Saturday, October 1, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro. Il Catanzaro supera l’esame di “Latina” ed è subito capolista assieme al Crotone vittorioso a Pescara con un gol di scarto!

Aquile rapaci e mordaci piegano i laziali con una “manita” che solo per la bravura del portiere Cardinali non si è trasformata in un punteggio tennistico. Giallorossi in vetta alla classifica sino al “golletto” crotonese col quale i rossoblu hanno espugnato Pescara. La Calabria al top del girone


di Riccardo Colao (Il punto del direttore del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Alla fine del primo tempo con il Catanzaro in vantaggio per una rete a zero contro il Latina e la matematica acquisizione della poltrona di capolista (grazie anche al pareggio del Crotone a Pescara) avevamo ancora negli occhi la posa ieratica di Situm con i suoi indici alzati verso il cielo a festeggiare il primato personale!

Che soddisfazione per i tifosi giallorossi poter finalmente godere della posizione di privilegio al top: nove punti contro i sette di Pescara e Crotone e i due di vantaggio sulla coppia di competitor, pericolosa quanto due serpenti a sonagli che si intrecciano nella cesta dell’incantatore pronti a venir fuori al primo soffio che produce le note di un flauto.

A proposito di musica: il Catanzaro ha suonato bene la sua sinfonia gestendo un match che poteva risultare difficoltoso vista la disposizione sul manto verde del “Ceravolo” da parte dei nerazzurri. I ragazzi di Daniele Di Donato hanno badato a contenere, nella propria porzione di campo, l’animosità e la concertazione di Vandeputte, Iemmello e compagnia bella. Ma contro le geometrie euclidee dello stesso Situm, di Sounass, di Ghion, e di Verna nulla han potuto opporre quando la formazione di Vivarini ha inteso pigiare il piede sull’acceleratore con quel pizzico di esuberanza e velocità che non sono mai venuti meno

E’ una grande squadra quella giallorossa. Gioca a memoria e i suoi “ingranaggi” si dispongono con una puntualità e una precisione da far invidia ai meccanismi degli orologi svizzeri, suonando sempre l’ora giusta.

Non inganni il risultato finale del p.t. Il bottino avrebbe potuto essere più cospicuo se un tiraccio di Iemmello non fosse stato parato da Cardinali e se l’arbitro Di Graci non avesse sorvolato su un evidente fallo di mano in area di rigore.

Ma il diluvio di gol era riservato allo spettacolo nella seconda parte della gara. Ha iniziato Iemmello, (sfruttando un errore della difesa laziale), ha triplicato Sounas son un rasoterra micidiale, ha siglato il poker Alessio Curcio su assist di Vandeputte e poi, come a tombola, la cinquina col colpo di testa vincente di Pietro Cianci.

5 a 0 e “manita” rifilata, come una sberla, sulle guance del Latina che a onor del vero non avrebbe meritato un passivo così alto se avesse tenuto di più a registro la retroguardia, Tutto bene? Catanzaro ancora in testa? Macché … la nota stonata è pervenuta da Pescara dove il Crotone con un solo golletto è riuscito a recuperare la vittoria e i tre punti valevoli per affiancare il Catanzaro nel tandem di testa

Alla fine del terzo turno si è già capito che la lotta all’arma bianca sarà tra catanzaresi e crotonesi. Un Catanzaro produttore di reti all’ingrosso (12 in 270 minuti giocati) e un Crotone non certo stitico (7 gol realizzati e 2 subiti). Ci sarà da divertirsi quando le due formazioni si incontreranno per decidere chi reggerà lo scettro del torneo!

Riccardo Colao

Un minuto di raccoglimento per ricordare lo scomparso Giuseppe Teti

GRANDE PROVA DI FORZA DEL CATANZARO CHE TRAVOLGE E SOMMERGE DI RETI IL LATINA SCESO AL CERAVOLO CON L’OBIETTIVO PRESUNTO DI USCIRNE INDENNE

di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Poker anzi “colore” del Catanzaro al “Ceravolo” sul malcapitato Latina. Grande prova di forza dei ragazzi di mister Vivarini che, dopo un difficile primo tempo sbloccato dal goal di Situm, riescono a portare a casa la terza vittoria consecutiva. Gran gioco dei giallorossi nella ripresa e i tifosi possono far festa sugli spalti per un Catanzaro spettacolare. Minuto di silenzio per Giuseppe Teti, ex tecnico delle giovanili giallorosse prematuramente scomparso. Fase di studio iniziale tra le due squadre con Situm che spicca per il Catanzaro per ordine e applicazione. Qualche fallo di troppo a metà campo e il Latina si conferma squadra ostica da affrontare. Al minuto 8 spunto di Martinelli che libera Situm in area, il croato si libera bene al tiro ma è debole e facile preda di Cardinali. Undicesimo di gioco e ci prova Iemmello dalla distanza ma Cardinali risponde alla grande e devia in corner. Al 14′ punizione Ghion-Vandeputte e palla pericolosa nel mezzo senza la deviazione decisiva. Al 26′ grande spunto di Vandeputte che crossa per l’accorrente Situm che devia sul fondo. Al 34′ Iemmello meraviglioso in disimpegno e apertura per Vandeputte che la rimette in mezzo. Lo stesso Iemmello calcia a botta sicura ma viene stoppato probabilmente di mano da un difensore ospite. Di Graci lascia correre e il “Ceravolo” esplode in proteste. Al 35′ Verna colpisce male su colpo di testa di Sounas e spreca un’occasione. Un minuto dopo però arriva il goal del vantaggio giallorosso con Situm che, da due passi, mette dentro una corta respinta di Cardinali facendo saltare di gioia il popolo di casa. Al 41′ gran spunto di Sounas e palla a centro area senza che nessuno trovi la deviazione vincente. Il primo tempo si chiude con un’azione manovrata dell’attacco giallorosso con asse finale Vandeputte-Situm con conclusione debole del croato. Fine frazione con il Catanzaro avanti di una rete. Inizio secondo tempo scoppiettante per i giallorossi che raddoppiano subito con Iemmello con una bordata dalla destra appena entrato in area di rigore. Il bomber catanzarese spacca la porta e si “bagna” negli applausi della “Capraro”. Altra occasione poco dopo per Verna con un tiro dalla distanza di Verna che finisce di poco a lato. Al 54′ tris spettacolo del Catanzaro con Sounas che si presenta davanti a Cardinali e lo batte con un piatto destro per tripudio giallorosso. Catanzaro spettacolare nel gioco e nella facilità ad arrivare in porta in questo avvio di ripresa. Primi due cambi nei giallorossi, entrano Curcio e Welbeck per Biasci e Ghion. Primo tiro anche del Latina all’ora di gioco e Fulignati risponde presente. Continua il Catanzaro show con un assolo di Vandeputte con tiro di poco alto sopra la traversa. Successivo calcio d’angolo di Sounas che libera al tiro Iemmello, super parata di Cardinali che si ripete anche sulla respinta con Curcio che fa gridare al goal lo stadio. Doppio cambio anche nel Latina con Di Donato che prova a correggere qualcosa a gara in corso per riaprire la gara. Standing ovation per Situm che esce per Tentardini, spazio anche per Bombagi al posto del guerriero Sounas anche lui applauditissimo. Al 71′ altra azione in solitaria di Iemmello che ci prova con un sinistro a giro che finisce di poco alto. Al 76′ il subentrato Tentardini ritenta di sinistro da lunga distanza ma il suo tiro è centrale e facilmente bloccato da Cardinali. Entra anche Cianci nel Catanzaro e gli applausi stavolta se li prende, il “figlio di questa città”, Iemmello che esce di corsa per dar spazio al compagno. Cianci fa subito a sportellate la davanti e per poco non impatta in porta un cross dalla sinistra di Tentardini. Il Catanzaro si diverte sul finale in fase di possesso, buone trame in tutti i reparti con Welbeck e Verna in palleggio, qualche finezza di Curcio e Scognamillo che si concede qualche scorribanda sulla sinistra. E anche Curcio trova il primo goal in giallorosso con un piatto destro servito da Vandeputte. Curiosa esultanza di Curcio che si “accomoda” sulla macchina esposta in curva ovest lato distinti per festeggiare con il belga assist man. E non è finita qui anche il bomber di Bari Vecchia Pietro Cianci trova gloria mettendo dentro di testa il goal del 5 a 0. Il Catanzaro è una macchina da guerra, stravince l’incontro e avvisa il campionato del ruolo che vuole recitare quest’anno. Ora sotto col Cerignola per proseguire un cammino iniziato alla grandissima.

IL TABELLINO A INIZIO GARA:
Catanzaro: (3-4-1-2): 1 FULIGNATI Andrea 5 MARTINELLI Luca 8 VERNA Luca 9 IEMMELLO Pietro 14 SCOGNAMILLO Stefano 18 GHION Andrea 23 BRIGHENTI Nicolò 24 SOUNAS Dimitrios 27 VANDEPUTTE Jari 28 BIASCI Tommaso 92 SITUM Mario
A disposizione: 12 RIZZUTO Alfonso 16 SALA Andrea 3 TENTARDINI Alberto 6 WELBECK Nana 10 BOMBAGI Francesco 20 PONTISSO Simone 21 CURCIO Alessio 44 GATTI Riccardo 45 MULE’ Erasmo 77 KATSERIS Panos 88 CINELLI Antonio 91 MEGNA Giorgio 99 CIANCI Pietro
Allenatore: VIVARINI Vincenzo

Latina: (3-5-2): 1 CARDINALI Matteo 3 ESPOSITO Antonio 5 GIORGINI Andrea 6 AMADIO Stefano 8 SANNIPOLI Daniel 9 CARLETTI Cristian 11 ROSSETI Valerio 19 CELLI Alessandro 23 BORDIN Alessandro 27 ESPOSITO Andrea 77 TERASCHI Marco
A disposizione: 12 GIANNINI Flavio 22 TONTI Alessandro 14 BARBERINI Christian 16 DI MINO Mattia 20 ROSSI Alessandro 21 NORI Tommaso 29 FABRIZI Luca 75 CORTINOVIS Fabio 99 MARGIOTTA Francesco
Allenatore: DI DONATO Daniele

Arbitro: Di Graci di ComoAssistente 1: Fine di BattipagliaAssistente 2: Giorgi di LegnanoQuarto ufficiale: Pascarella di Nocera Inferiore
Spettatori: 3.693 biglietti, 2.368 abbonati, ospiti 24, 6.061  Totali presenze  gara

Comments


Lascia un commento