Sunday, April 14, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


A Bracciano l’Associazione Canova22 presenta Dance Screen in the Land 2023

Il festival Dancescreen in the Land è un progetto triennale partito nel 2022 e sostenuto dal Ministero della Cultura. Ideato da Fiorenza d’Alessandro e organizzato dall’Associazione Canova22 (che ha sede nella fascinosa Fornace del Canova dove il grande scultore neoclassico cuoceva i suoi bozzetti), un laboratorio permanente di sperimentazione artistica interdisciplinare.

Sarà un network variegato di linguaggi performativi, un opificio in cui si intrecciano arte, danza, musica e immagini in movimento. Al centro c’è il corpo, che diviene palcoscenico di libertà, paesaggio poetico, mutevole e transculturale, territorio ribelle e politico.


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Al via la seconda edizione del Festival Dancescreen in the Land, dal 15 giugno al 21 luglio. L’estate viene accolta con un ventaglio di bellezza aperto per oltre un mese, con spettacoli inediti e performance di danza contemporanea, installazioni site-specific di fotografie e video, workshop ed esperienze collettive, per chiudersi con un premio di videodanza.

Il tutto articolato in un filo ideale tra il centro di Roma e il paesaggio del Lago di Bracciano, fino a tornare nel verde urbano a Valle Giulia, là dove la città viene pensata dagli architetti del futuro.

Il festival Dancescreen in the Land è un progetto triennale partito nel 2022 e sostenuto dal Ministero della Cultura. Ideato da Fiorenza d’Alessandro e organizzato dall’Associazione Canova22 (che ha sede nella fascinosa Fornace del Canova dove il grande scultore neoclassico cuoceva i suoi bozzetti), un laboratorio permanente di sperimentazione artistica interdisciplinare.

Sarà un network variegato di linguaggi performativi, un opificio in cui si intrecciano arte, danza, musica e immagini in movimento. Al centro c’è il corpo, che diviene palcoscenico di libertà, paesaggio poetico, mutevole e transculturale, territorio ribelle e politico.

Tutto si “accende” in luoghi di rappresentazione non tradizionali, abbattendo le barriere che separano scuole e allievi, pubblico e spazio scenico, artisti e società. Il progetto infatti è sviluppato in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università Sapienza di Roma e l’Accademia Nazionale di Danza e vede la partecipazione di importanti compagnie italiane e internazionali come Conero Dance Festival-WuppertanzMP3 Dance Project, Gruppo E-Motion, Mandala Dance Company, Luna Dance Theater, Balletto di Sardegna, Gustavo Oliveira Dance Project, compagnia Fabula Saltica e 360° The Show.

Si parte il 15 giugno nella Fornace del Canova con una special edition in esclusiva per Canova22: “Je ne suis pas Sébastien” coreografie di Michele Pogliani – MP3 Dance Project, interpretato da Giovanni Marino. Dal 23 giugno al 9 luglio “Be Water!” a cura di Laura Fusco: una mostra di Edmund Kurenia e Luca Lionello, con il video “Agua”di Fiorenza D’Alessandro, premiato nel 2006)

Dal’27 giugno al 2 luglio si sposta appena fuori Roma, nell’Anfiteatro del Borgo Acqua Paola a Bracciano, per danzare sotto la luna in una valle circondata dal bosco. Il 28 giugno sul palco la seconda messa in scena della trilogia “Maddalene” con “Maddalena – Una sola moltitudine”, una coproduzione da Gruppo E-Motion e Canova22 con Maria Borgese e Francesca La Cava, musiche dal vivo del gruppo rock About Jane. Replica a Roma a Valle Giulia il 6 Luglio.

Dal 3 al 7 luglio il Festival prosegue in un teatro allestito nel giardino della “mitica” Valle Giulia, con il palco e le sedute progettati dagli studenti della Facoltà di Architettura dell’Università Sapienza con i docenti Federica Morgia e Alfonso Giancotti. Il 4 luglio sbarcano a Roma le “Tre Marie del mare” dopo il recente successo riscosso a New York. In scena il 5 luglio “Il sogno del fauno” del coreografo Gustavo Oliveira con l’attrice Marilù Pratiche legge il diario di Nijinsky. 

Il Festival torna alla Fornace per la chiusura con gli spettacoli “Delirante Tenerezza” di Fabula Saltica il 19 luglio e “Follow Water” di Mandala Dance Company il 20/21 luglio. 

Tre Marie del Mare Luna Dance
Orfeo e Euridice Balletto di Sardegna

Workshop 

Facoltà di Architettura a Valle Giulia – Roma

20/22 giugno – “Corpo e Spazio” del coreografo e videomaker Gustavo Oliveira

                             Durante il workshop saranno realizzati dagli studenti dei video che concorreranno a  

                              un premio finale previsto per il 7 luglio.

Borgo Acqua Paola – Bracciano

27/29 giugno – “Go.Intensive” Vol.5 con il coreografo e videomaker Gustavo Oliveira e la danzatrice Sonja Schwaiger.Combinando             

                                  esperienze che spaziano dalla Capoeira al balletto classico, il workshop  permetterà di acquisire un vasto  vocabolario di   

                                  movimento fino a  comporre una coreografia                         

30 giugno/2 luglio – “Wuppertanz in the land” con i coreografi Aida Vainieri e Pau Aran Gimeno, danzatore di Eastman di Sidi Larbi    

     Cherkaoui; entrambi provengono dalla storica compagnia Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch- Tre giorni immersi 

     nella natura in un luogo magico assieme a due artisti meravigliosi-Una vacanza da sogno e un ritiro rigenerante nella 

danza.  Il 2 luglio si terrà lo spettacolo di restituzione del workshop.

L’associazione CANOVA22

E’ un’associazione culturale che ha sede a Roma nell’antica fornace del grande scultore. Presieduta da Fiorenza D’Alessandro, co-direttrice artistica con Franz Prati, è formata da un gruppo di artisti di varie discipline (pittura, scultura, architettura, letteratura) con una consolidata esperienza nella danza e nella videodanza. L’alchimia del luogo favorisce la contaminazione tra le arti, i linguaggi espressivi, l’antico e il contemporaneo. Coreografi e danzatori portano avanti un progetto di promozione culturale nazionale e internazionale con gli spettacoli e con la formazione aggiornata dalle innovazioni tecnologiche. Con il film-danza “Virgins”, coprodotto con il Cinedance Festival di Amsterdam, l’associazione ha vinto nel 2020 il Best experimental short-MICMX-Muestra Itiinerante De Cine.

Località Borgo

Loc. Valle Giulia
Loc. Canova

Comments


Lascia un commento