di San Marino S.E.R. Emil Paul Tscherrig.

il vescovo mons. Tscherrig 

Presenza dovuta all’imposizione del Pallio a Mons. Claudio Maniago, avvenuta durante la celebrazione proprio da parte del Nunzio, ricevuto dalle mani di Papa Francesco lo scorso 29 giugno in Roma durante la solennità dei santi Pietro e Paolo nella Basilica di San Pietro. 

Il Pallio è simbolo di un legame speciale con il Sommo Pontefice ed esprime, inoltre, la potestà che, in comunione con la Chiesa Romana, l’Arcivescovo Metropolita acquista di diritto ed esercita nella proprio territorio. La consegna e l’imposizione del Pallio all’Arcivescovo per mano del Nunzio Apostolico, però, rappresenta il cambiamento, voluto qualche anno fa dallo stesso Papa Francesco, per rendere visibile con maggiore evidenza la relazione degli Arcivescovi Metropoliti con la loro Chiesa locale, dando così la possibilità a tutti di poter partecipare al Rito di imposizione e anche particolarmente ai Vescovi delle Diocesi suffraganee.

il vescovo Tscherrig  con Mons. Maniago

Inoltre, il Pallio è un paramento liturgico costituito da una striscia di lana bianca, simbolo del Vescovo come buon pastore e, insieme, dell’Agnello crocifisso per la salvezza di tutta l’umanità. Una bellissima celebrazione, molto partecipata come sempre dai cittadini catanzaresi come popolo di Dio, con lo speciale ritorno della tradizionale processione del Santo per le vie della città, visto che a causa della pandemia da Covid19 non aveva più avuto svolgimento se non lo scorso anno con l’inusuale ma molto gradito giro del Santo con un veicolo per tutta la città, compresa la zona sud. Insomma, una giornata benedetta per Catanzaro e i catanzaresi nel nome del Signore e del patrono San Vitaliano, segno di una rinascita e di un tempo nuovo in cui scrivere pagine di vita e di amore in cammino con la Chiesa. 

La consegna e l’imposizione del Pallio all’Arcivescovo per mano del Nunzio Apostolico, però, rappresenta il cambiamento, voluto qualche anno fa dallo stesso Papa Francesco, per rendere visibile con maggiore evidenza la relazione degli Arcivescovi Metropoliti con la loro Chiesa locale, dando così la possibilità a tutti di poter partecipare al Rito di imposizione e anche particolarmente ai Vescovi delle Diocesi suffraganee.

Inoltre, il Pallio è un paramento liturgico costituito da una striscia di lana bianca, simbolo del Vescovo come buon pastore e, insieme, dell’Agnello crocifisso per la salvezza di tutta l’umanità. Una bellissima celebrazione, molto partecipata come sempre dai cittadini catanzaresi come popolo di Dio, con lo speciale ritorno della tradizionale processione del Santo per le vie della città, visto che a causa della pandemia da Covid19 non aveva più avuto svolgimento se non lo scorso anno con l’inusuale ma molto gradito giro del Santo con un veicolo per tutta la città, compresa la zona sud. Insomma, una giornata benedetta per Catanzaro e i catanzaresi nel nome del Signore e del patrono San Vitaliano, segno di una rinascita e di un tempo nuovo in cui scrivere pagine di vita e di amore in cammino con la Chiesa. 

l’arcivescovo Maniago in alcune fasi della consegna del pallio da parte di Papa Francesco

Comments


Lascia un commento