Sunday, May 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Giannini Spettacolo: 200 esemplari per la supercar italiana

(Adnkronos) – Giannini Spettacolo è più che una banale e costosa supercar.  Rappresenta l’eccellenza del Made in Italy nell’automotive, la…

By L'Italiano , in Motori , at 10 Maggio 2024 Tag: ,

(Adnkronos) –
Giannini Spettacolo è più che una banale e costosa supercar.  Rappresenta l’eccellenza del Made in Italy nell’automotive, la Giannini Spettacolo è frutto di un minuzioso e certosino lavoro fatto completamente a mano.  Nessuna pressa, nessuna catena di montaggio, ogni Spettacolo viene realizzata a mano, dalla carrozzeria all’assemblaggio non c’è aspetto di questa sportiva che non sia stato curato nei minimi dettagli. La base di partenza è quella della Abarth, ma la carrozzeria è stata integralmente rivista, ora il corpo macchina ha un aspetto a dir poco aggressivo.  Cofano anteriore in alluminio, copricerchi in carbonio, baule posteriore che si apre come sulle Fiat 500 di un tempo e quattro sedili singoli.  
Il quattro cilindri T.JET da 1.4 litri è stato completamente rivisto, nuova l’adozione di una centralina specifica, nuovi il turbo e l’intercooler, nuovo l’impianto di scarico, completamente riprogettato e dotato di due enormi uscite.  I numeri parlano chiaro, la Spettacolo raggiunge una velocità massima di 280 km/h per uno 0 – 100 km/h in soli 5 secondi. La coppia massima è di 360 Nm, il cambio a scelta del cliente, può essere un MTA robotizzato o un più classico manuale a cinque marce.  La vettura pesa a secco 985 kg per un rapporto peso / potenza pari a 5,3 kg/cv.  Ne saranno realizzate 200 unità, tutte omologate come esemplari unici e provvisti di un certificato di autenticità.  
Angelo Vicino, CEO di Gruppo Maestri afferma: "In 150 giorni abbiamo realizzato, dal design alla progettazione, dalle attrezzature alla costruzione dell’auto fino alla presentazione di oggi, un’auto elegante ma con lo spirito sportivo, tipica auto da gentleman driver, e oggi mi sento di dire, un vero Spettacolo”.
 —motoriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Comments


Lascia un commento