Saturday, October 1, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


E così tutto canta Dialoghi e musiche per un futuro possibile Il cd book dei MishMash per Finisterre

Gruppo unico nel suo genere, MishMash, sin dalla sua fondazione, ha unito in un percorso tra tradizioni popolari e intercultura quattro musicisti appartenenti a 4 differenti fedi religiose – Buddismo, Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sono Marco Valabrega al violino e viola, Nicola Pignatiello alla chitarra, Bruno Zoia al contrabbasso e Mohssen Kasirossafar alle percussioni persiane e, insieme a loro, la cantante italo-turca Yasemin Sannino.


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Esce l’8 ottobre per Finisterre “E così tutto canta: dialoghi e musiche per un futuro possibile”, il primo cd book di MishMash, il racconto tra note e parole di un viaggio in musica lungo 25 anni che ha visto la band italiana incontrare suoni e voci da ogni angolo del mondo al crocevia di quattro fedi (buddismo, cristianesimo, ebraismo e islam).  

Un punto di arrivo e al tempo stesso una nuova partenza per la storica formazione dei MishMash che, per i suoi 25 anni di carriera, pubblica un album ricco di approfondimenti, che avvicina paesaggi sonori geograficamente distanti e costruisce nuovi spazi di spiritualità attorno a suoni mediterranei, suoni dell’est e medio-orientali, con arrangiamenti che ricreano il sapore “vagabondo” tipico di questi repertori. 

MishMash gruppo_ph. Mohssen Kasirossafar_2022

In pieno stile MishMash (termine che in varie lingue racchiude significati legati al concetto di “mescolanza”), il cd book “E così tutto canta: dialoghi e musiche per un futuro possibile”, attraverso 12 tracce e il libro di accompagnamento, restituisce alla musica la sua vera risorsa di dialogo, dove la contaminazione diventa un’esperienza sonora distintiva, in grado di superare ogni divisione geografica e culturale.

Gruppo unico nel suo genere, MishMash, sin dalla sua fondazione, ha unito in un percorso tra tradizioni popolari e intercultura quattro musicisti appartenenti a 4 differenti fedi religiose – Buddismo, Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sono Marco Valabrega al violino e viola, Nicola Pignatiello alla chitarra, Bruno Zoia al contrabbasso e Mohssen Kasirossafar alle percussioni persiane e, insieme a loro, la cantante italo-turca Yasemin Sannino.

MishMash_Ph. Ernesto Rossi

“E così tutto canta: dialoghi e musiche per un futuro possibile”, però, non è solo il racconto del viaggio visto attraverso gli occhi dei MishMash, ma anche parole, poesie e collaborazioni di chi in questo viaggio li ha accompagnati negli anni:Edith Bruck, scrittrice, poetessa, traduttrice, regista e testimone della Shoah; Don Matteo Zuppi, cardinale e arcivescovo cattolico italiano; il cantautore Max Manfredi; lo scrittore Pasquale Troìa. Nel cd book, ricco di contributi, anche una dedica speciale a Domenico “Mimmo” Ascione – membro fondatore del gruppo, prematuramente scomparso il 15 agosto 2017 – con un brano da lui registrato prima della morte.

“Ci siamo diretti verso Oriente” dichiarano i MishMash, “fin dall’inizio, e siamo partiti da una melodia tradizionale greca che ci invitava ad andare avanti su quella strada di scoperta di suoni, parole e persone che abbiamo sempre cercato di percorrere, aprendo gli occhi, le orecchie e il cuore sugli angoli del mondo. A volte basta un suono e sei già insieme agli altri ad ascoltare”.

Non solo cd book, ma anche esperienza dal vivo, l’uscita di “E così tutto canta: dialoghi e musiche per un futuro possibile” sarà accompagnatada un minitour autunnale dalla periferia al cuore di Roma, attraverso uno spettacolo di musica, danza, recitazione, poesia e talk – con il sostegno del Ministero della Cultura quale Ente sostenitore e di Roma Capitale, nell’ambito del ciclo di programmazione “Spettacoli dal vivo nei comuni della Città metropolitana di Roma Capitale”.

EmanuelaVecchio_AgneseSumonte_2022_02

Sul palco con i MishMash (Marco Valabrega al violino e viola, Nicola Pignatiello alla chitarra, Bruno Zoia al contrabbasso e Mohssen Kasirossafar alle percussioni persiane), artisti provenienti da diverse culture e etnie e che, utilizzando diversi linguaggi, uniscono le loro voci: le danzatrici Elisa Scapeccia ed Emanuela Vecchio, la cantante Yasemin Sannino, il violista Daniele Valabrega e gli attori Esper Russo e Tiziana Biscontini che daranno voce alle parole di Edith Bruck, Don Matteo Zuppi, Max Manfredi, Pasquale Troìa e degli stessi musicisti di MishMash.

MishMash porteranno “E così tutto canta” il 1° ottobre, in occasione dell’uscita del primo singolo, a Capranica Prenestina (ore 18:00, Sala del Consiglio Comunale) e l’8 ottobre, data di uscita del cd book, a Canale Monterano (ore 21.00 Teatro Maurizio Fiorani; alle 20:30 ci sarà la premiazione del Concorso Fotografico “I luoghi del dialogo”) per poi proseguire lunedì 17 ottobre a Roma al Logical Space (ore 18:30, via dei Santissimi Quattro 27) e per tutto l’autunno in luoghi e spazi di cultura in Italia. Mercoledì 2 novembre, invece, MishMash in concerto alle 20:30 presso il Centro di Cultura ebraica Pitigliani di Roma, che ha aperto la sua sala concerti completamente rinnovata, per ospitare eventi artistici e musicali aperti al pubblico esterno.

Testatina rossa

Comments


Lascia un commento