Thursday, May 30, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Calcio Lega Pro – Il Monterosi Tuscia arriva al Ceravolo per una nuova puntata di “Mamma Cinema” con le Aquile in volo verso la B

Ritorna l’ex Carlini dal cuore giallorosso ma il Catanzaro è alla ricerca dei punti che garantiranno la certezza matematica della conquista della serie B. Tutti i particolari del match e anche quelli del Catanzaro Primavera


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Il Catanzaro ospita il Monterosi Tuscia al “Ceravolo”, dopo il pari di Crotone, in una nuova tappa di avvicinamento alla matematica promozione in serie B. Sono già cominciati i festeggiamenti in casa giallorossa, vista la splendida accoglienza riservata a squadra e staff al rientro dalla vicina trasferta crotonese, con tanto di fuochi d’artificio e delirio di pubblico dalla provincia fino alla città. In vista della sfida al Monterosi presentiamo una gara da non sottovalutare partendo dalla designazione arbitrale ed entrando nel dettaglio dell’avversario di turno. La cronaca dell’ultima sfida interna al Messina e quella del match di andata col Catanzaro, terminato 1 a 0 per i ragazzi di Vivarini con goal di Fazio, ci aiutano a conoscere meglio la squadra dell’ex Carlini. A seguire le parole dell’ex difensore giallorosso Alessio Mariotti sul momento del Catanzaro, le voci dalla sala stampa nel post Crotone e i ringraziamenti del presidente Noto al termine del derby dello scorso lunedì. Per concludere l’U.S. Catanzaro all’Università di Roma Tor Vergata, rappresentata da Cristiano Politini, e il weekend del settore giovanile giallorosso, con i rispettivi tabellini categoria per categoria.

LA DESIGNAZIONE ARBITRALE PER LA SFIDA DEL “CERAVOLO” COL MONTEROSI:

CATANZARO-MONTEROSI TUSCIA

Arbitro: Daniele Virgilio di Trapani – Assistente 1: Giorgio Ravera di Lodi – Assistente 2: Glauco Zanellati di Seregno – Quarto Ufficiale: Angelo Tomasi di Lecce

NELL’ULTIMO TURNO IL MONTEROSI HA OSPITATO IL MESSINA: 1 A 1 VITERBO

Il Messina ha pareggiato 1-1 in casa del Monterosi Tuscia in un importante match in chiave salvezza.  Prima dell’inizio della partita, i giocatori biancoscudati vanno a salutare i loro tifosi, occorsi numerosi allo stadio “Enrico Rocchi” di Viterbo. Inizio propositivo dei peloritani, che si proiettano con personalità in avanti. Laziali pericolosi con la staffilata dalla sinistra di Costantino, intercettata dall’ottimo intervento di Fumagalli. Sugli sviluppi del successivo angolo, Di Rienzo si coordina dal limite e calcia di controbalzo, sfiorando il bersaglio grosso. Con il trascorrere dei minuti, supremazia territoriale dei locali, ma le continue interruzioni spezzettano il match. Espulsi al 37’ Di Paolantonio e Fofana per reciproche scorrettezze. Sul finire della frazione, ci prova Vitali dal limite, rasoterra di poco sul fondo.   In avvio di ripresa, colpo di testa a lato di Tartaglia. Al 12’ grande azione di Piroli, che si incunea in area e insacca la sfera. Mister Ezio Raciti opera subito due cambi: entrano Konate e Balde per Kragl e Ragusa. Messina vicinissimo al pareggio con la prodigiosa girata al volo di Perez, che, scattato sul filo de fuorigioco, indirizza il pallone sulla traversa. Il pareggio dei siciliani è rimandato al 22’, quando il neo entrato Zuppel realizza sulla respinta corta del portiere. Non accade più nulla fino al triplice fischio. (messinatoday.it)

ALL’ANDATA COL MONTEROSI IL RITORNO CON GOAL DECISIVO DI LITO FAZIO

Fazio incorna il Monterosi e il Catanzaro vince anche contro il Monterosi mantenendo sempre la testa della classifica. In quel di Viterbo altra prova gagliarda della banda Vivarini che sfodera una prestazione tutto cuore, viste le numerose assenze e la sfortuna di perdere qualche pezzo strada facendo come l’uscita di Cianci per infortunio nel primo tempo. Più forte di tutto e di tutto la squadra giallorossa in una trasferta che, di certo, non era semplice contro la squadra dell’ex Menichini reduce da una bella vittoria.

Avvio di gara equilibrato tra le due squadre che non si scoprono e attendono il varco giusto per colpire. Senza emozioni il primo quarto d’ora di gioco, spesso spezzettato da qualche fallo di troppo. Un cartellino giallo per Pietro Cianci, alquanto dubbio per un fallo in attacco, e qualche contatto dubbio non ravvisato tra cui un’uscita scomposta di Alia sullo stesso Cianci in area e un presunto tocco di mano in area Monterosi non ravvisato da Panettella. Il Monterosi ci prova al 20′ con Santarpia ma il suo tiro a giro finisce di poco alto. Al 21′ Cianci finisce a terra e chiede il cambio. Il bomber di Bari Vecchia esce in lacrime, al suo posto dentro Bombagi. Al 26′ spunto di Curcio in area e palla in mezzo verso il ben appostato Ghion ma la difesa locale smanaccia. Al 45′ doppia conclusione di Curcio con il secondo tiro respinto in angolo da Alia. Termina così la prima frazione di gioco. Inizio ripresa con il Monterosi degli ex Carlini e Parlati che si affacciano in avanti con Fulignati costretto a sventare un’offensiva dei padroni di casa con i pugni. Al 49′ punizione di Curcio a ridosso dell’area di rigore ma la sua conclusione finisce sulla barriera. Per il Catanzaro ci prova anche Sounas ma senza fortuna. Al 53′ il vantaggio giallorosso! Calcio d’angolo dalla sinistra e colpo di testa di Scognamillo che diventa una sponda per l’incornata in tuffo di Fazio che vale l’uno a zero per gli uomini di Vivarini. Ritorno da titolare e goal pesantissimo per uno dei leader dello spogliatoio giallorosso. Sostituzioni per il Monterosi Tuscia mentre Vivarini manda in campo Pontisso per aggiustare il centrocampo. Al minuto 82 Scognamillo pennella in area un buon traversone ma nessuno riesce a impattare la sfera. Due minuti dopo Carlini ispira la manovra dei locali procurandosi un calcio d’angolo da cui nasce una mischia con i giocatori in maglia bianca a reclamare un penalty per un presunto tocco di mano. Il Catanzaro manda in campo Katseris per Tentardini, Welbeck per Ghion e Cinelli per Curcio a difesa del risultato che la squadra protegge egregiamente fino alla fine. Al triplice fischio è ancora una volta vittoria per un Catanzaro falcidiato dalle assenze ma al tempo stesso eroico e in grado di vincere ovunque e contro chiunque. 


MARIOTTI: L’EX DIFENSORE, TRA GLI EROI DEL 2012, PARLA DELLE AQUILE

Il pensiero di Alessio Mariotti sulla splendida stagione del Catanzaro Catanzaro. L’ex difensore giallorosso, tra i protagonisti dell’ultima promozione del Catanzaro nel 2012, ha giocato in anticipo queste ultime gare che separano matematicamente il Catanzaro dalla promozione. Mariotti ha lasciato un meraviglioso ricordo in città e ha sempre avuto parole d’affetto per Catanzaro e il Catanzaro che porta nel cuore, non escludendo un eventuale ritorno magari entro fine stagione a vedere una gara delle Aquile pronte a spiccare il volo per la B. Ecco, a seguire, le dichiarazioni di Alessio Mariotti: “Cosa dire del Catanzaro? La sua posizione di classifica non è sorprendente vista la caratura della squadra e del suo allenatore, certo un divario così ampio dal Crotone è sintomo di una superiorità a livello di gioco, caratteriale e di mentalità. Davvero schiacciante… I nostri festeggiamenti del 2012 sono per me ricordi indelebili, quindi posso solo immaginare cosa i tifosi riserveranno in caso di vittoria campionato! Per farvi capire l’attaccamento che ho verso il Catanzaro, io e la mia famiglia stiamo cercando di organizzarci per scendere dalla Toscana per unirci alla vostra gioia ma per scaramanzia non voglio parlare troppo prima del tempo! Catanzaro è casa per noi, ritornarci sarebbe un sogno! Un sincero in bocca al lupo a tutta la famiglia Catanzaro”.

LE VOCI DELLA SALA STAMPA NEL POST CROTONE: VIVARINI E ZAULI

Vivarini (All. Catanzaro): “Avevamo preparato la partita in questo modo. Grande prestazione dei ragazzi e ottima gara anche del Crotone. L’ingresso di Pontisso ha dato una sterzata alla nostra manovra. Partita giocata bene e complimenti ai miei giocatori. Partita di alto livello, il Crotone è una grande squadra con giocatori di un certo livello. Vedi Mogos e il suo goal. Aggressioni ad uomo a tutto campo, era la gara che ci aspettavamo. Dovevamo giocare di più la palla da dietro. Pontisso ha messo in pratica ciò che avevamo detto in settimana. Domani analizzeremo questa partita a caldo. Dovevamo avere più serenità in costruzione. Quando lo abbiamo fatto bene gli abbiamo fatto male. Nel primo tempo abbiamo avuto altre occasioni. Troppi errori nelle ultime scelte, le analizzeremo e ci butteremo poi sul Monterosi. Brignola? Di un’altra categoria e lo ha dimostrato anche oggi. Abbiamo degli equilibri ed è una risorsa che abbiamo. Giocatore preso anche in prospettiva”.

Zauli (All. Crotone): “Ci aspettavamo una squadra che uscisse da questa garacon delle sicurezze e delle certezze. Mi aspettavo questa gara. Dobbiamo fare le partite restanti con determinazione e forza fisica. La classifica è compromessa ma potevamo vincere. Affrontavamo il Catanzaro che ha fatto la sua partita. Andiamo avanti lo stesso, sto conoscendo i ragazzi ed è un mese che sono qui. Volevamo arginare il Catanzaro e i suoi attaccanti. Oggi siamo contenti ma dobbiamo essere continui. Le prossime gare ce lo diranno”.

CROTONE-CATANZARO: I RINGRAZIAMENTI DEL PRESIDENTE FLORIANO NOTO

“Non posso che esprimere tutto il mio apprezzamento per l’accoglienza ricevuta a Crotone da parte dalla società rossoblù e dal caro amico Gianni Vrenna. Non avevo dubbi che l’ospitalità sarebbe stata degna di una compagine che, negli ultimi anni, si è ritagliata uno spazio da protagonista nel calcio che conta. Ringrazio anche i tifosi del Crotone che hanno assistito alla gara dalla tribuna, molto vicini alla mia postazione e a quella degli altri esponenti della nostra società: abbiamo goduto insieme di uno spettacolo bellissimo, grazie a due squadre che hanno dimostrato di essere degne della categoria superiore. Un plauso va anche alle forze dell’ordine che hanno predisposto un servizio perfetto, agli esponenti della Procura federale e gli ispettori della Lega Pro che hanno vigilato affinché tutto si svolgesse con regolarità. Infine, ma non per ultimi, lasciatemi ringraziare i nostri eccezionali tifosi, privati della possibilità di essere presenti allo “Scida” ma il cui calore abbiamo sentito tutti: grazie a chi è stato a tifare nella “Capraro” ?C spettacolare come sempre ?C e a chi ci ha sostenuto lungo la strada, tra Sellia Marina, Botricello, Isola Capo Rizzuto, con un tripudio di vessilli giallorossi. A tutti loro il mio abbraccio e quello dei calciatori il cui saluto finale, al settore ospiti vuoto, è il giusto riconoscimento per lo straordinario affetto dimostrato”.

Floriano Noto ?C Presidente US Catanzaro 1929

US CATANZARO PROTAGONISTA ALL’UNIVERSITA’ DI ROMA TOR VERGATA

L’US Catanzaro è salito in cattedra giovedì mattina presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. L’Area Comunicazione giallorossa, rappresentata da Cristiano Politini, è intervenuta all’interno del corso di ‘Service Marketing’ tenuto dal Professor Matteo Cristofaro all’interno del corso di laurea triennale in “Business Administration and Economics”. Oltre 50 studenti internazionali hanno partecipato alla lezione a tinte giallorosse con i temi della comunicazione e del digital che sono stati protagonisti della mattinata. Dopo aver illustrato la strategia comunicativa digitale del club, il suo piano editoriale ?C con due case histories riguardanti il “Match Day” tipo portato ogni domenica sui social e l’annuncio di un nuovo acquisto nelle sessioni di mercato ?C sono emersi numerosi spunti di riflessione e domande da parte degli studenti del corso. “Il Corso di laurea in Business Administration and Economics ospita esperienze dal mondo del lavoro sempre con molto interesse. L’intervento dell’US Catanzaro, per il secondo anno consecutivo, è allineato al nostro obiettivo di sviluppare solidi collegamenti tra teoria e pratiche di business e siamo entusiasti della crescita di questa collaborazione” ha spiegato il Prof. Gianni Nicolini, Direttore del Corso di Laurea. “L’intervento del Dott. Politini dell’US Catanzaro ha aiutato i miei studenti a meglio comprendere la complessità delle attività manageriali inerenti la comunicazione di una rilevante e storica società sportiva del panorama nazionale. Portare la pratica aziendale all’interno delle lezioni universitarie è parte integrante della mia filosofia didattica e ringrazio la società giallorossa per la grande disponibilità a ‘svelare’ le sue pratiche eccellenti” ha aggiunto il Professor Matteo Cristofaro.“Questo è il secondo anno che ho il piacere di raccontare agli studenti del corso di ‘Service Marketing’ il lavoro che svogliamo quotidianamente insieme ai colleghi dell’area comunicazione giallorossa. Abbiamo cercato di riassumere la crescita del settore digital, portando in campo le pratiche comunicative del Media Center e il piano editoriale del club per arricchire l’esperienza degli studenti del corso. Inoltre, portare la nostra testimonianza all’interno di un’Università e di un corso così prestigioso ci permette di illustrare e far emergere il lavoro svolto in questi anni. Ringrazio a nome di tutto il Club l’Università di Roma Tor Vergata, il Prof. Matteo Cristofaro e gli studenti di questo prestigioso Ateneo, i quali hanno partecipato attivamente e con interesse alla lezione, porgendo domande e ponendo degli spunti di riflessione importanti intorno ai temi della comunicazione e del digital nel mondo dello sport e del calcio” ha affermato Cristiano Politini

Una veduta dal corner del manto del Ceravolo – Foto Area Giallorossa US Catanzaro

SETTORE GIOVANILE: IL WEEKEND DEGLI AQUILOTTI

Primavera3: Catanzaro 2-0 Potenza

Catanzaro: Rizzuto, Scavone (25′ st Chiarella), Ruffino, Mirante, Lanciano, Megna, Bianco (35′ st Angotti), Belpanno, Maltese (30′ st Carnà), Gozzo (1′ st Ciampa), Violante (35′ st Rafele).
A disposizione: Chilà, Rizzo, Russello, Petrungaro, Tedesco, Falco
Allenatore: G. Spader

Potenza: Uva, Miele (35′ st Cetani), Bianchi (16′ pt Discianni), Faraula, Scognamiglio, Di Senso (1′ st Cilimberti), Carbone, Misuriello (35′ st Cinà), Mazzeo (13′ st Stigliano), Genzano, Gagliardi.
A disposizione: Iacovino, Di Mauro, Ponzioglione, Bilancieri, Giurlanda, Galiano.
Allenatore: A. Nocerino

Ammoniti: 32′ pt Gozzo (C), 35′ pt Discianni (P), 45′ pt (Faraula (P), 11′ st Misuriello (P). Marcatori: 46′ pt Scavone (C), 46′ st Carnà (C)

Under 17: Catanzaro 1-1 Monopoli

Catanzaro: Grimaldi, Puccio, Matacera, Fera (24’ st Scarcella), Fogliaro, Starace, Susino (43’ st Stanciu), Maiolo, Khia (24’ st Raimondi), Muratore (43’ st Aloisio), Gualtieri (31’ st Persico)
A disposizione: Colella, Arcuri, Sirianni, Lucia
Allenatore: R. Salerno

Monopoli: Straziota, Cutrignella, Latrofa (1’ st Angelini), Guglielmi, Cirone, Totaro, Torrisi (20’ st Filoni), Lavermicocca (20’ st Di Bari), Capobianco (21’ st Andrisani), De Palo, Barletta
A disposizione: Scioscia, Giuliani, Mirto, Amodio, Cervellera
Allenatore: P. Esposito

Ammoniti: 43’ pt Khia (C), 1’ st Cirone (M), 12’ st Torrisi (M), 19’ st Barletta (M), 26’ st Fogliaro (C), 30’ st Susino (C) Espulsi: 47’ st Matacera (C) Marcatori: 15’ pt Capobianco (M), 35’ pt Straziota aut. (M)

Under 15: Partita sospesa a fine primo tempo, sul punteggio di 1-1, causa condizioni meteo.

Under 16: Catanzaro 0-4 Pescara

Catanzaro: Madia, Babuscia, Fulciniti (5’ st Bruno A.), Tassoni, Attadia (31’ st Lacanna), Federico (15’ st Vetrano), Ricca (5’ st Bruno D.), Riccio, Scicchitano (31’ st Scarfone), Romeo, Collaro
A disposizione: Raccioppoli, Patti, Bruni, Oliva
Allenatore: M. Cirillo

Pescara: Barbacani (35’ st Barone), Bucco, Mozzillo, Ricciardi (35’ st Romanelli), Esposito, Sow (20’ st Muratore), D’Arcangelo (35’ st Mbaye), Vischia, Galliano (30’ st Di Giacomo), Guaragna (30’ st Esposito), Soccio (20’ st Fracasso)
A disposizione: Cipollone, Varagnolo
Allenatore: F. Mancini

Ammoniti: 34’ pt Soccio (P), 8’ st Sow (P) Marcatori: 2’-11’ pt Guaragna (P), 37’ pt-11’ st Soccio (P)

Comments


Lascia un commento