Wednesday, April 17, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Catanzaro – Il cons. Riccio sull’aumento dei posti accreditati alla Facoltà di Medicina ritiene sia necessario che maggioranza e opposizione,  assicurino di creare servizi ai cittadini ma anche una città smart ed accogliente per tutti gli studenti fuori sede

“Le opportunità ci sono, i 325  posti a medicina alla Magna Graecia sono quanto di meglio si potesse sperare per la formazione di una nuova classe dirigente e allora signor Sindaco, questo è il momento della sua prova, del suo rigore, siete lei ed un immaginifico portiere, tiri in rete e segni per tutti noi”


di Ivan Trigona per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Il consigliere comunale Riccio scrive in redazione: “L’opposizione politica, per aspirare a diventare maggioranza di governo, deve essere, quando c’è bisogno, propositiva e costruttiva. Deve appropriarsi di spazi e allargarli senza rimanere ancorata a prese di posizione di principio. 

Questa premessa – a suo dire, continua il consigliere – è d’obbligo perché, come ampiamente dimostrato dagli archivi dei giornali on line, il sottoscritto ha affrontato il problema Università a Cosenza già qualche legislatura fa. 

Non solo, sempre in un’ottica costruttiva, qualche mese fa mi trovai a dire che una nuova facoltà di medicina non toglie nulla a Catanzaro, ma solo nella misura in cui Catanzaro saprà diventare attrattiva per i giovani, che oramai sono cittadini del mondo, molto meno ancorati ad alcuni retaggi, anche accademici, ma desiderosi di vivere esperienze. 

Ecco, oggi io rilancio, alla luce di quella che considero una vera e propria buona notizia, i 325 posti accreditati alla nostra Facoltà di Medicina. In pratica si è registrato un aumento di 25 posti laddove in Italia i posti diminuiscono.

Se, ovviamente, ci  auguriamo che neanche uno di questi posti vada perso e che l’Università metta in campo le migliori energie per dare ai ragazzi il sostegno didattico che meritano una domanda sorge spontanea: ma poi?

Poi, signor sindaco, lei che vanta nel suo curriculum una grande conoscenza della cultura fatta di esperienze, la città cosa sarà in grado di offrire a questi giovani? E qui caro signor sindaco la sfida è tutta sua.

E’ in grado di raccoglierla oggi stesso?

E’ in grado di creare una città smart per i ragazzi, con una logistica veloce che copra tutta la città, con servizi di svago e culturali che facciano scegliere a dei giovani Catanzaro, con una logica di sicurezza intesa anche come punti di riferimento certi, come ad esempio quelli sanitari poiché oggi un ragazzo universitario che abbia bisogno di cure immediate non sa se andare in guardia medica e/o come arrivare in ospedale.

Riusciremo, signor sindaco, ad uscire dalla logica del piagnisteo e a toglierci di dosso questa sindrome da brutto anatroccolo  far risorgere questa città, passando dalla cultura, passando dai giovani?

Ce l’hanno fatta tante città dell’est europeo, che partivano da molto meno, signor sindaco ci dica che possiamo farcela anche noi.

Le opportunità ci sono, i 325  posti a medicina alla Magna Graecia sono quanto di meglio si potesse sperare per la formazione di una nuova classe dirigente e allora signor Sindaco, questo è il momento della sua prova, del suo rigore, siete lei ed un immaginifico portiere, tiri in rete e segni per tutti noi”.

Ha così concluso il “je accuse” del consigliere comunale Riccio.

testatina

Comments


Lascia un commento