Wednesday, April 17, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Giuseppe Alviti (Angpg): Fusione tra gli istituti di vigilanza privata Mondialpol e Allsystem. Nasce un gruppo da 350 mln di euro

“La prospettiva di questo importante progetto industriale consentirà di offrire efficienti servizi di vigilanza, integrati dalla migliore tecnologia, per soddisfare le continue esigenze di sicurezza del mercato con un’attenzione particolare per il segmento residenziale. I servizi saranno prestati direttamente in 10 regioni italiane e indirettamente su tutto il territorio nazionale attraverso la rete di corrispondenti certificati dal Network Mondialpol Service”


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Il gruppo Mondialpol e Allsystem si uniranno per dare vita a un nuovo polo della vigilanza, sicurezza privata, trasporto e custodia valori. Lo comunica il dott. Giuseppe Alviti presidente dell’Associazione Nazionale Guardie Giurate Particolari il quale a riguardo precisa che: “sebbene la notizia trae origine dal 2020 la fusione si e’ avuta realmente da breve tempo colpa anche della Pandemia che ha causato rallentamenti burocratici”.

E allora anche se si parla di qualcosa che era in atto precedentemente da un po’ di mesi andiamo ad esaminare qual è la realtà della nuova situazione societaria. Senza non prima aggiungere la precisazione che perviene dal signor Massimo Ambrosio a nome della Mondialpol il quale ci fa sapere testuale che: “non si è trattata di FUSIONE, bensì di ACQUISIZIONE di rami d’Azienda e che nel testo vengono riportati dati relativi al fatturato aggregato del Gruppo Mondialpol risalente al 2017, ad acquisizioni relative al 2017, e ad altri dati decisamente obsoleti”.

Secondo Alviti: “Il nuovo gruppo conterà su 350 milioni di ricavi, 4500 guardie giurate, 1.500 operatori fiduciari, 160 tecnici specializzati in sistemi di sicurezza, 1000 automezzi destinati al pattugliamento e vigilanza, 350 mezzi blindati adibiti al servizio Schermata 2019-05-27 alle 06.00.33di trasporto valori, 2 motoscafi, 21 sale conta e 10 centrali operative”.

Sinora è stata firmata una lettera di intenti vincolante, l’integrazione dovrebbe concludersi entro il mese di agosto. Il gruppo Mondialpol è stato assistito in qualità di advisor dallo Studio Carone Commerciale Tributario Legale e il Gruppo Allsystem dallo Studio Lombardi & Associati e lo Studio Sidro–Benigno.

La prospettiva di questo importante progetto industriale consentirà di offrire efficienti servizi di vigilanza, integrati dalla migliore tecnologia, per soddisfare le continue esigenze di sicurezza del mercato con un’attenzione particolare per il segmento residenziale. I servizi saranno prestati direttamente in 10 regioni italiane e indirettamente su tutto il territorio nazionale attraverso la rete di corrispondenti certificati dal Network Mondialpol Service”, hanno commentato Vincenzo Serrani (che controlla AllSystem) e Fabio Mura (che con Marco Mura controlla Mondialpol tramite la holding Incofin spa). I termini dell’operazione non sono ancora stati definiti nel dettaglio e dipenderanno anche dal processo di analisi strategica in corso. Si tratterà in ogni caso di un’operazione di combinazione dove sia la famiglia Mura sia  Serrani continueranno a essere coinvolti in prima persona anche a livello operativo.

Mondialpol era stata fondata nel 1927 in provincia di Varese dal carabiniere in congedo Francesco Congiu e dalla fine del 1950 è entsto in società anche il marito della figlia Ines, Efisio Mura,  di cui è figlio uno dei due soci, Fabio Mura. Negli ultimi anni la holding Incofin ha condotto una serie di acquisizioni. Nel novembre 2014, ha rilevato per intero Fitist Security srl, società leader nel settore della sicurezza privata nelle Marche (si veda qui il comunicato stampa). Nel maggio scorso Incofin ha comprato il 50% di Pelikani Security 2, società di trasporto valori del Gruppo Pelikani, leader in Albania nei servizi di vigilanza e sicurezza, con oltre 680 dipendenti e un fatturato aggregato annuo di 3,4 milioni di euro (si veda qui il comunicato stampa). A fine aprile 2017, invece, la controllata Vedetta 2 Mondialpol spa, ha comprato il ramo d’azienda di Securitas Metronotte San Giorgio srl relativo alla vigilanza e sicurezza privata nelle province di Pordenone, Udine, Treviso e Venezia (si veda qui il comunicato stampa). Il gruppo Mondialpol ha chiuso il 2017 con un fatturato aggregato di 265 milioni di euro. Mondialpol Service spa da sola ha chiuso il 2017 con 91,16 milioni di euro di ricavi netti, un ebitda di 6,63 milioni e una liquidità netta di 5,69 milioni (si veda qui l’analisi Leanus, una volta registrati gratuitamente).

AllSystem è partecipata da Vincenzo Serrani e Private Equity Partners. Vanta oltre 30 mila clienti, serviti da 1.900 dipendenti sparsi sul territorio. La società conta 14 sedi (la principale è a Verrone, in provincia di Biella), 9 sale contrazione valori, 14 filiali per la progettazione e installazione dei sistemi di sicurezza, un parco automezzi formato da 95 furgoni blindati, 60 furgoni e 350 autovetture.

Nel luglio scorso Allsystem aveva annunciato l’acquisizione di Ivri (Istituti di Vigilanza Riuniti), attraverso un veicolo che avrebbe fatto capo a Vincenzo Serrani, che controlla AllSystem, affiancato da Private Equity Partners (si veda altro articolo di BeBeez). Ivri era stata comprata da BIKS Group, che a sua volta fa capo alla famiglia Basile, nel febbraio 2014 per 65 milioni di euro, rilevandola dal fondo 21 Investimenti, d’accordo con le banche finanziatrici  (si veda qui altro articolo di BeBeez). Tuttavia, poi, l’operazione AllSystem-IVRI alla fine non si è fatta. E ora sul mercato circolano voci che un’operazione potrebbe essere conclusa invece tra Ivri e con Securitalia, con la famiglia Basile che potrebbe avere ancora un ruolo oppure no.

AllSystem ha chiuso il 2017 con 96,5 milioni di euro di ricavi netti, un ebitda di 11,45 milioni e un debito finanziario netto di 50 milioni (si veda qui l’analisi Leanus, una volta registrati gratuitamente). L’ultimo bilancio disponibile di Ivr, relativo al 2015, indicava ricavi per 179 milioni.

Per una ulteriore correttezza di informazione e per diritto di replica concesso a chi ha chiesto di poter esprimere il proprio parere sulla storia di cui Giuseppe Alviti riferisce e fornisce dati e quant’altro, aggiungiamo di aver successivamente ricevuto la seguente rettifica sempre da parte del sig. Massimo Ambrosio (Mondialpol): Abbiamo letto questa mattina l’articolo pubblicato ieri sulla Vostra Testata, relativo all’intervista del dott. Alviti sulla “fusione” fra gli Istituti Mondialpol e All System. Segnaliamo che la notizia risale al 2020 e non è riportata correttamente, in quanto non si trattava di Fusione, bensì di Acquisizione da parte di Vedetta 2 Mondialpol di specifici rami d’azienda, in specifiche provincie. Riteniamo che la notizia, così riportata, non sia corretta e chiediamo ospitalità per il chiarimento”.

Giuseppe Alviti colto davanti al Circolo del Tennis a Napoli il quale ha rilasciato le dichoarazioni di cui al soprastante articolo

Comments


Lascia un commento