Thursday, October 6, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Festa giallorossa per Massimo Palanca “O Rey” di Calabria

La società catanzarese tramite un comunicato stampa, ha anticipato i punti della presentazione della squadra. Sarà un evento originale probabilmente unico in Europa quindi genuino e meraviglioso. Sarà importante esserci per tutti i tifosi e gli appassionati supporters giallorossi.


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

Massimo Palanca e il giornalista Lorenzo Fazio corrispondente da Catanzaro

dalla Redazione Catanzarese del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Lo scorso 21 agosto è stato un giorno speciale per i tifosi del Catanzaro. Il popolo giallorosso ha festeggiato il compleanno del giocatore più importante della sua storia, Massimo Palanca. Quel 21 agosto del 1953, a Loreto, è nato il campione che più di tutti ha rappresentato il Catanzaro nel calcio italiano con i suoi goal e le sue prestazioni sontuose. Ben 367 gare ufficiale con la gloriosa maglie delle Aquile del Sud e 137 goal, di cui 13 realizzazioni complessive da calcio d’angolo che gli valsero una grande fama in tutta Italia. Catanzaro e il Catanzaro non lo hanno mai dimenticato negli anni, anzi tutt’altro, e proprio per questo la società giallorossa gli regalerà a breve un omaggio mai reso a nessun calciatore della sua storia, che non dovrebbe essere il 24 agosto e con un’organizzazione diversa da quanto appreso nella tarda serata di ieri. Verrà ritirata la mitica numero 11 vestita da Palanca e mai nessun altro calciatore del Catanzaro indosserà mai più la maglia che resterà per sempre dello storico “Massimè”.  Proprio lui che ama visceralmente la città dei tre colli tanto da recitare un giorno: “Sono un povero diavolo, vivo alla giornata in provincia, lontano mille chilometri dai grandi centri. Ma la sera, quando me ne vado a casa, Catanzaro diventa Parigi, Roma, New York. Sarò un pò matto ma è cosi”. Forse è anche questa sana follia che ha reso “matti” i tifosi giallorossi per il grande “O’Rey”, come lo ha ribattezzato da sempre il pubblico catanzarese. Conosciuto in tutta la provincia l’ex campione del Catanzaro ha ricevuto, inoltre, lo scorso 8 agosto la cittadinanza onoraria di Amato, paese della provincia di Catanzaro, con una cerimonia speciale presso l’Auditorium “Giovanni Paolo II”. L’ennesimo gesto di amore del tifo giallorosso che per sempre avrà una sola e grande leggenda: Massimo Palanca. Tanti auguri “O’Rey”!

Il volume biografico e fotografico dedicato a Massimo Palanca dal direttore Riccardo Colao

LA CARRIERA:

Massimo Palanca (Loreto21 agosto 1953) è un ex calciatore italiano.

Raggiunse l’apice della sua carriera con la maglia del Catanzaro tra la metà degli anni 1970 e la fine degli anni 1980. Acquisì particolare fama per le sue marcature su calcio d’angolo: 13 i gol complessivi realizzati direttamente da corner.

Nativo di Loreto, crebbe a Porto Recanati con papà Renato, custode dello stabile dove la famiglia abitava e dove vi era un campetto di calcio, mamma Liliana, un fratello, Gianni, anch’egli calciatore, e sei sorelle.

Dopo aver segnato 18 gol col Camerino nel 1972 in Serie D, iniziò tra i professionisti in Serie C con il Frosinone. Con i gialloblù realizzò 17 reti in 38 incontri risultando il capocannoniere nel girone C della Serie C 1973-1974. Nella stagione 1974-75, dopo il mancato trasferimento alla Reggina, passò al Catanzaro. Al primo anno, sfiorò la promozione in serie A, perdendo, in campo neutro a Terni, lo spareggio promozione contro il Verona. L’anno seguente, tuttavia, ebbe modo di rifarsi, conquistando la sua prima promozione in serie A, seconda per il Catanzaro.

L’esordio in Serie A avvenne il 3 ottobre 1976 in Catanzaro-Napoli, chiusasi sullo 0-0. Fu capocannoniere della Serie B nella stagione 1977-78 con 18 reti, stagione culminata con la seconda promozione personale in massima Serie. L’anno seguente, si laureò capocannoniere della Coppa Italia 1978-1979, trascinando il Catanzaro fino alle semifinali. Sempre in quella stagione, rimasero nella memoria di tutti, catanzaresi e non, le tre reti (di cui una direttamente dal calcio d’angolo) segnate allo stadio Olimpico durante l’incontro con la Roma del 4 marzo 1979, finito 3-1 per i giallorossi di Calabria.

Il gol segnato direttamente dalla bandierina non è casuale per quello che a Catanzaro venne definito “L’imperatore” dalla Curva Ovest. In carriera ne ha segnati 13, tutti col piede sinistro. Il 19 dicembre 1979 giocò a Genova nella Nazionale “Sperimentale” di Enzo Bearzot, contro la Germania Ovest. Nella stagione più fortunata per la squadra calabrese (7º posto nel campionato di Serie A 1980-81), segnò 13 reti, risultando il miglior marcatore del campionato dietro a Pruzzo. È stato il miglior cannoniere del Catanzaro in Serie A con 37 reti. Le sue presenze complessive in giallorosso sono 331, le reti 115.

Massimo Palanca mentre “scocca” dal corner uno dei suoi micidiali tiri ad effetto che in parecchi episodi si sono conclusi con i suoi “gol olimpici”

Nella stagione 1981-82 venne ceduto al Napoli dove non riuscì più a realizzare i colpi che l’avevano reso famoso. Segnò un solo gol e l’anno successivo si trasferì in prestito al Como in Serie B, dove riuscì a segnare solo due volte (contro il Milan con una punizione il 5 dicembre, e contro il Campobasso su rigore il 5 giugno). Richiamato a Napoli, presunte incomprensioni con l’allenatore Rino Marchesi e un solo gol in diciannove incontri lo fecero precipitare in Serie C2 a Foligno, dove siglò 18 reti in 47 incontri tra il 1984 e il 1986.

Tornato a Catanzaro nella stagione 1986-87, in Serie C1, ritrovò lo smalto degli anni migliori, trascinando la squadra alla promozione con 17 reti in 29 gare, risultando anche il capocannoniere del torneo. A Catanzaro restò altre tre stagioni, in serie B, fino al suo ritiro dal calcio nel 1990 nelle quali realizzò 28 reti collezionando 97 presenze, mancando per un solo punto, nella stagione 1987-88, una nuova promozione in serie A.

In totale nella sua carriera ha collezionato, nei campionati professionistici, 478 presenze, di cui 147 in serie A, con 115 i gol messi a segno (39 in serie A). 36 sono state invece le presenze in Coppa Italia, con 22 gol. Ha conquistato 4 volte il titolo di capocannoniere: nel 1973/74 con il Frosinone in Serie C (18 reti in 38 partite); nel 1977/78 con l’U.S. Catanzaro in Serie B (18 reti in 32 partite); nel 1978/79 con l’U.S. Catanzaro in Coppa Italia con 8 reti in 7 partite; nel 1986/87 ancora con il Catanzaro in C1 (17 reti in 29 partite). Tre sono state le promozioni raggiunte, tutte con il Catanzaro: nel 1975/76 e nel 1977/78 dalla Serie B alla Serie A; nel 1986/87 dalla C1 alla Serie B.Vive a Camerino e gestisce insieme alla moglie un negozio di abbigliamento a Castelraimondo. È stato uno dei commentatori televisivi delle partite trasmesse da ContoTV. È anche il selezionatore della rappresentativa regionale anno Giovannissimi gioco calcio della regione Marche.
Fu soprannominato Piedino d’oro, ma anche Piedino di fata, per via del suo piede che misurava solo 37. Le scarpe gli venivano fatte su misura da “Pantofola d’Oro”, laboratorio artigianale che aveva avuto clienti del calibro di Charles e Sívori.Dai tifosi del Catanzaro venne soprannominato “O Rey”.Fu definito da Sandro Ciotti “Uno dei migliori sinistri d’Europa”.

Palanca “osservato speciale” dallo juventino Morini

FLYERS UFFICIALI PRESENTAZIONE SQUADRA

di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano
CATANZARO – A margine dell’evento del compleanno di Massimo Palanca, segue un altro evento eccezionale: avrà luogo il prossimo 30 agosto, non quindi il 24 come inizialmente era stato dato per certo nei forum giallorossi, in località Giovino a Catanzaro. L’U.S. Catanzaro, attraverso un comunicato stampa, ha anticipato qualcosa sulla presentazione della squadra come originale e probabilmente unica in Europa quindi sarà veramente meraviglioso e importante esserci per tutti i tifosi giallorossi.

Alle ore 18.30 lo start nei pressi del “Lido del Sole” e dell’Hemingway alla presenza di tutta la società insieme a giocatori e staff tecnico. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Catanzaro e vari sponsor che la società stessa ha tenuto a ringraziare nel flyers della presentazione reso pubblico sui propri canali ufficiali. Non sono escluse probabilmente sorprese e ospiti d’eccezione per una serata di galà del tifo giallorosso. Di seguito il comunicato ufficiale della società:
Originale. Probabilmente unica in tutta Europa. La presentazione della rosa dell’US Catanzaro 1929 è fissata per il prossimo martedì 30 agosto e avverrà sulla spiaggia. L’appuntamento è per le ore 18:30 in località Giovino. È qui che la squadra riceverà l’abbraccio di tutto il popolo giallorosso. Una vera festa che si terrà nei pressi del “Lido del Sole” e dell’Hemingway club . Musica e cabaret faranno da cornice all’appuntamento, in cui l’entusiasmo dei tifosi saprà contagiare tutti i calciatori e lo staff tecnico e dirigenziale, a pochi giorni dell’inizio del campionato. La data è stata scelta proprio per consentire alla squadra di non sottrarre tempo agli allenamenti programmati in vista del debutto del torneo. L’iniziativa è stata pensata da Roberto Talarico, in accordo con la dirigenza e in collaborazione con il Comune di Catanzaro. Nei prossimi giorni saranno comunicati ulteriori dettagli di questa presentazione che saprà davvero sorprendere i magnifici supporters delle Aquile.

Lorenzo Fazio

Comments


Lascia un commento