Thursday, October 6, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


“Catanzaro non ha bisogno di un Sindaco che sfila nelle passerelle inutili visto che non è esperto di idraulica”

Molti lettori ci segnalano che queste passerelle del sindaco Fiorita pare abbiano il sapore del discreto fascino della presa per i fondelli…. Che senso avrebbe quindi le sue continue visite se non si riesce a trovare una soluzione… Quale aiuto possono dare questi giri panoramici con tanto di fotografi al seguito per dimostrare cosa? O si è capaci di inviare tecnici competenti che adeguatamente trovino le soluzioni oppure Fiorita trascorra il suo tempo a fare il Sindaco e non l’aspirante capomastro con i parenti di Tallini al seguito.


di Pasquale Talarico per il Quotidiano l’Italiano

dalla Redazione Catanzarese del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – C’era un tempo una canzone che andava di grande moda: “Pippo Pippo non lo sa“… e così a Catanzaro qualcuno, come Pippo, pensa che la gente possa non sapere come stanno le cose.

Intanto lui saltella come un pollo” e con grande serietà … Saluta tutti, fa un inchino e se ne va…” prosegue una strofa della celebre canzone anni 30 dal refrain simpaticissimo e ancora attuale.

E’ accaduta una sena similare oggi quando il sindaco Nicola Fiorita dopo essersi recato a controllare (lui che di idraulica è un esperto e ci capisce molto più di un tubo) il depuratore e tutte le magagne che questo importante elemento produce sin dai tempi dell’altro predecessore “SergiaredduAbramo, senza che se ne possa venire a capo.

Ad accompagnarlo, caso strano un personaggio molto vicino alla Tallini’s family, l’esperto Domenico Mancuso (che secondo i ben informati – non certo da parte nostra che riceviamo messaggi in tal senso – sarebbe il nipote dell’ex consigliere regionale stoppato dalle indagini di Gratteri ma poi risultato innocente in primo grado). Non si comprende bene a quale titolo (e ci piacerebbe saperlo) ma evidentemente se Fiorita si fa, da lui, accompagnare è probabile che possa essere considerato un fortissimo esperto di idraulica e di impianti di collettori atti a depurare le cloache urbane.

Se n’é accorto il consigliere comunale Eugenio Riccio il quale, attentissimo nella veste di membro dellopposizione, non ha avuto nessun dubbio nel reagire e rilasciare alcune dichiarazioni che riportiamo per i lettori.

La Citta’ sia presente, coesa, volta alle giuste pretese, senza indugio o sconti per nessuno. Sia attuato quanto urge, basta con le giustificazioni, il coraggio di farsi avanti e denunciare sia condivisibile, trattandosi di interesse “comune”. Fino a quando e come in questo caso, gli interventi e le immediate sollecitazioni saranno rese note, si evitino rimbalzi di polemiche e schieramenti fuori campagna elettorale. Il problema c’e’, inutile soprassedere per sfuggire” ha chiosato il Consigliere Riccio!

L’attenzione che il Sindaco Fiorita riserva alla situazione del depuratore in località Verghello ci fa ben comprendere quale sarà il modus operandi che caratterizzerà la sua amministrazione. La presenza solitaria del Sindaco Fiorita, “un uomo solo al comando” che, a differenza della sua prima visita all’impianto, è arrivato sul posto soltanto con la stampa al seguito al fine di documentare il sopralluogo in pieno stile propagandistico, mi pone alcuni interrogativi che gli rivolgiamo al fine di fugare ogni dubbio sulla sua futura azione amministrativa“. Ha diramanto questa protesta il consigliere comunale di Alleanza per Catanzaro Eugenio Riccio, al quale nulla sfugge e bene fa perché l’opposizione ha il diritto di controllare e di denunciare eventuali situazioni anomale

“In primo luogo gli chiedo – ha poi proseguito – se non fosse stato più opportuno che in questo suo sopralluogo il primo cittadino si fosse fatto accompagnare dall’assessore ai Lavori Pubblici, un valente tecnico, almeno per come è  stato presentato, che avrebbe potuto verificare con maggiore puntualità lo stato dell’arte e suggerire magari qualche soluzione più efficace. Ma di lui, oggi, neppure l’ombra. In secondo luogo: perché al fianco del Sindaco non ci sono anche i tecnici del Comune? Non spetta a loro il monitoraggio costante del funzionamento del depuratore? Mi chiedo, allora,  Sindaco la sua visita solitaria è, anche e soprattutto, un atto di sfiducia verso questi funzionari? Se così fosse mi aspetto, da parte sua, una rivoluzione anche sotto il profilo della riorganizzazione burocratica affinché gli uffici possano svolgere con efficacia ed efficienza il loro ruolo di controllo sui servizi che questa Amministrazione deve erogare ai cittadini”.

“E sul suo invito a segnalare i disservizi stia tranquillo – ha detto papale papale – che da parte mia l’attenzione sarà sempre massima e tempestiva nel dare notizia agli organi competenti delle disfunzioni esistenti, come del resto ho già fatto, e posso dimostrarlo, in questi giorni e da quando ricopro l’incarico di consigliere comunale. Stessa cosa dicasi per i tanti cittadini che in questi giorni hanno denunciato sui social e non solo le condizioni vergognose del nostro mare ridotto ad una vera e propria cloaca soprattutto nel periodo di ferragosto”.

Il consigliere Riccio non ha tutti i torti. Anche altri lettori ci segnalano che queste passerelle del sindaco Fiorita pare abbiano il sapore del discreto fascino della presa per i fondelli…. Che senso avrebbero quindi le sue continue visite se non si riesce a trovare una soluzione… Quale aiuto possono dare questi giri panoramici con tanto di fotografi al seguito per dimostrare cosa? O si è capaci di inviare tecnici competenti che adeguatamente trovino le soluzioni oppure Fiorita trascorra il suo tempo a fare il Sindaco e non l’aspirante capomastro con i forse parenti di Tallini e i fotografi al seguito. Non è così che si possa continuare a spacciare visite come soluzioni ai problemi dei cittadini. E’ pur vero che ha ereditato questa problematica come tante altre, ma almeno “Sergiareddu” ci risparmiava questi spettacoli pietosi.

Tallini e Domenico Mancuso
Domenico Mancuso e Antonello Talerico
Domenico Mancuso e Fiorita al sopralluogo presso il depuratore
Domenico Mancuso e Fiorita a spasso nei pressi del depuratore
Domenico Mancuso e Nicola Fiorita al depuratore
i due esperti Fiorita e Mancuso nel sopralluogo presso il depuratore

RETTIFICADOMENICO MANCUSO E SOLO OMONIMO DI DOMENICO MANCUSO IL VERO COGNATO DI TALLINI – (ai sensi di Legge)

In merito all’ipotesi secondo cui Domenico Mancuso (l’uomo che appare nelle immagini pubblicate insieme a Tallini, Talerico e che affianca il sindaco) sarebbe stato imparentato con Domenico Tallini si precisa e si chiarisce che lo stesso è solo omonimo del Domenico Mancuso, cognato dell’ex consigliere regionale e che pertanto il Domenico Mancuso erroneamente indicato con un “sembrerebbe” non ha alcuna parentela con l’ex consigliere regionale. Del resto la quantità di foto del soggetto assieme a personaggi politici rilevanti ha contribuito a ritenere credibile lo scambio di persona. Ci scusiamo con i diretti interessati per l’equivoco dovuto sia al materiale fotografico che alla perfetta omonimia dei due soggetti citati, anche se nella prosa si è usato prudentemente il condizionale e non un verbo affermativo.

Comments


Lascia un commento