Friday, December 9, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Il primo weekend di giugno con Paesaggi del Corpo Festival Internazionale Danza Contemporanea dall’11 al 12 giugno a Velletri

Durante il primo weekend di giugno la grande danza internazionale è in scena a Paesaggi del Corpo – Festival Internazionale Danza Contemporanea: Compagnie Irene K, ASMED Balletto di Sardegna, Ariella Vidach AIEP, EgriBiancoDanza, Naturalis Labor presentano spettacoli, performance site specific e incursioni urbane presso la Casa delle Culture e della Musica e gli spazi di Piazza Cairoli di Velletri (RM).


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Tra l’11 e il 12 giugno Paesaggi del Corpoospita tre spettacoli di Compagnie Irene K, storica formazione artistica belga che dal 1977 lavora con danzatori professionisti di diverse nazionalità, adottando un proprio stile che può essere accostato al teatro-danza contemporaneo vicino al Tanztheater. Oltre che di spettacoli da presentare in teatro, la compagnia si è specializzata nella produzione di performance in paesaggi urbani e contesti non convenzionali ispirandosi alle caratteristiche dei luoghi che va ad abitare, entrando in relazione con l’ambiente e l’architettura circostante.

La prima italiana di ¿Adonde Trio, con le coreografie di Irene Kalbusch, esplora, l’11 giugno all’interno della Casa delle Culture e della Musica, il movimento di corpi sfiniti e vibranti, attirati dal futuro eppure aggrappati al passato. A Piazza Cairoli, il 12 giugno Compagnie Irene K presenta la prima italianadi¿Adonde – Encounter, progetto che si muove tra lasolitudine che guida il corpo e la volontà di trovarsi in un flusso di movimenti e relazioni fisiche. Nella stessa giornata, alla Casa delle Culture e della Musica, la prima italiana di ¿Adonde – Strength in cui due corpi e due personalità si incontrano in un gioco pericoloso di divergenze e somiglianze.

L’11 giugno ASMED Balletto di Sardegna porta in scena Welcome TU Italy, di e con Sara Pischedda e Luca Castellano: una produzione dedicata al popolo italiano — pieno di divisioni, ma al tempo stesso sempre unito — che vuole indagare la percezione che ha il resto del mondo degli italiani, considerati liberi e allegri, ma anche colonizzatori e prigionieri. Viaggiatori ed esploratori, ma anche attaccati al calore della propria casa. Ballerini e confusionari, ma anche fermi e silenziosi.

Chiude la serata Ariella Vidach AIEP con Kinexa Studio,regia di Claudio Prati e Ariella Vidach. Il lavoro muove attorno al tema dell’artificialità e della riproducibilità con particolare riferimento alla relazione corpo/clone e sfida la tecnologia, proponendo una visione di corpo abitato e animato da un corpo vero, prestato per essere in ascolto, reattivo. Una interprete femminile in un ritmo serrato enfatizza il dettaglio e l’articolazione delle estremità del corpo, in dialogo con l’avatar proiettato nel fondale della scena.

Il 12 giugno la compagnia Naturalis Labor attraversa Piazza Cairolicon la versione site specific di Piccoli Lupi-Pezzi Fragili,una creazione pensata per spazi da abitare con il corpo. Spazi da esplorare, da rispettare e da raccontare. Dalle ore 18:30, presso la Casa delle Culture e della Musica,la compagniadiretta da Luciano Padovani porta in scena la versione integrale di Piccoli Lupi-Pezzi Fragili.

La giornata prosegue con EgriBiancoDanza che presenta She screams(Premiere 2022): un lavoro sull’amore in cui emergono frammenti di passione e dolore, fragilità e forza, dolcezza e follia. Il potere immenso dell’amore che può essere devastante o vivificante visto attraverso un caleidoscopico ritratto gestuale focalizzato su tre donne accompagnato dalle ruvide, appassionate, graffianti canzoni di Janis Joplin.

Come per gli anni precedenti, il Festival verrà realizzato dall’associazione culturale La Scatola dell’Arte, sotto la Direzione artistica di Patrizia Cavola, con il contributo di Regione Lazio, in collaborazione con FONDARC Fondazione di Partecipazione Arte e Cultura Città di Velletri e con il patrocinio del Comune di Velletri.

Comments


Lascia un commento