Friday, April 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Equilibrio e armonia del corpo e della mente al Sensoria Dolomites. Attività outdoor a stretto contatto con la natura tra suggestivi percorsi ciclabili e sentieri panoramici da percorrere a piedi

Programmi organizzati a misura di famiglia con un occhio di riguardo ai piccoli ospiti che potranno provare nuove esperienze in solitaria tra uscite nei boschi, appostamenti dietro gli alberi, piedi nei ruscelli, passeggiate sotto le stelle e camminate all’alba per vedere il sorgere del sole sullo Sciliar. Un vero sogno, anche per i genitori, che riescono a dedicare qualche ora a se stessi in altre attività.


di Nicola Colao dalla Redazione Turistica del Quotidiano l’Italiano

SIUSI ALLO SCILIAR (BZ) – Una tregua dalla frenesia della quotidianità, momenti unici ed esclusivi capaci di appagare non solo il corpo ma anche lo spirito: questo è lo scopo delle escursioni outdoor organizzate dal Sensoria Dolomites, il 4 Stelle Superior di Siusi allo Sciliar, per tutti gli ospiti desiderosi di avventurarsi alla scoperta dell’Alto Adige e dei suoi scorci più suggestivi, a piedi oppure in bicicletta. Un’esperienza che si arricchisce di ancor più valore grazie a Patrick, preparata well-being&experience guide dell’Hotel, pronto a condividere informazioni e curiosità su boschi, montagne e animali che li abitano.
 
ALLA SCOPERTA DELL’ALPE DI SIUSI SULLE DUE RUOTE
«Ogni settimana organizzo due gite in bicicletta con partenza dall’albergo. La prima inizia con la salita fino all’Alpe di Siusi, l’altopiano più vasto d’Europa per metri quadrati, tramite la cabinovia che si trova a poche pedalate di distanza dall’Hotel. Giunti in quota si raggiunge il rifugio Molignon, malga Tirler, il monte Pana e si scende in Val Gardena nel piccolo borgo di Santa Cristina. Da lì, si ritorna di nuovo al Sensoria Dolomites passando per Ortisei» spiega Patrick. La cabinovia permette di evitare un dislivello importante ma il percorso è caratterizzato, nell’insieme, dal continuo alternarsi di salite e discese, quindi è necessaria una minima preparazione. «Un’altra uscita che propongo, adatta davvero a chiunque, è quella che porta al laghetto di Fiè, raggiungibile imboccando la pista ciclabile poco distante dalla struttura. Questa è una tappa obbligatoria per chiunque si trovi in zona: oltre ad essere un luogo molto suggestivo, con lo Sciliar che lo sovrasta e fiancheggiato da grandi abeti, il laghetto di Fiè è il più pulito dell’Alto Adige. Chi lo desidera, infatti, può lasciarsi andare al piacere di una nuotata rinfrescante nelle sue limpide acque prima di ripartire con direzione Malga Tuff, un altro paradiso immerso nel verde dove si allevano alpaca, cavalli e mucche, oltre che punto strategico per la vista panoramica che offre su Bolzano e sulle montagne circostanti» conclude Patrick.     
 
LE ESCURSIONI A PIEDI
«Anche in questo caso ne proponiamo due a settimana, una più impegnativa e lunga in termini di difficoltà e tempo, l’altra più corta e facile. Nel primo caso l’obiettivo è raggiungere la cima Pez, la più elevata del massiccio dello Sciliar a 2.500 mt circa. Con la cabinovia si arriva a quota 1800 mt e poi si prosegue fino al rifugio Bolzano dove si fa una breve pausa. Successivamente, si riparte alla volta della vetta percorrendo un sentiero abbastanza ripido. La durata è di 7/8 ore ma la vista a 360° gradi, una volta raggiunto l’obiettivo, ripaga tutta la fatica e resta impressa nel cuore: si vede il gruppo del Sassolungo, del Sassopiatto e del Sella ma anche la Plose che domina su Bressanone». Per chi ama la natura e vuole condividere il piacere di una camminata in compagnia, Patrick organizza un’uscita eseguibile anche dai non esperti fino alla malga Tirler: si sale all’Alpe di Siusi sempre in cabinovia e si procede a piedi fino alla malga; qui, si mangia e si beve qualcosa per poi fare ritorno in struttura tramite lo stesso sentiero dell’andata.
 
LA FILOSOFIA DEL SENSORIA DOLOMITES
La well-being&experience guide Patrick tiene sempre in considerazione che i gruppi sono composti da persone con diversi livelli di preparazione, quindi adegua ogni uscita affinché possa essere piacevole per tutti«La filosofia del Sensoria Dolomites è proprio permettere a ciascuno di godere della bellezza del territorio creando momenti esclusivi, sereni e divertenti che facciano bene allo spirito e all’anima, non solo al corpo; proprio per questo motivo, le uscite in bici prevedono un massimo di 5/6 partecipanti e quelle a piedi di 12: in tal modo garantiamo un servizio di qualità, io seguo tutti al meglio e li rendo partecipi di un’esperienza indimenticabile, facendogli conoscere quanto più possibile il nostro territorio» conclude Patrick.
 
Patrick organizza anche uscite di Nordic Walking, ogni lunedì mattina tra i prati e i boschi lussureggianti che circondano la struttura e lungo gli oltre 450 km di sentieri della zona: un’ottima maniera per ricaricare le pile e dare il via alla settimana con rinnovata energia, nel silenzio della natura, cullati solo dal fruscio del vento. Ma non è tutto, perché le proposte active continuano anche in struttura, con Sabine e Teresa che si occupano dello yoga e della meditazione regalando agli ospiti momenti speciali da dedicare a sé, per ritrovare l’armonia e l’equilibrio interiori: le proposte offerte si rivolgono agli esperti, con lezioni di Ashtanga Yoga e Pilates, e anche ai principianti, per dare un piacevole approccio a tutti coloro che vogliono cimentarsi per la prima volta in questa disciplina.

Siusi allo Sciliar
Al Sensoria Dolomites, ai piedi del massiccio dolomitico dello Sciliar, l’estate si vive tra benessere in struttura e attività all’aperto, nella natura rigogliosa di un territorio che trasmette equilibrio e armonia alla mente, all’anima e al corpo. Qui, a piedi o in bici, gli amanti delle attività outdoor possono prendere parte alle escursioni organizzate dalla well-being&experience guide dell’Hotel, Patrick, alla scoperta di infiniti sentieri, percorsi ciclabili e sorprendenti scorci panoramici.


 

Comments


Lascia un commento