Wednesday, May 22, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Al Senato, il prossimo 2 febbraio, su iniziativa del sen. Gasparri, si discute de: Il “male” strategico: la guerra. Schemi interpretativi per l’analisi dei conflitti”

Il  Sen. Maurizio Gasparri, Vice Presidente del Senato
Bruno Chiarini, coautore del libro e docente dell’Università di Napoli Parthenope
Patrizia Sbriglia, coautrice del libro e docente dell’Università della Campania Vanvitelli
Massimo Egidi, docente presso l’Università LUISS
Amedeo Lepore, docente dell’Università della Campania Vanvitelli
Mirko Mussetti, Analista Limes

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Politica Italiana Rubriche , at 18 Gennaio 2024 Tag: , ,

di Gianfranco Simmaco – dalla Redazione Centrale- per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Esistono schemi strategici che consentono di ridurre l’inatteso che caratterizza ogni conflitto? È a questa domanda che si propone di offrire una risposta il volume dei due docenti universitari di “Teoria dei giochi”, Bruno Chiarini e Patrizia Sbriglia nell’ambito di una conferenza stampa che si terrà il prossimo 2 febbraio alle ore 17,00 presso la Sala “Caduti di Nassirya” di Palazzo Madama.
Interverranno in qualità di relatori:

Il  Sen. Maurizio Gasparri, Vice Presidente del Senato
Bruno Chiarini, coautore del libro e docente dell’Università di Napoli Parthenope
Patrizia Sbriglia, coautrice del libro e docente dell’Università della Campania Vanvitelli
Massimo Egidi, docente presso l’Università LUISS
Amedeo Lepore, docente dell’Università della Campania Vanvitelli
Mirko Mussetti, Analista Limes

Il libro
Gran parte dei conflitti mondiali sono apparsi come eventi “inattesi”, sebbene il contesto di riferimento fosse carico di tensioni. Questo volumetto fornisce uno strumento a livello intuitivo ma rigoroso per analizzare conflitti.
Di come sia difficile o impossibile risolvere i conflitti, o quali soluzioni possono essere intraprese e con  quali vantaggi e svantaggi. Di come questi schemi di analisi eliminino (o riducano fortemente) la componente dell’ “inatteso”. Certamente uno strumento di ragionamento astratto, ma che può risultare estremamente utile da affiancare a interpretazioni politiche e geopolitiche delle guerre. E quanto mai concreto per rendersi conto dell’evoluzione del gioco conflittuale e delle sue possibilità di soluzione.
Questo pamphlet è un contributo all’analisi della guerra in generale sebbene gli esempi rimandino spesso al conflitto tra Ucraina e Russia e alla situazione arabo-israeliana, adottando un punto di vista strategico da parte di agenti (Stati) considerati razionali o motivati da altre considerazioni comportamentali. Esistono analisi storiche, sociologiche, geopolitiche e perfino psicologiche su capi di stato e strateghi. In questo volume riportiamo alcuni semplici schemi strategici per meglio capire le possibili soluzioni e per arricchire il ragionamento sui contendenti, includendo anche aspetti comportamentali degli attori coinvolti  nei conflitti che possono essere utili per prefigurare (sempre giocando d’anticipo) policy mirate ad evitarli.

Bruno Chiarini è professore ordinario di Politica Economica presso l’Università Parthenope di Napoli dove insegna Politica Economica Applicata e Decisioni Strategiche per la Politica Economica. Inoltre è docente nel corso di B.A. Degree in Global Governance dell’Università di Roma Tor Vergata, dove insegna Game Theory.

Patrizia Sbriglia è professore associato di Politica Economica presso  l’Università della Campania – Luigi Vanvitelli, dove insegna Politica Economica e Teoria Comportamentale dei Giochi. È autrice di numerosi saggi nell’ambito della Teoria Comportamentale dei Giochi ed è esperta di Economia Sperimentale.

Comments


Lascia un commento